Molti più virus che messaggi email

Lo prevede MessageLabs, secondo cui in Gran Bretagna alla fine del 2001 il numero dei virus circolanti nelle agenzie governative sarà cresciuto del 222% contro il 62% di aumento delle email. Una battaglia già persa?

Roma - Pessimismo e rassegnazione permeano un allarme lanciato nelle scorse ore dall'azienda di protezione antivirus MessageLabs. Nella nota "L'industria nel 2001 perderà la battaglia dei virus", l'azienda mette in luce come in Gran Bretagna alla fine di quest'anno la crescita nel numero di virus in circolazione via email sarà ben superiore alla crescita complessiva del numero di messaggi di posta elettronica.

In particolare, MessageLabs ritiene che nelle agenzie governative britanniche, a fronte di un aumento dei messaggi del 62 per cento si avrà un aumento dei virus circolanti in quei messaggi del 222 per cento. E proprio la Pubblica Amministrazione, secondo gli esperti dell'azienda, è il settore più a rischio per l'invasione dei virus.

Prospettive simili ma con numeri diversi sono comunque quelle che l'azienda diffonde per altri settori dove l'uso di Internet e della posta elettronica va affermandosi. Nel settore dell'industria manifatturiera, per esempio, MessageLabs prevede un incremento del 124 per cento nel numero di email e del 234 per cento in quello dei virus. 137 per cento e 219 per cento, invece, sono i numeri "funesti" delle previsioni per il comparto dei media.
Lo scenario sul lungo periodo, secondo MessageLabs, è reso preoccupante dal fatto che l'aumento esponenziale nella circolazione dei virus tocca in realtà, anche se in misura leggermente minore, tutti i settori della produzione, compresi il credito, la finanza, la distribuzione, il commercio.
8 Commenti alla Notizia Molti più virus che messaggi email
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)