Claudio Tamburrino

Torrentnews, nome sbagliato nel momento sbagliato

Corte d'appello e collecting society usano le maniere forti contro l'amministratore del sito francese che ha semplicemente scelto un nome sgradito. Perché la sua storia sia da monito per tutti

Roma - Il proprietario e webmaster di Torrentnews, conosciuto con il nickname Blackistef, rischia di subire il sequestro dei suoi beni in seguito alla condanna subita dal suo sito in Francia.

I tribunali francesi avevano condannato l'amministratore del sito a quattro mesi di carcere e circa 19mila euro di danni e interessi di mora: la colpa era semplicemente quella di richiamare con il nome la tecnologia secondo il giudice sinonimo inequivocabile di attività illecita. I torrent, si legge nella sentenza, "sono conosciuti dagli internauti soprattutto come mezzo per impiegare il protocollo BitTorrent il cui obiettivo principale, se non unico, è lo scaricare opere protette dalla proprietà intellettuale".

Già delle motivazioni stiracchiate avevano attirato critiche nei confronti della sentenza, e ora la giustizia francese sembra accanirsi su Blackistef: la Corte di Appello ha ordinato la non restituzione dell'attrezzatura che gli era stata sequestrata nel 2008 durante le indagini (due hard disk, mouse, tastiera, televisore e un Freebox).
Inoltre SACEM, il corrispettivo transalpino di SIAE, ha deciso di usare la mano pesante: con una lettera gli ha intimato il pagamento di quanto previsto dalla condanna più 500 euro di interessi e 200 euro per spese di notifica, per un totale di 19.922,66 euro. Se non ci riuscirà SACEM provvederà al sequestro dei suoi beni.

Nella lettera, pubblicata sul blog di Torrentnews.net si legge della scelta esplicita di durezza da parte della SACEM: "dal momento che con il suo sito ha contribuito a sviluppare una vasta economia sotterranea che ha contribuito alla destabilizzazione dell'economia legata alle opere artistiche, deve esservi una sanzione esemplare che possa avere anche un effetto dissuasivo".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàVogliono prosciugare i torrentL'industria del copyright vorrebbe che Mininova filtrasse contenuti e cittadini della rete, e vorrebbe che lo facesse a proprie spese. Mentre in Francia si condanna anche chi permette ai propri utenti di postare link a file torrent
  • AttualitàFrancia, la pirateria è nell'occhio di chi leggeCondannato il sito TorrentNews: colpevole semplicemente di citare nel nome la tecnologia P2P. Neutrale come ogni tecnologia, secondo il giudice è invece sinonimo di attività illegali
  • AttualitàFrancia, Patent Troll governativo?Stanziati dal Governo 100 milioni per acquisire brevetti e rientrare attraverso la vendita di licenze. L'idea transalpina è difendere i piccoli dai grandi, aggregandoli
26 Commenti alla Notizia Torrentnews, nome sbagliato nel momento sbagliato
Ordina
  • Naturalmente non era un problema solo il nome , il suo è un sito di indicizzazione di torrent , il giudice ha pensato che il nome era un inviato a scaricare , così come il nome "the pirate bay" lascia intendere che si possa trattare di attività illecite, per esempio.

    In ogni caso non credo che scaricare dei torrent debba essere illegale, ogni tipo di censura aiuterà gli utenti a utilizzare sistemi sempre meno tracciabili.

    Diciamo che il trend , adesso, è l'uso dei sistemi http e di programmi come jdownloader.

    Secondo la legislazione italiana per gli imquirenti colpire i siti che elencano link Hotfile e Filesonic è più difficile che colpire siti di indirizzano emule e torrent.

    Questo perchè loro forniscono il link ad un terzo da cui scaricare , mentre nel caso dei link torrent ed emule c'è uno "scambio di file" , ovvero ogni utente che scarica usa parte della sua banda per fornire agli altri utenti lo stesso file, creando pertanto una community di utenti , aiutata attivamante dal sito di indicizzazione.

    meglio che i gestori dei siti si diano da fare per non farsi tracciare come tex di italianshare, e per gli utenti è meglio imparare tecniche avanzate di tunnel vpn e link http , il futuro , forse, è li.

    Come hanno beccato tex? probabilmente tramite l'account paypal usato per ricevere le donazioni , per il giudice è la prova della ricerca del "lucro" se lo usate , usate l'account paypal di un vostro amico all''estereo , amico che si occuperà di pagare il server per vostro conto.
    non+autenticato
  • ...I torrent sono conosciuti dagli internauti soprattutto come mezzo per impiegare il protocollo BitTorrent il cui obiettivo principale, se non unico, è lo scaricare opere protette dalla proprietà intellettuale...

    BALLE
    http://www.debian.org/CD/torrent-cd
    https://www.libreoffice.org/download

    ...dal momento che con il suo sito ha contribuito a sviluppare una vasta economia sotterranea che ha contribuito alla destabilizzazione dell'economia legata alle opere artistiche, deve esservi una sanzione esemplare che possa avere anche un effetto dissuasivo una menzione d'onore...

    FIXED

    Non c'è molto altro da commentare se non che questi relitti del passato, con il cervello fermo al grammofono, verranno spazzati via dal Progresso e di certo nessuno li rimpiangerà.

    Pirata
    non+autenticato
  • A me 'sta notizia mi pare una bufala.
    Torrent non è fuorilegge perchè allora sarebbero illegali anche i client e chi li utilizza per distribuire materiale perfettamente legale (le distro linux per dirne una).

    Figuriamoci un sito che col solo indirizzo ne ricorda il nome.

    La SACEM sostiene che
    "dal momento che con il suo sito ha contribuito a sviluppare una vasta economia sotterranea che ha contribuito alla destabilizzazione dell'economia legata alle opere artistiche, deve esservi una sanzione esemplare che possa avere anche un effetto dissuasivo"

    O questo aveva effettivamente caricato i torrent (attività a mio modo di vedere comunque stralecita) oppure i giudici francesi si sono impazziti.
    non+autenticato
  • noi e i Francesci; beh a giudicare da come
    certi idioti vengono lasciati al loro posto,
    messi li dal solito intrighetto di connivenze,
    piuttosto che essere presi a calci in quel
    posto sembra propio che sia così si.
    Difatti na cosa gel genere poteva benissimo
    succedere anche da noi e senza neppure troppo
    stupore, anzi tutt'altro.
    Che tristezza. Deluso
  • ...è il mezzo più usato per i ricatti.
    Condanniamo chiunque abbia attività che iniziano per tel, phone, fono e altro che richiami l'oggetto incriminato.

    Ignoranza crassa ed abisssale, più bergonosa ipocrisia.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Torrent_%28file%29
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)