Alfonso Maruccia

Microsoft Roslyn, il compilatore che fa l'API

Un nuovo progetto svelato da Microsoft ambisce ad aprire il processo di compilazione del codice sorgente per una maggiore trasparenza e integrazione con scenari d'impiego specifici

Roma - Microsoft ha rilasciato la versione CTP (Community Technology Preview) di Roslyn, un compilatore di nuova concezione con cui gli sviluppatori hanno la possibilità di andare oltre la "semplice" trasformazione di codice sorgente in file binari eseguibili su sistemi Windows.

Roslyn è basato sul progetto Mono - implementazione open source delle tecnologie .NET - e rappresenta una completa riscrittura dei processi di compilazione sin qui disponibili per codice Visual Basic e C++/C#.

Con Roslyn i compiler si trasformano in servizi ("compiler-as-a-service") e sono accessibili tramite API specifiche che ne "aprono" i misteri a chiunque fosse interessato a seguire in dettaglio il processo di trasformazione da codice sorgente a codice binario.
Atteso in seguito alla distribuzione di Visual Studio 11 (2012), Roslyn è pensato per gli sviluppatori che hanno bisogno di seguire passo passo il processo di compilazione del codice, e le API di interfacciamento alla nuova tecnologia serviranno a trasformare quella che sin qui era una conoscenza da "black box" in dati utili a ottimizzazioni e nuovi livelli di analisi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaLunga vita al Mono ProjectIl fondatore Miguel de Icaza, messo alla porta di Novell da Attachmate, si mette in proprio. E lancia una nuova startup che continuerà a concentrarsi sulla compatibilità dotNET-Linux
  • TecnologiaC++, ISO vara la versione 11Il linguaggio di programmazione più popolare raggiunge un nuovo traguardo evolutivo. Introducendo (tra le altre cose) funzionalità pensate per sfruttare al meglio la potenza dei moderni processori multi-core
16 Commenti alla Notizia Microsoft Roslyn, il compilatore che fa l'API
Ordina
  • Dico solo questo: sì!

    Finalmente!!!!

    Secondo passo: un'editor UI unificato.

    WPA anche su linux???
    non+autenticato
  • WPA sarebbe per?

    Riguardo all'editor unificato, dubito che Visual Studio girerà mai su ambienti diversi da windows ma, in realtà, esiste già mono tools che ti permette di testare il codice su mono, anche facendo il deploy in remoto

    - Scritto da: hermanhesse
    > Dico solo questo: sì!
    >
    > Finalmente!!!!
    >
    > Secondo passo: un'editor UI unificato.
    >
    > WPA anche su linux???
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll
    > WPA sarebbe per?
    >

    sta per Windows Presentation Foundation ... una bojata pazzesca.
    E prima che qualcuno insinui che sono di parte o che parlo senza sapere di cosa: sono un programmatore Windows sin dalla pattaforma "Windows NT 3.1"; scrivevo ServiziNT (quelli che oggi si chiamano Servizi Windows...insomma i daemons) direttamenete in C con chiamate alla API WIN32; ho scritto codice con chiamate alle API native NT (quelle usate dai device driver, ovvero prima che il sottosistena WIN32 venga caricato) ed ora sono sette anni che scrivo codice per piattaforma .NET in C# ed F# ...e le WPF sono una bojata pazzesca!!!
    non+autenticato
  • vedo adesso che ha scritto WPA e non WPF... uffff è inutile: maledette WPF me le vedo dappertutto... è una persecuzione.. a morte WPF!!!


    - Scritto da: Axel
    > - Scritto da: daniele_dll
    > > WPA sarebbe per?
    > >
    >
    > sta per Windows Presentation Foundation ... una
    > bojata
    > pazzesca.
    > E prima che qualcuno insinui che sono di parte o
    > che parlo senza sapere di cosa: sono un
    > programmatore Windows sin dalla pattaforma
    > "Windows NT 3.1"; scrivevo ServiziNT (quelli che
    > oggi si chiamano Servizi Windows...insomma i
    > daemons) direttamenete in C con chiamate alla API
    > WIN32; ho scritto codice con chiamate alle API
    > native NT (quelle usate dai device driver, ovvero
    > prima che il sottosistena WIN32 venga caricato)
    > ed ora sono sette anni che scrivo codice per
    > piattaforma .NET in C# ed F# ...e le WPF sono una
    > bojata
    > pazzesca!!!
    non+autenticato
  • scusami prima di fare un affermazione cosi mi spieghi perchè wpa è una boiata pazzesca.
    Be se ovviamente sviluppi ancora con vb6 posso capire e difficile cambiare mentalità e convertirsi al nuovo, io lo sto facendo e a me piace, specialmente il poter rendere tutto dichiarativo come avviene con lo sviluppo java per android compreso l'orientamento le traduzioni ecc.....
    non+autenticato
  • ..."microsoft" e "trasparenza" nella stessa frase? Ma non scherziamo...
  • Direi che questa mossa mette praticamente il punto a tutte quelle voci di corridoio che dicevano che microsoft "un girno" avrebbe potuto muoversi per far staccare la spina al progetto mono ^^
  • Nessuno ha mai detto che Microsoft avrebbe staccato la spina a Mono, semmai avrebbe costretto gli tenti a pagare per usarlo, tramite non ben precisati brevetti software.
  • Veramente lo hanno detto in molti, dicendo che microsoft avrebbe potuto far "chiudere" mono sfruttando degli imprecisati brevetti.

    Ma, comunque, ripeto, con questa mossa direi che (quasi) ogni dubbio sparisce ... sarebbe insensato investire in una tecnologia che si vuol far smettere di usare (spremere i clienti per pagare dei brevetti per usare mono = il cliente non usa mono ma passa a windows)

    - Scritto da: r1348
    > Nessuno ha mai detto che Microsoft avrebbe
    > staccato la spina a Mono, semmai avrebbe
    > costretto gli tenti a pagare per usarlo, tramite
    > non ben precisati brevetti
    > software.
    non+autenticato
  • Se il cliente passasse a Windows, Microsoft non piangerebbe certo...

    Il problema che era stato sollevato dagli sviluppatori open source era piuttosto se rendere mono parte fondamentale di varie piattaforme (tipo Gnome), nonostante il rischio che Microsoft potesse usare i molto vaghi ed evanescenti brevetti software contro di esso. Visto come Microsoft sis sta comportando nei confronti di Android, son contento che si sia deciso per il no.
  • - Scritto da: r1348

    > Visto come
    > Microsoft sis sta comportando nei confronti di
    > Android, son contento che si sia deciso per il
    > no.
    Ovvio ma sembre meglio ribadirlo!
    non+autenticato
  • quando li usa Ms sono vaghi brevetti se li usa mac per bloccare la distribuzione di un tablet android allora e violazione del design
    non+autenticato
  • A dire il vero, ho la stessa (bassa) considerazione sia per Microsoft che per Apple, riguardo ai brevetti ed ad altro.

    In questo caso, semplicemente, Apple non c'entra niente.
  • beh, non è altro che llvm solo fatto per il c#...
    tra l'altro in c# c'era gia la reflection, potevi gia fare tutte ste cose, solo era più difficile, ma visto che non lo faceva nessuno prima, non vedo perché dovrebbe farlo qualcuno ora...
    non+autenticato
  • Cosa c' entra la reflection con l' articolo?
    Chi ti ha detto che nessuno usa la reflection?
    ... non vorrei che la domanda suonasse offensiva ma non posso esimermi dal porla: ma sai di cosa stai parlando?

    - Scritto da: ...
    > beh, non è altro che llvm solo fatto per il c#...
    > tra l'altro in c# c'era gia la reflection, potevi
    > gia fare tutte ste cose, solo era più difficile,
    > ma visto che non lo faceva nessuno prima, non
    > vedo perché dovrebbe farlo qualcuno
    > ora...
    non+autenticato
  • la documentazione parla solo di VB e c# non vedo riferimanti a c++
    grazie
    non+autenticato