Mauro Vecchio

Twitter e l'umore del mondo connesso

Pubblicato uno studio sugli stati emozionali degli individui, a partire da un campione di 2,4 milioni di utenti su Twitter. Le persone avrebbero umori migliori all'inizio della giornata e nei week-end. Ovvero quando non sono al lavoro

Roma - Uno studio che ha sfruttato i nuovi flussi social per testare il polso degli stati emozionali degli individui. Più di 500 milioni di cinguettii su Twitter, analizzati dai ricercatori della Harvard Medical School per costruire una sorta di termometro dei sentimenti ai tempi della Rete.

Pubblicata sulla rivista Science, l'analisi ha preso in considerazione quasi 2,5 milioni di utenti sulla piattaforma di microblogging. I risultati, per certi versi, non hanno illuminato le menti: le persone mostrerebbero stati di felicità alle prime battute della giornata, per poi farsi abbattere dalle ore lavorative.

Secondo lo studio, il campione di Twitter avrebbe mostrato umori migliori nel fine settimana, probabilmente causati da un numero maggiore di ore passate riposando. Risultati probabilmente scontati, ottenuti però attraverso una metodologia del tutto curiosa. Appunto analizzando il tono dei micropost sul social network.
In sostanza, l'analisi ha associato termini come felicità ed entusiasmo ad un tag relativo alla positività. Depressione e ansia a fattori negativi. Le persone sarebbero più felici nei week-end, probabilmente perché votate ad attività più emotivamente soddisfacenti del lavoro.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàTwitter? Una sfera di cristalloI social network, sostiene una ricerca, hanno capacità di previsioni invidiabili. Con Twitter si può misurare il successo di un film in arrivo, e magari anche i risultati delle elezioni
  • TecnologiaTwittare, sempre e ovunqueLa piattaforma di microblogging si allarga per abbracciare l'intero Web. Con nuove API che aprono sempre di più nuovi spazi per Twitter anche su altri siti
3 Commenti alla Notizia Twitter e l'umore del mondo connesso
Ordina