Alfonso Maruccia

Pirateria? C'è di peggio

Il CEO di Miramax non la manda a dire e prende una posizione alquanto diversa rispetto a organizzazioni come RIAA e IFPI: il problema dell'industria audiovisiva, dice, è l'esistenza di monopoli nel mercato digitale

Roma - Se RIAA e organizzazioni similari sono assolutamente convinte del fatto che la "pirateria digitale" (a mezzo P2P e non solo) sia la fonte di tutti i mali del mondo, l'altra metà del cielo multimediale, l'industria cinematografica, comincia a prendere posizione più sfumata sulla questione: il vero problema dell'intrattenimento sono i monopoli digitali.

A sostenere l'idea è Mike Lang, CEO della casa cinematografica entrata nella storia della settima arte per cult del calibro di Pulp Fiction di Tarantino, Clerks di Kevin Smith, Non è un Paese per Vecchi dei fratelli Coen. Lang teme molto di più la gigantesca fetta di mercato in mano a Apple piuttosto che il numero di download dei successi Miramax su BitTorrent o su altre reti di file sharing.

Il dirigente cita espressamente Cupertino come portatrice del dominio del mercato musicale nell'orizzonte digitale, un male che è cresciuto e si è stabilizzato a causa della scarsa presenza di competizione nell'allora nascente business della musica in bit legale venduta su iTunes Store.
La sfida che l'industria cinematografica statunitense ha davanti a sé è di quelle epocali, sostiene Lang, concretizzabile nel mantra sempre attuale dell'innovazione a tutti i costi pena la morte commerciale: "innova o muori".

Per sopravvivere a questa fase di transizione, dice Lang, è indispensabile che gli studios diano agli utenti quello che gli utenti vogliono. In caso contrario gli appassionati di cinema e multimedia si prenderanno quello che vogliono senza tenere conto delle legittime esigenze di business dell'industria.

Per il CEO di Miramax il futuro è la distribuzione di contenuti in digitale su più di un canale - Netflix, Facebook o anche Google su Android, Google TV e YouTube - cosa che dovrebbe favorire la crescita e il successo di più servizi distributivi e quindi scongiurare la stabilizzazione di un devastante monopolio per il multimedia in movimento.

A parere di Lang, altrettanto fondamentale per il futuro degli studios è il successo di un'iniziativa come UltraViolet, discussa piattaforma di DRM universale in via di attivazione/distribuzione nel corso di questi mesi. Con UltraViolet gli utenti dovrebbero poter giovare della fruizione di contenuti legali su più dispositivi domestici, e la tecnologia ha il merito di sottrarre ai grandi distributori come Apple ulteriore potere decisionale sul business audiovisivo.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessUltraViolet, il DRM universale pronto al lancioIl consorzio che gestisce l'operazione UltraViolet si prepara a diffondere la nuova tecnologia DRM presso rivenditori e retailer di contenuti digitali. Il primo passo verso la commercializzazione
  • BusinessMiramax, in streaming su FacebookLa società cinematografica dei grandi film sbarca sul social network in blu offrendo contenuti interattivi e streaming un tanto al dollaro. Per raggiungere gli appassionati che passano il tempo a citare classici sul proprio profilo
288 Commenti alla Notizia Pirateria? C'è di peggio
Ordina
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > https://www.torrentfreak.com/european-greens-want-
    > European Greens Want to Legalize
    > File-Sharing, Ban DRM

    >
    >
    > Pirata

    "Tra le altre cose i Verdi vogliono legalizzare il file-sharing per uso personale, vietare i DRM interamente e limitare la durata del copyright a cinque anni."

    Mi sembra un ottimo programma!!! Del resto nella coalizione dei verdi europei sono gia' presenti alcuni partiti pirata...
    pero' la cosa interessante e' che hanno fatto loro il programma di questi partiti...ottimo!!
    non+autenticato
  • @ fracasso ubaldo

    > rubare il lavoro degli altri

    COPIARE NON SIGNIFICA RUBARE

    http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24
    Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003)
    ...non configurabilità del reato di furto dei files mediante duplicazione (o copiatura)...

    http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903
    Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840
    ...è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura...

    http://laws.findlaw.com/us/473/207.html
    Supreme Court of the United States, Dowling vs. United States, 473 U.S. 207 (1985)
    ...interference with copyright does not easily equate with theft...


    Pirata
    non+autenticato
  • In punta di diritto è così, ma non mi stancherò mai di dire che i pirati sono LADRI, non secondo la definizione giuridica, ma secondo la definizione popolare!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > In punta di diritto è così, ma non mi stancherò
    > mai di dire che i pirati sono LADRI, non secondo
    > la definizione giuridica, ma secondo la
    > definizione
    > popolare!

    Quindi costoro sarebbero semplici ladri?
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Quelli che dici tu, secondo la definizione popolare sono gente che copia.
  • E sai benissimo che chi copia è un asino Con la lingua fuori
  • - Scritto da: ThEnOra
    > E sai benissimo che chi copia è un asino Con la lingua fuori

    E siccome la legge non ammette ignoranza, allora arrestiamo tutti gli ignoranti!
  • Visto che la "definizione popolare" ritiene giusto piratare, tu sei un bugiardo. Ma questo si sa.
    non+autenticato
  • Si sono un bugiardo quando dico che i pirati rubano, secondo la definizione popolare, ma non riesco a collocare la parola "giusto"...
  • E non collocarla, allora.

    Non ha senso parlare di giusto o sbagliato... ha senso solo ciò che si può o non si può fare in pratica.
    non+autenticato
  • Sei tu che parli di "giusto", mica io... oppure è il tuo clone...
  • No. È il popolo che, semplicemente, scarica. Senza neanche porsi il problema. Quello che pensi tu è irrilevante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > In punta di diritto è così, ma non mi stancherò
    > mai di dire che i pirati sono LADRI, non secondo
    > la definizione giuridica, ma secondo la
    > definizione
    > popolare!

    secondo la definizione giuridica violano una licenza commerciale esclusiva di copia e secondo la definizione popolare...dato che milioni di persone praticano il p2p...trattasi di "condivisione etica" senza fini di lucro...
    il verbo rubare non puo' applicarsi ad una persona che compra un oggetto e poi lo condivide senza fini di lucro con i propri amici reali o virtuali che siano...non ha nessun senso...altra definizione popolare di copyright potrebbe essere "licenzina del cavolo" oppure "protezionismo economico forzato" oppure "ultracapitalismo dispotico"...(dato che si cerca di mettere fuori legge l'altruismo per proteggere degli interessi economici...di 4 gatti...a scapito del resto dell'umanita'...)
    non+autenticato
  • Quando si parla di copyright e pirateria escono sempre fuori.

    Peccato che siano, nella migliore delle ipotesi, degli ipocriti.

    "matty", che ha divertito gli utenti di queste pagine negli ultimi giorni, non ha fatto che dipingersi come un sostenitore della legalità violando la legge sistematicamente.

    I videotecari acquistano all'estero supporti non destinati al noleggio e gli affittano come se fosse copie regolari per l'utilizzo che ne fanno.

    Sempre gli stessi, si sono inventati la "multiproprietà" dei supporti, cioè acquistano copie destinate alla vendita e li noleggiano, raffigurando invece di aver venduto una "quota di proprietà" del supporto.

    Se questi sono i difensori della legalità...
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > Quando si parla di copyright e pirateria escono
    > sempre
    > fuori.
    >
    > Peccato che siano, nella migliore delle ipotesi,
    > degli
    > ipocriti.
    >
    > "matty", che ha divertito gli utenti di queste
    > pagine negli ultimi giorni, non ha fatto che
    > dipingersi come un sostenitore della legalità
    > violando la legge
    > sistematicamente.
    Questa accusa è pesante, puoi indicarmi gentilmente in quale post? Sono curioso.


    > I videotecari acquistano all'estero supporti non
    > destinati al noleggio e gli affittano come se
    > fosse copie regolari per l'utilizzo che ne
    > fanno.
    Tecnicamente corretto, ma se ricordo bene il noleggiatore paga un tot per ogni copia noleggiata, a prescindere. Per cui che l'originale sia o meno "non destinato al noleggio", quella scritta ha valore solo se tu non sei in possesso della licenza per il noleggio.
    Il noleggiatore viola la legge quando noleggia senza corrispondere le dovute royalties agli aventi diritto, cosa assai più difficile da dimostrare e assai più letale per il videotechino se dimostrata.

    > Sempre gli stessi, si sono inventati la
    > "multiproprietà" dei supporti, cioè acquistano
    > copie destinate alla vendita e li noleggiano,
    > raffigurando invece di aver venduto una "quota di
    > proprietà" del
    > supporto.

    ...eh?

    > Se questi sono i difensori della legalità...
    Sul fatto che molti videotechini mi stanno un po' sulle balle non ci sono dubbi. Pero' la "multiproprietà" me la devi proprio spiegare.

    Ciao
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > > Quando si parla di copyright e pirateria
    > > escono sempre fuori.
    > > Peccato che siano, nella migliore delle
    > > ipotesi, degli ipocriti.
    > > "matty", che ha divertito gli utenti di
    > > queste pagine negli ultimi giorni, non ha
    > > fatto che dipingersi come un sostenitore
    > > della legalità violando la legge
    > > sistematicamente.

    > Questa accusa è pesante, puoi indicarmi
    > gentilmente in quale post? Sono
    > curioso.

    In tutti quelli in cui dava del "ladro", macchiandosi cosi' del reato penale di diffamazione.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Guybrush
    [...]
    > In tutti quelli in cui dava del "ladro",
    > macchiandosi cosi' del reato penale di
    > diffamazione.
    Be' si, ma il reato scatta solo in caso di querela, o no?

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Guybrush
    > [...]
    > > In tutti quelli in cui dava del "ladro",
    > > macchiandosi cosi' del reato penale di
    > > diffamazione.
    > Be' si, ma il reato scatta solo in caso di
    > querela, o
    > no?
    >
    > GT

    No è perseguibile in caso di querela, ma il reato c'è nel momento in cui dai del ladro al prossimo.
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Guybrush
    > [...]
    > > In tutti quelli in cui dava del "ladro",
    > > macchiandosi cosi' del reato penale di
    > > diffamazione.
    > Be' si, ma il reato scatta solo in caso di
    > querela, o no?

    > GT

    Se rapino una banca sono un rapinatore solo nel caso in cui mi becchino ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Guybrush
    [...]
    > Se rapino una banca sono un rapinatore solo nel
    > caso in cui mi becchino
    > ?
    Si tratta di reati contro l'onore (sto andando a scavare nei miei ricordi di giurisprudenza) e in questi casi non si procede d'ufficio.
    L'offeso deve dimostrare che c'è stata offesa.

    Nel caso di una rapina, al contrario, si procede d'ufficio e basta, tutt'al più, la denuncia.

    Ciao
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Guybrush
    > [...]
    > > Se rapino una banca sono un rapinatore solo
    > nel
    > > caso in cui mi becchino
    > > ?
    > Si tratta di reati contro l'onore (sto andando a
    > scavare nei miei ricordi di giurisprudenza) e in
    > questi casi non si procede
    > d'ufficio.
    > L'offeso deve dimostrare che c'è stata offesa.
    >
    > Nel caso di una rapina, al contrario, si procede
    > d'ufficio e basta, tutt'al più, la
    > denuncia.
    >
    > Ciao
    > GT

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3293669&m=329...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Guybrush
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: Guybrush
    > > [...]
    > > > Se rapino una banca sono un rapinatore
    > solo
    > > nel
    > > > caso in cui mi becchino
    > > > ?
    > > Si tratta di reati contro l'onore (sto
    > andando
    > a
    > > scavare nei miei ricordi di giurisprudenza)
    > e
    > in
    > > questi casi non si procede
    > > d'ufficio.
    > > L'offeso deve dimostrare che c'è stata
    > offesa.
    > >
    > > Nel caso di una rapina, al contrario, si
    > procede
    > > d'ufficio e basta, tutt'al più, la
    > > denuncia.
    > >
    > > Ciao
    > > GT
    >
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3293669&m=329

    Questa è Fiberizzazzione. Sappilo.
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > > Quando si parla di copyright e pirateria
    > escono
    > > sempre
    > > fuori.
    > >
    > > Peccato che siano, nella migliore delle
    > ipotesi,
    > > degli
    > > ipocriti.
    > >
    > > "matty", che ha divertito gli utenti di
    > queste
    > > pagine negli ultimi giorni, non ha fatto che
    > > dipingersi come un sostenitore della legalità
    > > violando la legge
    > > sistematicamente.
    > Questa accusa è pesante, puoi indicarmi
    > gentilmente in quale post? Sono
    > curioso.
    >

    Beh diffamare il prossimo dandogli del ladro quando non lo è, non è una violazione di legge?

    >
    > > I videotecari acquistano all'estero supporti
    > non
    > > destinati al noleggio e gli affittano come se
    > > fosse copie regolari per l'utilizzo che ne
    > > fanno.
    > Tecnicamente corretto, ma se ricordo bene il
    > noleggiatore paga un tot per ogni copia
    > noleggiata, a prescindere. Per cui che
    > l'originale sia o meno "non destinato al
    > noleggio", quella scritta ha valore solo se tu
    > non sei in possesso della licenza per il
    > noleggio.

    No scusa non è chiaro.
    Se non ho la licenza non posso nolleggiare, ergo della scritta non me ne frega nulla.
    Non noleggio e basta.

    > Il noleggiatore viola la legge quando noleggia
    > senza corrispondere le dovute royalties agli
    > aventi diritto

    E non lo fa attraverso l'acquisto delle copie "noleggio" che quindi costano di + di quelle regolari per la mera visione?
    Non lo so, domando.

    >
    > > Sempre gli stessi, si sono inventati la
    > > "multiproprietà" dei supporti, cioè
    > acquistano
    > > copie destinate alla vendita e li noleggiano,
    > > raffigurando invece di aver venduto una
    > "quota
    > di
    > > proprietà" del
    > > supporto.
    >
    > ...eh?
    >
    > > Se questi sono i difensori della legalità...
    > Sul fatto che molti videotechini mi stanno un po'
    > sulle balle non ci sono dubbi. Pero' la
    > "multiproprietà" me la devi proprio
    > spiegare.
    >

    Eh leggendo il famoso forum del "nemico" si sono inventati questo.
    Io videotechino compro una copia "vendita". Tu cliente vieni e mi dai 2 euro. i 2 euro non sono per il noleggio, ma per l'acquisto di una quota di proprietà del supporto specifico. Questa "quota di proprietà" ti da diritto a tenere a casa tua il supporto per 2 giorni. Poi lo restituisci in modo che gli altri "comproprietari" del supporto possano usfruirne. Insomma è un noleggio mascherato da vendita.
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > - Scritto da: Guybrush
    [...]
    > Eh leggendo il famoso forum del "nemico" si sono
    > inventati
    > questo.
    > Io videotechino compro una copia "vendita". Tu
    > cliente vieni e mi dai 2 euro. i 2 euro non sono
    > per il noleggio, ma per l'acquisto di una quota
    > di proprietà del supporto specifico. Questa
    > "quota di proprietà" ti da diritto a tenere a
    > casa tua il supporto per 2 giorni. Poi lo
    > restituisci in modo che gli altri
    > "comproprietari" del supporto possano usfruirne.
    > Insomma è un noleggio mascherato da
    > vendita.

    E' un noleggio punto e basta.
    Hai mica il link al loro forum dove si legge questa genialata? Perché subito dopo lo segnalo al 117.

    Ciao
    GT
  • Vedo che oggi ne hai scacciati di tasti per rispondere a matty.

    Dico la mia: il punto è che la gente non riesce a riconoscere il VALORE di un'opera dell'ingegno, che può arrivare a tali livelli alti da essere ricordato per secoli.

    Premesso questo, esiste la possibilità dello sfruttamento economico di tali "idee" (che è pure riconosciuta dalla carta dei diritti dell'uomo) e pertanto è nata anche l'esigenza di "normare" tale possibilità, con le dovute richieste di tutela.
    Ovvio che non nascondo gli aspetti anacronistici dell'attuale legge sul diritto d'autore italiana, ma ciò non può giustificare la condotta dello scaricamento selvaggio come puro atto di libertà d'informazione, espressione e bla bla bla.
    Le posizioni delle major sono sacrosante, come pure, qui lo dico e qui lo nego, di chi scarica.
    Nello stato attuale, tuttavia, l'attività che maggiormente è parassitaria non è il business delle major, ma di chi, facendo leva sul fenomeno della pirateria, ci lucra sopra, creando e alimentando false ideologie!!!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Vedo che oggi ne hai scacciati di tasti per
    > rispondere a
    > matty.

    Era venerdi.
    I server funzionavano a meraviglia.
    Nessun allarme dalla sala macchine.
    Nessun utente con anomalie o stranezze.
    Mi sarei annoiato se non fosse stato per lui...

    > Dico la mia: il punto è che la gente non riesce a
    > riconoscere il VALORE di un'opera dell'ingegno,
    > che può arrivare a tali livelli alti da essere
    > ricordato per secoli.

    La gente ci riesce eccome.
    La gente adora gli artisti, ne conosce vita e miracoli.
    La gente si e' fatta chilometri e ore di coda per vedere Scanu, ieri sera, tanto per fare un esempio.
    Perche' dici che la gente non riconosce questo valore?

    > Premesso questo, esiste la possibilità dello
    > sfruttamento economico di tali "idee" (che è pure
    > riconosciuta dalla carta dei diritti dell'uomo) e
    > pertanto è nata anche l'esigenza di "normare"
    > tale possibilità, con le dovute richieste di
    > tutela.

    Ma questo e' sacrosanto: chi canta dal vivo canzoni di altri, o chi recita dal vivo opere di altri, e' giusto che tra di loro vi sia un tornaconto economico.
    O se una TIM vuole usare una certa canzone per pubblicizzare le sue schede, e' giusto che paghi.
    Laddove c'e' uno sfruttamento economico, io sono perfettamente favorevole a riconoscerlo e compensarlo.

    > Ovvio che non nascondo gli aspetti anacronistici
    > dell'attuale legge sul diritto d'autore italiana,
    > ma ciò non può giustificare la condotta dello
    > scaricamento selvaggio come puro atto di libertà
    > d'informazione, espressione e bla bla
    > bla.

    Non e' scaricamento selvaggio: e' fairy use.

    > Le posizioni delle major sono sacrosante, come
    > pure, qui lo dico e qui lo nego, di chi
    > scarica.

    Chi scarica e' in numero leggermente maggiore: circa 4 o 5 ordini di grandezza in piu'. Applicando uno dei principi democratici, quello sulla maggioranza...

    > Nello stato attuale, tuttavia, l'attività che
    > maggiormente è parassitaria non è il business
    > delle major, ma di chi, facendo leva sul fenomeno
    > della pirateria, ci lucra sopra, creando e
    > alimentando false
    > ideologie!!!

    Per costoro c'e' solo l'imbarazzo della scelta: ghigliottina, forca, garrota, rogo, impalatura, squartamento, lapidazione...
    Sempre che non preferiscano levarsi dalle balle da soli e in silenzio.
  • Vedi, non capisce, anche se gli spieghi le cose decine di volte.

    Solo una nota: parli di maggioranza democratica, la stessa che nel '33 votò Hitler e lo mandò al potere.
    Auguri.
    non+autenticato
  • riposta senza senso...mamma mia.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > riposta senza senso...mamma mia.

    Che pretendi? Ha passato la notte a rosicare, e stamattina era già qui... difficile essere lucidi quando non si dorme e già il QI di partenza tende allo zero.
    Izio01
    4531
  • E ho dimenticato: c'è anche chi sostiene che il fatto di non aver commissionato un prodotto, ti autorizza a rubarlo.

    Ipotizziamo che tu produca a casa tua 100 bottiglie di pomodoro.
    Io vengo a casa tua e te le rubo. E ti dico: 'Non te le ho commissionate, quindi posso rubartele'.
    non+autenticato
  • Paragonare un bene fisico con un bene immateriale....e sempre stata una debolezza dei pirate haters.
    Sgabbio
    26177
  • Esistono i beni mobili e quelli immobili.
    Visto che la società si evolve (o dovrebbe) non vedo il problema a riconoscere i beni immateriali. Per me è dunque emancipazione del genere umano.
    Rifletti e riflettete!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Esistono i beni mobili e quelli immobili.
    > Visto che la società si evolve (o dovrebbe) non
    > vedo il problema a riconoscere i beni
    > immateriali. Per me è dunque emancipazione del
    > genere
    > umano.
    > Rifletti e riflettete!

    appunto la società si evolve...
    arriva tu a trarre tutte le conclusioni del tuo ragionamento...
    non+autenticato
  • quindi capisci che paragonare un bene immateriale ad un bene fisico e assurdo ? Parlare di furto su una copia di un bene immateriale e una idiozia ?
    Sgabbio
    26177
  • Non sto parlando di furto ma di dare valore anche ai beni immateriali.
    Riconosco però che la mia risposta si mal colloca sotto il post di matty.
  • Raffrontare il mercato musicale con quello del cinema è quanto mai assurdo.
    La logica degli investimenti è diversa, nonchè la modalità stessa di fruizione dei contenuti. Dichiarare poi che iTunes rappresenta un monopolio è l'affermazione più ridicola che ho sentito/letto oggi (e sì, visto che su PI se ne leggono tutti i gg)!

    Scommetiamo che questo CEO avrà carriera breve?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Raffrontare il mercato musicale con quello del
    > cinema è quanto mai
    > assurdo.

    Chi ha detto questa assurdita'? Il ceo della miramax?

    > La logica degli investimenti è diversa, nonchè la
    > modalità stessa di fruizione dei contenuti.

    Sai perche' ne' io ne' te diventeremo mai CEO di niente?
    Perche' un po' di cervello ce lo abbiamo.

    > Dichiarare poi che iTunes rappresenta un
    > monopolio è l'affermazione più ridicola che ho
    > sentito/letto oggi (e sì, visto che su PI se ne
    > leggono tutti i gg)!
    >
    > Scommetiamo che questo CEO avrà carriera breve?

    Ti piace vincere facile? A bocca aperta
  • > Sai perche' ne' io ne' te diventeremo mai CEO di
    > niente?
    > Perche' un po' di cervello ce lo abbiamo.

    Questa me la devo scrivere!
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Ti piace vincere facile? A bocca aperta

    Beccato! A bocca aperta
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Ti piace vincere facile? A bocca aperta
    >
    > Beccato! A bocca aperta

    'scolta, ma quel matty li' e' un conoscente tuo?
    Ce lo hai mandato tu qui?
    Mi e' sembrato che fosse in confidenza con te in una delle sue numerose freneticazioni.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > Ti piace vincere facile? A bocca aperta
    > >
    > > Beccato! A bocca aperta

    > 'scolta, ma quel matty li' e' un conoscente tuo?
    > Ce lo hai mandato tu qui?
    > Mi e' sembrato che fosse in confidenza con te in
    > una delle sue numerose freneticazioni.

    Dopo attenta analisi... Secondo me e' Fiber, lo stire e' lo stesso... oppure un bot con gli stessi algoritmi ma diverso dizionario.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: ThEnOra
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > >
    > > > > Ti piace vincere facile? A bocca aperta
    > > >
    > > > Beccato! A bocca aperta
    >
    > > 'scolta, ma quel matty li' e' un conoscente
    > tuo?
    > > Ce lo hai mandato tu qui?
    > > Mi e' sembrato che fosse in confidenza con
    > te
    > in
    > > una delle sue numerose freneticazioni.
    >
    > Dopo attenta analisi... Secondo me e' Fiber, lo
    > stire e' lo stesso... oppure un bot con gli
    > stessi algoritmi ma diverso
    > dizionario.

    Se è Fiber, è allora di mia proprietà
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: ThEnOra
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > >
    > > > > Ti piace vincere facile? A bocca aperta
    > > >
    > > > Beccato! A bocca aperta
    >
    > > 'scolta, ma quel matty li' e' un conoscente
    > tuo?
    > > Ce lo hai mandato tu qui?
    > > Mi e' sembrato che fosse in confidenza con
    > te
    > in
    > > una delle sue numerose freneticazioni.
    >
    > Dopo attenta analisi... Secondo me e' Fiber, lo
    > stire e' lo stesso... oppure un bot con gli
    > stessi algoritmi ma diverso
    > dizionario.

    Non appena ricompare, se mai dovesse ricomparire, comincero' a buttare il discorso sui bug del colapasta, e vediamo come reagisce.
  • No, non lo conosco affatto ma sembra un niubbo del copyright oppure un vecchio dirigente ecc... mi sa di più la seconda...
    Tuttavia non ho letto molto di ciò che ha scritto, quindi la mia è solo una sensazione.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > No, non lo conosco affatto ma sembra un niubbo
    > del copyright oppure un vecchio dirigente ecc...
    > mi sa di più la
    > seconda...
    > Tuttavia non ho letto molto di ciò che ha
    > scritto, quindi la mia è solo una
    > sensazione.

    Si, il vecchio dirigente che non ha niente da fare quando non conta i soldi, e' una spiegazione plausibile.
    Soprattutto per come non quota.

    Non ti sei perso niente se non lo hai letto, solo freneticazioni che si possono riassumere in: "la nuova tecnologia mi taglia fuori e quindi la devo osteggiare aggrappandomi a qualunque cosa".
  • Una curiosità, ma come fai a tener traccia delle risposte ai tuoi post?
    Usi la funzione notifica di PI? Io non la uso perchè mi generava troppo spam!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)