Claudio Tamburrino

USA, seconda condanna per Samsung sui brevetti Apple

I prodotti Galaxy considerati in violazione delle privative di Cupertino da un giudice a stelle e strisce. Ma per il momento nessuna limitazione alle importazioni. Apple dovrÓ dimostrare la validitÓ dei suoi brevetti

Roma - Il giudice Lucy Koh del Distretto Nord della California, uno dei fori che ha sempre mostrato preferenza per l'accusa nei casi di denuncia per violazione di proprietà intellettuale, ha dato parziale ragione ad Apple che aveva puntato il dito contro Samsung.

Presso la corte statunitense Cupertino contestava alla coreana di aver impiegato nei dispositivi della linea Galaxy tecnologie Apple, relative all'interfaccia utente TouchWiz e a proprietà intellettuale legata al design e alla confezione dei device. Uno dei momenti più cinematografici del processo ha visto il giudice Koh sollevare un iPad e un Galaxy, chiedendo agli avvocati Samsung di riconoscere il dispositivo Android e ottenendo una risposta (esatta) solo dopo qualche tempo e solo da uno di essi.

Alla fine, secondo il giudice i brevetti e i brevetti di design contestati da Apple sembrerebbero effettivamente violati dai prodotti Samsung. D'altra parte, il giudice ha anche detto che Cupertino deve dimostrare che tali titoli di privativa siano effettivamente validi, questione che non ritiene affatto scontata. Anche per questo, ha rifiutato di bloccare le importazioni dei prodotti considerati in violazione: Apple aveva chiesto l'ingiunzione per la violazione dei suoi "brevetti di utilità" e ancora non per quelli di design, per cui il giudice si potrebbe riservare una decisione differente.
Proprio sulla linea dell'invalidità dei brevetti Apple si sta muovendo ora il team legale di Samsung. Alla stessa corte, poi, la coreana aveva già depositato una controdenuncia con cui contesta a Cupertino la violazione di 10 suoi brevetti, in generale relativi a tecnologia wireless.

Apple ha colto l'occasione di questa prima parziale sentenza statunitense favorevole per dire che "non è una coincidenza che gli ultimi prodotti Samsung assomiglino molto a iPhone e iPad, sia nella forma dell'hardware, sia nell'interfaccia utente che addirittura nel packaging". Non abbandonando l'atteggiamento particolarmente aggressivo, Cupertino aveva peraltro chiesto alla corte australiana che gli aveva già concesso un'ingiunzione contro le importazioni di Galaxy Tab 10.1 di costringere Samsung a mostrargli i suoi prossimi prodotti, per scongiurare il rischio di ulteriori "copie" indebite di suoi dispositivi o versioni del tablet incriminato con nomi diversi. La richiesta, tuttavia, è stata stavolta respinta.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
200 Commenti alla Notizia USA, seconda condanna per Samsung sui brevetti Apple
Ordina
  • perchè se Apple produce un oggetto di qualità superiore ( questo è quello che apertamente sostiene chiunque abbia un prodotto Apple ) è spaventata dalla concorrenza che non da quella qualità di cui parlano, tanto da trascinare in tribunale un concorrente?

    Chi parla di Apple, di solito concorda sul fatto che la dotazione hardware non è al passo con la concorrenza, ma fanno del software la chiave, la forza del prodotto. Ora io dico, se il software che gestisce i(variabile stringa a caso) è superiore ad ogni altro, nessuno lo monterà sul proprio device no? Allora da cosa effettivamente Apple si vuole difendere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adaron
    >
    > perchè se Apple produce un oggetto di qualità
    > superiore ( questo è quello che apertamente
    > sostiene chiunque abbia un prodotto Apple ) è
    > spaventata dalla concorrenza che non da quella
    > qualità di cui parlano, tanto da trascinare in
    > tribunale un concorrente?

    facile.

    perchè ricorda il passato, quando MS copiò il prototipo del Macintosh, e uscì col suo clone Windows che girava sui cloni IBM a basso prezzo, pappandosi così tutto il mercato grazie ai prezzi bassi.

    prezzi bassi permessi da:
    1. costi di ricerca pari a zero: tutto copiato dal Mac
    2. hardware di bassa qualità, anche in questo caso realizzato clonando un prodotto per il quale un'altra azienda si era sobbarcata i costi di ricerca (IBM)

    in una delle ultime scene di "i pirati di silicon valley", quando Jobs viene a conoscenza di windows e dei cloni IBM, si rivolge a Gates dicendo "la nostra roba è migliore". Gates si ferma e risponde: "allora non hai capito: questo non ha importanza!"

    ed aveva ragione.

    ecco, hai la tua spiegazione


    android sta ricalcando la stessa identica strada di windows, ma stavolta apple ha imparato la lezione
    non+autenticato
  • Quello che mi hai detto però in realtà spiega solo perchè le persone hanno permesso la diffusione di Windows: il basso costo a fronte di un uso tutto sommato buono.

    Ora, se un utente vuole il meglio ( e diciamo qui per esempio che Apple sia il meglio ) ha comunque la libertà di comprarlo preferendolo ad altri. Il fatto è semmai che se qualcuno offre di meno per un prodotto tutto sommato simile, e quindi la persona media compra ciò che più conviene al suo portafoglio. Non mi pare un comportamento da biasimare.

    Seguendo quello che mi hai detto tu, per esempio la Porche dovrebbe citare in giudizio la Dacia perchè avendo "copiato" l'idea del SUV vende potenzialmente più esemplari perchè costano meno. Questo non toglie però che le caratteristiche siano molto differenti ed ognuno abbia un suo mercato.

    Il problema secondo me è che quando due oggetti fanno le stesse cose, e uno costa meno, chi lo vende più caro dovrebbe fermarsi un attimo e capire cosa c'è che non va nel suo modo di produrre o fare mercato. Tu come la vedi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adaron
    >
    > Quello che mi hai detto però in realtà spiega
    > solo perchè le persone hanno permesso la
    > diffusione di Windows: il basso costo a fronte di
    > un uso tutto sommato buono.

    no, spiega anche perchè apple stavolta sia stata attenta a brevettare tutto, e non esiti a far valere i suoi brevetti ove necessario.

    se non lo facesse, la storia dei cloni si ripeterebbe, con android al posto di windows

    >
    > Ora, se un utente vuole il meglio ( e diciamo qui
    > per esempio che Apple sia il meglio ) ha comunque
    > la libertà di comprarlo preferendolo ad altri. Il
    > fatto è semmai che se qualcuno offre di meno per
    > un prodotto tutto sommato simile, e quindi la
    > persona media compra ciò che più conviene al suo
    > portafoglio. Non mi pare un comportamento da
    > biasimare.

    infatti il comportamento da biasimare non è quello dell'utente, che giustamente farà la sua scelta.

    ciò che va criticato è il comportamento di chi copia, perchè non permette a chi ha investito in ricerca di ottenere i giusti introiti, che serviranno per ulteriore ricerca

    >
    > Seguendo quello che mi hai detto tu, per esempio
    > la Porche dovrebbe citare in giudizio la Dacia
    > perchè avendo "copiato" l'idea del SUV

    ALT. Apple non sta a rincorrere tutti quelli che hanno prodotto un tablet.

    Apple sta rincorrendo questi signori

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    > Questo non toglie però che le caratteristiche
    > siano molto differenti ed ognuno abbia un suo
    > mercato.

    molto differenti, si è visto

    >
    > Il problema secondo me è che quando due oggetti
    > fanno le stesse cose, e uno costa meno, chi lo
    > vende più caro dovrebbe fermarsi un attimo e
    > capire cosa c'è che non va nel suo modo di
    > produrre o fare mercato. Tu come la
    > vedi?

    chiediti perchè costa meno.

    se ipoteticamente uno dei due ha fatto anni di ricerca e sviluppo, e l'altro si è limitato a creare un clone, a chi dei due sarà costato maggiormente creare il prodotto?
    non+autenticato
  • Mah, la faccenda degli anni di ricerca mi sembra una cosa discutibile. Del resto anche Apple usa delle tecnologie che non ha sviluppato da sola, e che sicuramente sta sfruttando (non dico illegalmente) come altri sfruttano i suoi.
    Normalmente io so che qualsiasi prodotto, per legge di mercato, ha un costo elevatissimo all'inizio, proprio per coprire gli studi fatti su di esso e lo sforzo profuso nel produrlo, ma quando raggiunge una certa maturità, il prezzo si abbassa e si stabilizza per poi calare drasticamente a favore dei successori.
    Mi viene in mente per esempio le console per videogiochi, all'inizio costano un botto, ma poi sono alla portata di molti, e molti infatti le comprano.
    Allora mi viene da pensare, che i prezzi alti che Apple fa, non siano proprio tutti spesi per questi loro sforzi di ricerca (che poi non penso sia l'unica che ricerca, se andiamo a vedere la stragrande maggioranza dei monitor che io ho visto montati sui portatili sono di samsung per esempio).
    O no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adaron
    > Mah, la faccenda degli anni di ricerca mi sembra
    > una cosa discutibile.

    No, oggettivamente non lo è.

    > Del resto anche Apple usa
    > delle tecnologie che non ha sviluppato da sola, e
    > che sicuramente sta sfruttando (non dico
    > illegalmente) come altri sfruttano i
    > suoi.

    Certo, ad esempio Apple non ha inventato le viti. Le compra già inventate.

    > Normalmente io so che qualsiasi prodotto, per
    > legge di mercato, ha un costo elevatissimo
    > all'inizio, proprio per coprire gli studi fatti
    > su di esso e lo sforzo profuso nel produrlo,

    Appunto.

    > ma
    > quando raggiunge una certa maturità, il prezzo si
    > abbassa e si stabilizza per poi calare
    > drasticamente a favore dei
    > successori.

    Certo, se i successori sono quasi uguali.
    Se invece i successori sono innovativi, allora questo abbassamento di prezzo non ci sarà.
    E poi dove sta scritto che, ad esempio, 7 anni di sviluppo debbano ripagarsi in 1 anno di vendite? Se fosse così l'iPhone sarebbe costato il doppio o il triplo, chi lo sa.

    > Mi viene in mente per esempio le console per
    > videogiochi, all'inizio costano un botto, ma poi
    > sono alla portata di molti, e molti infatti le
    > comprano.

    E per quanti anni la console resta sempre la stessa? PlayStation II è in vendita da oltre 10 anni. Nata nel 2000 aveva un ciclo di vita previsto di DIECI ANNI:
    http://en.wikipedia.org/wiki/PlayStation_2#History
    The original life span for the console was set at 10 years, but according to Sony, its lifecycle will continue as long as developers continue to make new games for the system, and as long as the console and its games continue to sell.

    Quindi Sony ha deciso il prezzo basandosi su una vita prevista di 10 anni, che avrebbe ripagato lo sviluppo e creato l'utile necessario a sviluppare la versione successiva.

    Ti pare che uno smartphone venga prodotto per durare 10 anni nel mercato?
    Uno smartphone dura mediamente 1 anno nel mercato. Non potendo quindi caricare i costi di sviluppo in solo anno (altrimenti dovrebbero venderlo a 7000 euro, non 700), allora i costi di sviluppo del primo modello devono essere spalmati sui, ad esempio 10 modelli successivi. Per questo il prezzo non si abbasserà mai.

    > Allora mi viene da pensare, che i prezzi alti che
    > Apple fa, non siano proprio tutti spesi per
    > questi loro sforzi di ricerca (che poi non penso
    > sia l'unica che ricerca, se andiamo a vedere la
    > stragrande maggioranza dei monitor che io ho
    > visto montati sui portatili sono di samsung per
    > esempio).
    > O no?

    Questo nesso con i monitor non l'ho capito.
    ruppolo
    33146
  • se non ricordo male è stata l'IBM a cercare la microsft per un OS e non gli ha vietato di venderlo ad altri, e non si è impegnata attivamente a bloccare i cloni. La microsoft ha visto tanti potenziali altri clienti e ne ha approffitato.
    Inoltre se ti riferisci a windows che copia la gui apple, ricordati che a sua volta la apple l'ha presa dalla xerox....
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmm
    > se non ricordo male è stata l'IBM a cercare la
    > microsft per un OS e non gli ha vietato di
    > venderlo ad altri,

    Ovvio, non lo ha comprato, ha solo accettato di pagare un tot a licenza per ogni singola macchina.
    È palese che IBM non credeva che il PC avrebbe avuto successo, altrimenti avrebbe acquistato il DOS.

    > e non si è impegnata
    > attivamente a bloccare i cloni.

    Non poteva, visto che non brevettò il PC. E non lo brevettò proprio perché non ci credeva.
    Il reparto che sviluppava il PC veniva preso in giro dagli altri.

    > La microsoft ha
    > visto tanti potenziali altri clienti e ne ha
    > approfittato.

    E vorrei ben vedere, ha fatto bene!
    L'unica cosa deplorevole che ha fatto Microsoft a quel tempo è stato di ricettare il DOS da Tim Paterson.

    > Inoltre se ti riferisci a windows che copia la
    > gui apple, ricordati che a sua volta la apple
    > l'ha presa dalla
    > xerox....

    "Presa" si, come si prende il latte al supermercato. Poi si va alla cassa e si paga. Non ha messo il latte sotto la giacca...
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: Adaron
    > perchè se Apple produce un oggetto di qualità
    > superiore ( questo è quello che apertamente
    > sostiene chiunque abbia un prodotto Apple ) è
    > spaventata dalla concorrenza che non da quella
    > qualità di cui parlano, tanto da trascinare in
    > tribunale un
    > concorrente?
    >
    > Chi parla di Apple, di solito concorda sul fatto
    > che la dotazione hardware non è al passo con la
    > concorrenza, ma fanno del software la chiave, la
    > forza del prodotto. Ora io dico, se il software
    > che gestisce i(variabile stringa a caso) è
    > superiore ad ogni altro, nessuno lo monterà sul
    > proprio device no? Allora da cosa effettivamente
    > Apple si vuole
    > difendere?

    non è la APPLE spaventata dalla concorrenza

    è la CONCORRENZA spaventata da apple...

    e questo è evidente. samsung docet
  • - Scritto da: Adaron
    > perchè se Apple produce un oggetto di qualità
    > superiore ( questo è quello che apertamente
    > sostiene chiunque abbia un prodotto Apple ) è
    > spaventata dalla concorrenza che non da quella
    > qualità di cui parlano, tanto da trascinare in
    > tribunale un
    > concorrente?

    Questo accade quando la concorrenza si spinge a copiare per fare lo stesso oggetto, o quanto meno per trarre in inganno il consumatore, con un oggetto che sembra uguale pur essendo di qualità inferiore.

    Chiunque ne avrebbe giustamente timore, perché dopo aver investito molti soldi, le prime vendite sono quelle che ti ripagano. Se le perdi vai a gambe all'aria. Non è che puoi aspettare 2 anni per vendere ai clienti gabbati dalla copia...
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo

    > Chiunque ne avrebbe giustamente timore, perché
    > dopo aver investito molti soldi, le prime vendite
    > sono quelle che ti ripagano. Se le perdi vai a
    > gambe all'aria. Non è che puoi aspettare 2 anni
    > per vendere ai clienti gabbati dalla
    > copia...

    Rispondi a questa semplice domanda:
    Apple e' stata ripagata con le prime vendite?

    Se si, di che cosa stiamo parlando?
    Se no, perche' continui a sbadierare immensi profitti trimestrali, manco fossero soldi tuoi?


    P.S. mi potresti postare una foto di una fila di persone urlanti, davanti ad un negozio Samsung, per prendersi il galaxy pad?
  • ha fatto causa per prima ad Apple in Australia?
    MeX
    16902
  • - Scritto da: Mux
    >
    > Pablo Picasso.

    frase che solitamente lo stolto non comprende.

    ma sono gentile e te la spiego.

    prendiamo la programmazione ad oggetti:

    qui l'informatica ha *rubato* un'idea inventata in architettura, cioè il Design Pattern
    http://en.wikipedia.org/wiki/Design_pattern


    steve jobs, parlando del mac, ha citato quella frase proprio in questo senso: rubare dall'arte, rubare dalle altre scienze

    il video è su youtube, non limitarti alla frase estrapolata dal suo contesto.

    buona ricerca
    non+autenticato
  • eccolo:



    "[...] We have always been shameless about stealing great ideas [...] and i think part of what made the Macintosh great, was that the people working on it were musicians and poets and artists and zoologists and historians.. who also happened to be the greatest computer scientists in the world"

    --

    "[...] Siamo sempre stati spudorati nel rubare grandi idee [...] e penso che parte di ciò che ha reso grandioso il Macintosh, è che le persone che ci hanno lavorato erano musicisti, poeti, artisti, zoologi, storici.. oltre a essere i più grandi informatici del mondo"


    come vedi, si tratta di rubare idee dalle altre discipline, non di abbassarsi a copiare persino il design del cavo dati di un dispositivo


    ps. si la battuta su 'zoologi' te la concedo Sorride
    non+autenticato
  • Un pò di tempo fa avevo un Nokia N78. Quando ho visto per la prina volta ipone 4 ho pensato che la nokia avesse fatto un versione senza tastiera..
  • - Scritto da: picard12
    > Un pò di tempo fa avevo un Nokia N78. Quando ho
    > visto per la prina volta ipone 4 ho pensato che
    > la nokia avesse fatto un versione senza
    > tastiera..

    non c'assomija per gniente, magari era l'lg pradaA bocca aperta
  • no no..la forma gli assomiglia..
  • - Scritto da: picard12
    > no no..la forma gli assomiglia..

    Rettangolare con gli angoli smussati? È LUI!
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: picard12
    > > no no..la forma gli assomiglia..
    >
    > Rettangolare con gli angoli smussati?
    > È LUI!
    era per fare un esempio di quanto possano essere stupide queste battaglie sui brevetti, sulle forme e soprattutto sul sw... Tutto si assomiglia chi più chi meno, e lo stesso Galileo,se non avesse migliorato un'idea di un'altro non avremmo avuto il telescopio. Ci sarebbero tantissimi altri esempi ma alla fine si deve ragionevolmente rivedere la faccenda e limitarsi a gestire bene il copyright..
  • - Scritto da: picard12
    > - Scritto da: ruppolo
    > > - Scritto da: picard12
    > > > no no..la forma gli assomiglia..
    > >
    > > Rettangolare con gli angoli smussati?
    > > È LUI!
    > era per fare un esempio di quanto possano essere
    > stupide queste battaglie sui brevetti, sulle
    > forme e soprattutto sul sw... Tutto si assomiglia
    > chi più chi meno, e lo stesso Galileo,se non
    > avesse migliorato un'idea di un'altro non avremmo
    > avuto il telescopio. Ci sarebbero tantissimi
    > altri esempi ma alla fine si deve ragionevolmente
    > rivedere la faccenda e limitarsi a gestire bene
    > il
    > copyright..

    Le idee sono una cosa, copiare l'aspetto per ingannare i consumatori è un'altra.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo

    > Le idee sono una cosa, copiare l'aspetto per
    > ingannare i consumatori è
    > un'altra.

    E modificare le foto per ingannare i giudici e' un'altra ancora.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ruppolo
    >
    > > Le idee sono una cosa, copiare l'aspetto per
    > > ingannare i consumatori è
    > > un'altra.
    >
    > E modificare le foto per ingannare i giudici e'
    > un'altra
    > ancora.

    Ti ricordo che il giudice ha mostrato i prodotti reali agli avvocati Samsung, che non sono stati subito in grado di riconoscere qual'era il tablet del loro cliente.

    EPIC FAIL.
    ruppolo
    33146
  • Secondo le ultime notizie di agenzia, i due dispositivi erano così uguali che per sbaglio hanno condannato Apple.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hi hi ...
    > Secondo le ultime notizie di agenzia, i due
    > dispositivi erano così uguali che per sbaglio
    > hanno condannato
    > Apple.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    La prima battuta veramente notevole sulla faccenda! 10+!
  • - Scritto da: Hi hi ...
    > Secondo le ultime notizie di agenzia, i due
    > dispositivi erano così uguali che per sbaglio
    > hanno condannato
    > Apple.

    ehehehhehehe!!!
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: Hi hi ...
    > Secondo le ultime notizie di agenzia, i due
    > dispositivi erano così uguali che per sbaglio
    > hanno condannato
    > Apple.

    : )
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)