Mauro Vecchio

Megaupload, la pace dopo il porno

Raggiunto un accordo tra il servizio di file hosting e Perfect 10, societÓ specializzata in contenuti per adulti. Nel mirino erano finite le diramazioni online Megaerotic e Megaporn

Roma - Inizio 2011. Il fuoco legale divampava tra gli armadietti digitali gestiti da Megaupload, servizio di file hosting con base ad Hong Kong. A scatenare l'offensiva era stata Perfect 10, azienda californiana specializzata in vari contenuti per adulti. Secondo l'accusa, il cyberlocker avrebbe tratto più che cospicui guadagni dalle attività illecite dei suoi utenti.

Le due parti in causa hanno ora trovato un decisivo accordo, che praticamente porrà fine alle ostilità in terra californiana. Scarsissimi i dettagli del settlement tra i due contendenti, dopo che il giudice Irma Gonzalez aveva respinto le richieste di annullamento da parte dei legali di Megaupload.

La stessa corte presieduta da Gonzalez ha ora sottolineato come le attività della piattaforma non siano da considerare neutrali, non ai livelli di un sito che offre armadietti vuoti agli utenti del web. Le diramazioni digitali Megaporn e Megaerotic avrebbero infatti permesso la violazione sistematica dei diritti detenuti da Perfect 10.
La condanna sembrava ormai inevitabile, il sito era accusato di aver incitato alla violazione del copyright attraverso uno specifico programma basato sulle ricompense per gli uploader più attivi. Perfect 10 aveva chiesto 5 milioni di dollari. Non è chiara la cifra ora scritta in questa nuova pax del diritto d'autore.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMegaupload, condanna imminente?Un giudice californiano mostra il via libera alle accuse di Perfect 10, societÓ specializzata in contenuti per adulti. Il cyberlocker rischia ora di essere condannato per violazione diretta del copyright
  • AttualitàP2P, il pornocrate e le inutili ordinanzeUn'oscura casa di produzione cinematografica contro 670 scariconi. Ma avrebbe ottenuto i loro dati senza autorizzazione. Scoperta la magagna, i suoi avvocati hanno subito gettato la spugna attaccando il giudice e la difesa
2 Commenti alla Notizia Megaupload, la pace dopo il porno
Ordina
  • Al di la di porno o non porno, non capisco in cosa
    Magaupload abbia partecipato alla violazione del
    copyright effettuata dai suoi utenti ?
    E' come accusare Google o Apple perchè incetivano
    le Apps nei loro store che attirano più utenti.
    Sinceramente mi sembra l'ennesima stortura del sistema
    giudiziario per fini di puro interesse di una parte.
    Parte che, come sempre, guardacaso è quella che muove
    più dindini.
  • - Scritto da: eleirbag
    > Al di la di porno o non porno, non capisco in cosa
    > Magaupload abbia partecipato alla violazione del
    > copyright effettuata dai suoi utenti ?
    > E' come accusare Google o Apple perchè incetivano
    > le Apps nei loro store che attirano più utenti.
    > Sinceramente mi sembra l'ennesima stortura del
    > sistema
    > giudiziario per fini di puro interesse di una
    > parte.
    > Parte che, come sempre, guardacaso è quella che
    > muove
    > più dindini.

    Infatti è cosi, Megaupload non incita a violare il copyright di nessuno, semmai lo fanno gli utenti suoi, altrimenti non cancellerebbe nemmeno su segnalazione i contenuti caricati.
    Sgabbio
    26178