Autorizzate in Cina le webinfo sul sesso

Per la prima volta il regime avvia un programma di informazione su sessualità e riproduzione su web, superando storiche censure. Il tutto è gestito, naturalmente, dal ministero preposto

Pechino - Siamo ancora molto lontani dalla libertà di informazione ma viene salutata da più parti come un grande passo avanti la decisione delle autorità cinesi di dar vita ad un sito interamente dedicato alla sessualità e alla riproduzione. La creazione di un sito del genere per la prima volta supera gli ostacoli dovuti ad una tradizionale forte pudicizia su argomenti tanto delicati.

La scelta di sfruttare internet appare ovvia, in un paese nel quale l'accesso ha conosciuto un boom senza precedenti, tanto che oggi si stima che i cinesi che utilizzino internet siano tra i 25 e i 30 milioni di individui. Ed è senz'altro significativo che una parte delle spese del sito, e dei contenuti, siano state coperte dalle Nazioni Unite.

Secondo il China Daily, la stessa nascita del sito, che si occupa delle malattie sessualmente trasmissibili, di controllo delle nascite e più in generale di sessualità, è peraltro dettata dalla sempre più sentita esigenza di informare sulla questione soprattutto i giovani.
In Cina, infatti, l'età in cui si hanno i primi rapporti sessuali va rapidamente abbassandosi mentre crescono progressivamente i casi di patologie legate all'attività sessuale, in primis l'AIDS. Altri problemi sono quelli di sempre: controllo delle nascite, gravidanze non volute, aborto e altro ancora.

Il sito è a questo indirizzo: www.youandme.net.cn
6 Commenti alla Notizia Autorizzate in Cina le webinfo sul sesso
Ordina
  • il mio browser non riconosce i caratteri... come devo fare?
    non+autenticato
  • penso che devi installarti i relativi charset......
    ma scusa....se riesci a vedere i loro caratteri.....riesci anche a leggerli?Sorride

    ( non fanno parte ne' dell'alfabeto romano, ne di quello cirillico )
    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    > penso che devi installarti i relativi
    > charset......
    > ma scusa....se riesci a vedere i loro
    > caratteri.....riesci anche a leggerli?Sorride
    Secondo me e' andato sul sito per vedere le figure Sorride
    non+autenticato
  • Non e' buffo come proprio i comunisti, che dovrebbero essere immuni dalle porcherie insegnate da certe religioni, non riescano ad essere aperti sul sesso?
    non+autenticato
  • a volte il senso di trasgressione aumenta la soddisfazione Occhiolino
    ora mi aspetto qualche altro fine e spiritoso politologo che sostenga che finora il controllo delle nascite lo facevano mangiando i bambini
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non e' buffo come proprio i comunisti, che
    > dovrebbero essere immuni dalle porcherie
    > insegnate da certe religioni, non riescano
    > ad essere aperti sul sesso?
    Purtroppo la Cina ha avuto negli ultimi 20 anni un involuzione
    maschilista e sessuofoba,oltre che un nuovo autoritarismo
    e un ritorno al capitalismo....detto cio molti compagni sostengono apertamente il libero amore
    Il problema della sessuofobia (molto forte in cina) avviene molto nelle societa maschiliste prima della rivoluzione non vi era in URSS (forse perche negli anni 70 la rivoluzione c'era da molti anni(nonostante le critiche da fare a quell'esperienza)) discorso a parte la "pornofobia" dei paesi socialisti : la pornografia come la prostituzione e' simbolo delle ipocrisie borghesi dell'ipocrisia della "coppia" e della "fedelta" e della sessuofobia borghese, infatti pornografia e prostituzione sono diffusi molto nelle societa puritane.

    OpenCurcio
    ** ...che quella gentaglia rinchiusa la dentro del libero amore facea professione del resto mia cara di che si stupisce anche l'operaio vuole il figlio dottore non c'e' piu morale contessa...**


    non+autenticato