Interner Explorer inciampa sulla crittazione

Una combinazione di crittazione a 128 bit e di Windows2000 "va in tilt" quando si installa la versione 5 del browser. Dopo il reboot è impossibile accedere nuovamente al sistema

Interner Explorer inciampa sulla crittazioneRedmond - Giornate piene queste per i tecnici Microsoft. In questi giorni è infatti emerso un bug piuttosto imbarazzante che riguarda la combinazione del browser Internet Explorer dell'azienda con il nuovo sistema operativo di rete, Windows2000.

In particolare, quando questo sistema su server o la versione Professional utilizza per ragioni di sicurezza le capacità di crittazione a 128 bit, l'installazione di IE 5.0 dà luogo ad un problemone: una volta effettuato il reboot non si può più accedere alla macchina... Va detto però che Windows2000 viene distribuito in combinazione con la versione 5.01 del browser che non ha questo problema. Per questo l'incompatibilità della versione 5.0 è emersa soltanto adesso.

In particolare, quando si installa la 5 su Windows2000 e si aggiunge poi il componente a 128 bit "Ie5dom.exe" dallo IEAK (Internet Explorer Administration Kit) non si può più accedere al sistema che invece presenta un messaggio di errore: "non è consentito l'accesso perché il Computername non è disponibile". Lo stesso problema viene attivato dall'installazione del browser anche quando compresa in pacchetti software accessori che comprendono la 5.0.
Sul piano tecnico accade che, con l'installazione della IE 5.0, due librerie di W2000 (rsaenh.dll e schannel.dll) vengono sostituite da vecchie librerie di WindowsNT, e il nuovo sistema operativo non può funzionare. Le soluzioni sono la reinstallazione del sistema oppure l'editing manuale del registro di Windows2000 o ancora l'utilizzo della Recovery Console. Microsoft, intanto, ha iniziato a contattare distributori e reseller affinché aggiornino i propri pacchetti.
TAG: microsoft