Alfonso Maruccia

Se i vigilanti giocano col P2P

Curioso esperimento messo in atto da una società assoldata per contrastare la pirateria di videogame sui circuiti di file sharing. E Deus Ex diventa un questionario per raccogliere informazioni sui pirati

Roma - Consapevole del fatto di non poter bloccare i condivisori del P2P e la loro glaciale efficienza nel distribuire quasi tutti i videogame di successo sui circuiti di file sharing, Vigilant Defender ha deciso di seguire la strada opposta: la società di contrasto alla "pirateria" telematica ha distribuito il codice dell'attesissimo Deus Ex (versione PC) - con tanto di questionario per gli utenti sulle loro abitudini di acquisto e download.

Spacciandosi per note crew attive sulla scena "warez", Vigilant ha distribuito il codice del gioco (apparentemente "ottenuto" da terze parti) con tanto di crack sui circuiti BitTorrent più frequentati, usando seedbox presi in affitto per velocizzare la diffusione della copia.

Dopo i primi livelli di gioco, però, la copia di Deus Ex spacciata da Vigilant era programmata per tornare al desktop e redirigere l'utente su un questionario da compilare online: le domande, neanche a dirlo, vertevano tutte sul prezzo ideale per un videogame commerciale, sulle motivazioni che avevano spinto al download della copia illegale e sull'eventuale intenzione di acquistarne una versione legittima in seguito.
James Grimshaw, founder di Vigilante Defender, dice di aver agito autonomamente, senza alcuna collaborazione da parte di Eidos - publisher di Deus Ex. Da soli, i produttori e le software house non avrebbero mai acconsentito a questo genere di esperimenti, sostiene Grimshaw, tuttavia la speranza dell'azienda è che i dati raccolti con il questionario possano risultare utili a "ripristinare l'equilibrio" fra download pirata e copie vendute nel mercato dei videogame.

Alfonso Maruccia
30 Commenti alla Notizia Se i vigilanti giocano col P2P
Ordina
  • Come da oggetto. Disobbedienza civile? O utonti cerebrolesi?Sorride
  • Se i giochi costassero al massimo 5 euro ,
    non ci sarebbe motivo utile per condividere.
    Sopprattuto per i giochi moderni ,che in 3 giorni li finisci.

    Però sappiamo tutti che è più facile arrestare un 12enne perchè cercava di scaricare il gioco del re leone,piuttosto che utilizzare un pò di buon senso.
    non+autenticato
  • Le softwarehouse devo adattarsi per rendere le copie pirata sconvenienti. Continuano ad introdurre metodi di protezione che infastidiscono solamente i legittimi proprietari dei giochi. I prezzi sono esagerati e sproporzionati (giochi scadenti a 60€ come altri capolavori).
    È un po' come farsi il pane a casa. I panifici guadagnano meno ma sicuramente li trovi un pane decisamente più buono e di qualità.
  • Bhe, prima di tutto non devono disincentivare l'acquisto. Se uno sa i mille paletti che deve subire quando acquista un gioco su pc, perde la voglia.
    Sgabbio
    26177
  • Il primo fra tutto che odio dal profondo è la connessione internet permanente per giocare in single player ... da completi dementi. In questi casi acquisto il gioco originale perche mi piace averlo originale, ma solo dopo che ho scaricato il crack.
    non+autenticato
  • perche' dovrei pagare per una copia che posso trovare gratis, se questi non riescono a vendere e' giusto che la loro naturale evoluzione professionale sia l'estinzione, dobbiamo combattere condividendo il piu' possibile il materiale protetto per diffondere la cultura, non ci fermeranno mai, se questi fanno giochi di scarsa qualita' non meritano di essere pagati, dovrebbero puntare su altro (tipo delle rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con attori o marionette)

    manca altro?
    non+autenticato
  • - Scritto da: formichiere

    > dovrebbero puntare su altro (tipo delle
    > rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con
    > attori o marionette)

    Ma sei serio sulle rappresentazioni dal vivo?
    Tu pagheresti per queste cose, rispondi onestamente.

    Se devi pagare un valore aggiunto non e' forse meglio pagare per un bel paccone di livelli aggiuntivi oppure armi e personaggi personalizzati piuttosto che per vedere quattro giullari che saltano?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Magenta
    >
    > Ma sei serio sulle rappresentazioni dal vivo?
    > Tu pagheresti per queste cose, rispondi
    > onestamente.

    Io lo fareiSorride

    > Se devi pagare un valore aggiunto non e' forse
    > meglio pagare per un bel paccone di livelli
    > aggiuntivi oppure armi e personaggi
    > personalizzati piuttosto che per vedere quattro
    > giullari che saltano?

    Per me no.

    Comprare una mappa o armi aggiuntive va bene in certi casi, ma vedere "quattro giullari che saltano", se è fatto bene, è 1000 volte meglio.

    Fai finta di trovarti in mezzo ad una ambientazione stile Assassin's Creed e vedere dal vivo degli stuntman che si arrampicano su muri, saltano da un palazzo all'altro e combattono.
    Sarà una cosa che dura 10 minuti, ma a me produrrebbe emozioni ben differenti rispetto a provare una nuova mappa o una nuova arma.
  • - Scritto da: Hedgefox
    > - Scritto da: Magenta
    > >
    > > Ma sei serio sulle rappresentazioni dal vivo?
    > > Tu pagheresti per queste cose, rispondi
    > > onestamente.
    >
    > Io lo fareiSorride

    Questa per esempio e' un capolavoro.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Hedgefox
    > > - Scritto da: Magenta
    > > >
    > > > Ma sei serio sulle rappresentazioni dal
    > vivo?
    > > > Tu pagheresti per queste cose, rispondi
    > > > onestamente.
    > >
    > > Io lo fareiSorride
    >
    > Questa per esempio e' un capolavoro.
    >

    LOL
    Geniale
    non+autenticato
  • - Scritto da: Magenta

    > Se devi pagare un valore aggiunto non e' forse
    > meglio pagare per un bel paccone di livelli
    > aggiuntivi oppure armi e personaggi
    > personalizzati piuttosto che per vedere quattro
    > giullari che
    > saltano?

    Se il game e' moddabile, dagli un anno e la rete si riempie di livelli, armi personaggi e scenari fatti dai fans, tutto gratis!
    Se il game invece non e' moddabile, allora fa schifo.
  • - Scritto da: formichiere
    > perche' dovrei pagare per una copia che posso
    > trovare gratis, se questi non riescono a vendere
    > e' giusto che la loro naturale evoluzione
    > professionale sia l'estinzione, dobbiamo
    > combattere condividendo il piu' possibile il
    > materiale protetto per diffondere la cultura, non
    > ci fermeranno mai, se questi fanno giochi di
    > scarsa qualita' non meritano di essere pagati,
    > dovrebbero puntare su altro (tipo delle
    > rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con
    > attori o
    > marionette)
    >
    > manca altro?

    Non sono d'accordo

    Io sarei favorevole ad una cosa più equa e cioè aver i videogiochi ad un prezzo più abbordabile. Non è possibile dover spendere 60 euro per un gioco appena uscito. Non sono neanche d'accordo sul fatto che per questo debba esser scaricato. Se un gioco mi piace lo compro, anche perchè mi piace averlo originale ma la cosa che mi secca è dover tirare fuori secchiate di soldi per rimanere nella legalità. Oltre al fatto che devo per forza scegliere un gioco anche se ne vorrei acquistare 3(facendo quindi perdere ipotetici guadagni alle case che producono gli altri due giochi)...Se costassero 30 euro invece che 60 secondo me venderebbero di più oltre che limiterebbero la pirateria
    non+autenticato
  • ricordiamo i "grandi" giochi a 5 euro su steam... il primo giorno dopo un'ora o due avevano esaurito i seriali disponibili. Non ho il link sottomano ma di sicuro qualcuno se lo ricorda
    non+autenticato
  • C'è stato un momento di barlume della ragione in cui i giochi costavano 19.90 Euri ... a fare strada era stata la Fx ...
    non+autenticato
  • è quello che dico io da secoli..
    non+autenticato