I MacBook di Natale

Apple lancia una nuova revisione dei suoi portatili, senza fanfara. Nessuna novità di rilievo. Tutta questione di megahertz e poco più

Roma - Senza alcun annuncio ufficiale, almeno fino a questo punto, e senza neppure aggiungere l'etichetta "nuovo" sull'Apple Store, Cupertino ha fatto debuttare oggi una nuova versione dei MacBook Pro. Nessun cambiamento di rilievo nel design o nelle caratteristiche tecniche: le uniche novità sono sotto il cofano, con processori e schede grafiche più veloci, unite a più memoria.

Come sempre, sono cinque i modelli base (suscettibili di minime modifiche) che Apple mette in vendita: due modelli da 13 pollici, due da 15 e uno da 17. I prezzi dei prodotti restano fissati a 1.149, 1.449, 1.749, 2.149 e 2.449 euro: tutti sono disponibili per l'acquisto e in cosegna entro 24-48 ore. Le uniche novità, come detto, sono tutte hardware.

I modelli da 13 pollici ora montano un disco rigido da 500 e 750GB (erano 320 e 500GB nella versione precedente), mantengono 4GB di RAM e innalzano la velocità del processore dual-core da 2,3 a 2,4GHz per la versione base (che monta un Intel Core i5), e da 2,7 a 2,8GHz per il Core i7 della versione potenziata. Batteria da 7 ore (autonomia inalterata), la sezione video è sempre gestita dalla grafica Intel integrata (HD 3000). Discorso analogo vale per i modelli da 15: il processore quad-core i7 del modello base passa da 2 a 2,2GHz, il modello superiore passa da 2,2 a 2,4. La scheda grafica in questo caso è una Radeon AMD, rispettivamente una HD 6750M con 512MB di RAM o una HD 6770M equipaggiata con 1GB di GDDR5: entrambe sostituiscono le precedenti 6490M e 6750M. Infine, il modello da 17 pollici monta lo stesso processore Core i7 da 2,4GHz e la stessa Radeon 6770M del 15 di punta.
Non ci sono altri particolari, per il momento, che valga la pena citare. Si tratta evidentemente di un aggiornamento utile a tenere le macchine al passo (di Apple) rispetto alla concorrenza, soprattutto in vista di Natale e delle vendite consistenti associate a questo periodo dell'anno.
149 Commenti alla Notizia I MacBook di Natale
Ordina
  • Guardate, cari fanatici Apple, io ve lo dico sinceramente: provate a rileggere con calma certi vostri commenti e riflettete.

    Neppure un personaggio come Dovella è mai caduto così in basso nel difendere Windows; anzi, proprio gli utenti Windows hanno abbandonato il fanatismo religioso sin dai tempi in cui ci si azzuffava davanti ai negozi di informatica per accaparrarsi una copia di Windows95.

    Quel tipo di marketing, che ha reso tristemente famosa Microsoft, ora è appannaggio di Apple: vendere un marchio e nulla più.

    Apple vi sta rifilando qualunque iCiofeca a prezzi assurdi e voi venite qui ad esultare, fingendo di aver acquistato prodotti di qualità; non una parola, naturalmente, sui tantissimi difetti presenti in quegli stessi prodotti.
    Basterebbe solamente citare il caso di MacOSX Lion: un vero e proprio EPIC FAIL al pari di Windows Vista; fatevi un giretto in Rete e troverete un elenco impressionante di difetti di Lion, compresi continui rallentamenti e blocchi di sistema.
    Si rideva di Windows Vista perché gli utenti (e persino i produttori di PC) facevano subito il downgrade a XP; ora sta succedendo la stessa cosa con Lion: tutti gli Apple-fans di nascosto fanno il downgrade a Leopard, cercando però di non farlo sapere a nessuno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Guardate, cari fanatici Apple, io ve lo dico
    > sinceramente: provate a rileggere con calma certi
    > vostri commenti e
    > riflettete.
    >
    > Neppure un personaggio come Dovella è mai caduto
    > così in basso nel difendere Windows; anzi,
    > proprio gli utenti Windows hanno abbandonato il
    > fanatismo religioso sin dai tempi in cui ci si
    > azzuffava davanti ai negozi di informatica per
    > accaparrarsi una copia di
    > Windows95.

    Sono filati quasi tutti con la coda in mezzo alle gambe.
    Specie quelli che ridacchiavano sul fatto che il fatturato Apple era una frazione degli utili Microsoft.

    > Quel tipo di marketing, che ha reso tristemente
    > famosa Microsoft, ora è appannaggio di Apple:
    > vendere un marchio e nulla
    > più.

    Già, quando il marchio dimostra per anni la sua qualità, poi basta il marchio.

    > Apple vi sta rifilando qualunque iCiofeca a
    > prezzi assurdi

    Di prezzi assurdi parla solo chi non se li può permettere.

    > e voi venite qui ad esultare,
    > fingendo di aver acquistato prodotti di qualità;

    Fingendo? Rotola dal ridere

    > non una parola, naturalmente, sui tantissimi
    > difetti presenti in quegli stessi
    > prodotti.

    Invece abbiamo risposto punto per punto. Difetti di gioventù, comuni a tutti, che Apple ha sempre risolto in breve.

    > Basterebbe solamente citare il caso di MacOSX
    > Lion: un vero e proprio EPIC FAIL al pari di
    > Windows Vista; fatevi un giretto in Rete e
    > troverete un elenco impressionante di difetti di
    > Lion, compresi continui rallentamenti e blocchi
    > di
    > sistema.
    > Si rideva di Windows Vista perché gli utenti (e
    > persino i produttori di PC) facevano subito il
    > downgrade a XP; ora sta succedendo la stessa cosa
    > con Lion: tutti gli Apple-fans di nascosto fanno
    > il downgrade a Leopard, cercando però di non
    > farlo sapere a
    > nessuno.

    Ho appena aggiornato anche la macchina su cui lavoro, dopo aver aggiornato il portatile il giorno in cui uscì Lion. Se non avesse funzionato bene, non avrei aggiornato la macchina principale.
    Per ora sono pienamente soddisfatto, e mi godo i nuovi servizi di iCloud (prima avevo MobileMe).

    La questione dei downgrade, se permetti, è un tantino diversa: i downgrade a XP si susseguono ancora oggi, a distanza di molti anni, e XP risulta ancora, dopo 10 anni, il sistema più utilizzato al mondo. Se questi non sono colossali flop di Microsoft, cosa sono?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Basterebbe solamente citare il caso di MacOSX
    > Lion: un vero e proprio EPIC FAIL al pari di
    > Windows Vista; fatevi un giretto in Rete e
    > troverete un elenco impressionante di difetti di
    > Lion, compresi continui rallentamenti e blocchi
    > di
    > sistema.
    > Si rideva di Windows Vista perché gli utenti (e
    > persino i produttori di PC) facevano subito il
    > downgrade a XP; ora sta succedendo la stessa cosa
    > con Lion: tutti gli Apple-fans di nascosto fanno
    > il downgrade a Leopard, cercando però di non
    > farlo sapere a
    > nessuno.

    A confronto facevano più ridere perfino le tue battute nelle serie "Pierino" degli anni '80.
    Teo_
    2645
  • Visto che nessuno ne parla, lo linko qui

    http://www.gizmodo.it/2011/10/26/apple-brevetta-le...

    apple ha brevettato le gesture per sbloccare il telefono.

    a voi!

    PS: la nuova visualizzazione mi da un sacco di problemi, il firewall continua a chiedermi autorizzazioni ogni volta che voglio leggere un singolo messaggio. meglio la vecchia per quanto mi riguarda.
    non+autenticato
  • ho gettata i p.c. nel 2000 e non ho avuto più problemi con MAC
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni Palazzi

    > ho gettata i p.c. nel 2000 e non ho avuto più
    > problemi con MAC

    Non si attacca al lavoro del tuo dentista?
    FDG
    10933
  • E' arrivato il trollino.
    Ci siamo proprio tutti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni Palazzi
    > ho gettata i p.c. nel 2000 e non ho avuto più
    > problemi con
    > MAC

    http://www.youtube.com/watch?v=I1FwrPGEiRE
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • Sul sito della Apple nemmeno un avviso, una segnalazione, niente... devi entrare di proposito nello store e forse li leggendo la sceda nei dettagli ti accorgi che é cambiato qualcosa.
    Se peró devono lanciare il nuovo iPhone,iPod, iPad,... iCazz ecco che smobilitano la stampa di tutto il mondo, code di imbecilli agli Apple Store.

    Ormai la Apple che conoscevo una decina di anni fá é solo un ricordo: Apple mi hai deluso! ogni giorno che passa sei sempre piú fumo al vento, tecnogingilli per fighetti e stupidi recinti colorati per l'utonto che non vuole scegliere. E di pari passo stai deludendo sempre piú grafici, ricercatori, musicisti, giornalisti... vergognati.
    non+autenticato
  • A me sembra ovvio ... hanno aggiornato elementi nascosti "sotto il cofano", non appariscenti e probabilmente incomprensibili per molti dei loro utenti. C'è poca ciccia per il consueto marketing Apple. Se le novità fossero state "sbrilluccicanti", i saltimbanchi di Apple non avrebbero mancato di allestire il consueto baraccone da fiera, con fanfare e codazzo di gonzi al seguito !
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > A me sembra ovvio ... hanno aggiornato elementi
    > nascosti "sotto il cofano", non appariscenti e
    > probabilmente incomprensibili per molti dei loro
    > utenti. C'è poca ciccia per il consueto marketing
    > Apple. Se le novità fossero state
    > "sbrilluccicanti", i saltimbanchi di Apple non
    > avrebbero mancato di allestire il consueto
    > baraccone da fiera, con fanfare e codazzo di
    > gonzi al seguito
    > !


    quando si fa marketing perché si fa marketing, quando si sta zitti perché si sta zitti... voi haters siete incontentabili
    non+autenticato
  • Ma è lui hater o sei tu fan?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruPollo
    > Sul sito della Apple nemmeno un avviso, una
    > segnalazione, niente... devi entrare di proposito
    > nello store e forse li leggendo la sceda nei
    > dettagli ti accorgi che é cambiato
    > qualcosa.
    > Se peró devono lanciare il nuovo
    > iPhone,iPod, iPad,... iCazz ecco che smobilitano
    > la stampa di tutto il mondo, code di imbecilli
    > agli Apple
    > Store.
    >
    > Ormai la Apple che conoscevo una decina di anni
    > fá é solo un ricordo: Apple mi hai deluso!
    > ogni giorno che passa sei sempre piú fumo al
    > vento, tecnogingilli per fighetti e stupidi
    > recinti colorati per l'utonto che non vuole
    > scegliere. E di pari passo stai deludendo sempre
    > piú grafici, ricercatori, musicisti,
    > giornalisti...
    > vergognati.

    a me invece fa piacere che il marketing sia dedicato ai gingilli, e trascuri i computer. ad ogni prodotto va il suo grado di serietà. si può aggiornare anche snza dirlo, basta che l'utente ne abbia dei vantaggi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > si può
    > aggiornare anche snza dirlo, basta che l'utente
    > ne abbia dei vantaggi.

    Si, illuso te che ancora credi che l'aggiornamento sia a vantaggio dell'utente.

    Se c'e' un vantaggio per l'utente, questo e' casualmente indiretto.
    Se hanno aggiornato e' per avvantaggiarsi loro.
  • Se se ne parla vi lamentate che se ne parla , se non se ne parla vi lamentate che non se ne parla......insomma avete rotto il ....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)