709, 46 aziende nel mirino della Polizia

La Polizia Postale di Imperia ha individuato 46 società che sarebbero responsabili delle truffe commesse con i dialer gonfiabolletta. Decisive le denunce degli utenti internet gabbati

Roma - Sono 46 le società, di cui 16 con sede all'estero, individuate dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Imperia nell'ambito delle indagini sui dialer, i software gonfiabolletta che hanno imperversato a lungo in rete e che hanno suscitato enorme scandalo anche per l'ampiezza del fenomeno.

Secondo gli inquirenti, le aziende sono responsabili della creazione e della diffusione di dialer capaci di tariffare abusivamente fino a 150 euro l'ora ai malcapitati utenti che sono caduti nella trappola. Per individuarle, la Polizia Postale ha monitorato e controllato circa 400 siti internet attraverso i quali si è giunti alle società che hanno preso a nolo i numeri 709 sui quali correvano le truffe.

Il bilancio dell'operazione Stop Dialer, per il momento, è di sei denunce a carico dei rappresentanti legali delle aziende nel centro Italia e di sanzioni amministrative per un totale di 732mila euro comminate a 12 di queste 46 aziende per violazione delle delibere dell'Autorità garante per le telecomunicazioni.
La Polizia ha potuto muoversi anche grazie alle migliaia di denunce che ormai da alcune settimane gli utenti truffati stanno presentando.

Secondo i dati delle denunce ad Imperia, le fasce di età degli utenti più colpiti dal fenomeno dei dialer sono quelle degli over60 e dei giovani tra i 10 e i 16 anni. "I siti a maggior rischio - ha dichiarato il comandante della PolPost di Imperia Ivan Bracco - sono risultati quelli pornografici, seguiti da quelli che offrivano di scaricare gratis suonerie per telefonini cellulari. In un caso abbiamo individuato anche un sito di informazioni meteo".

Ai danni dei soli utenti di Imperia le società truffaldine sono riuscite a fatturare almeno 60mila euro, denaro che andava a imprese italiane ma anche società con sedi nel Regno Unito, in Germania, in Romania e negli Stati Uniti.

Ma non è finita. Nella città ligure la Polizia Postale continua a ricevere denunce. In un mese e mezzo, hanno spiegato gli inquirenti, ne sono state presentate circa 400.
216 Commenti alla Notizia 709, 46 aziende nel mirino della Polizia
Ordina
  • Visto che Il Tribunale di Imperia ha dichiarato NULLE le sanzioni irrogate dalla Polizia Postale di Imperia spero proprio che adesso le 46 società da voi definite truffaldine vi querelino per diffamazione.
    Sono anche sicuro che, se mai pubblicherete la notizia, la rilevanza che darete sarà minore a quella riservata alla sparata del 22/7
  • Io sono qui.. Se vogliono i miei dati, sanno come prenderli.

    Ho fatto e continuo a fare la mia battaglia contro i DIALER e continuo a farla, visto che lo scopo di questo "mezzucolo" è stato, se non lo è ancora, di fregare soldi al prossimo.
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    > Io sono qui.. Se vogliono i miei dati, sanno
    > come prenderli.
    >
    > Ho fatto e continuo a fare la mia battaglia
    > contro i DIALER e continuo a farla, visto
    > che lo scopo di questo "mezzucolo" è stato,
    > se non lo è ancora, di fregare soldi al
    > prossimo.

    Ma qualcuno ha qualche link che confermi quello che vanno dicendo questi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma qualcuno ha qualche link che confermi
    > quello che vanno dicendo questi?

    Beh chiedi a PI di trovarlo e di farci un articolo, altrimenti che informazione obiettiva e'?
    non+autenticato
  • In effetti dopo tanto clamore mi sembra giusto che Punto Informatico dia il giusto rilievo a questa notizia.

    Non è giusto attaccare e poi non riconoscere di aver in parte sbagliato.

    Sono d'accordo che chi ha usato il dialer in modo fraudolento paghi (connessioni automatiche, la parola gratis....), ma è altrettanto giusto per chi ha utilizzato il dialer in modo corretto una giusta distinzione.

    non+autenticato
  • > Non è giusto attaccare e poi non riconoscere
    > di aver in parte sbagliato.

    Mah
    non mi ricordo attacchi, mi ricordo solo una documentazione di una truffa generalizzata che ci ha colpito in tanti (mia figlia compresa!!!). Punto.
    Sono certo che _se la notizia e' vera_ PI la dara'. Inutile pure parlarne.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > (mia figlia
    > compresa!!!). Punto.

    Quanti anni ha?
    Sa cosa e' Internet?
    Sa cosa e' un Ip?
    Sa cosa e' un pop Intenet?
    Sa cosa e' un file .exe?
    Sa cosa e' un active X?
    Sa usare il pc?
    ...............
    ..................
    oppure e' abituata a cliccare SI ACCETTO a destra e a manca?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > (mia figlia
    > > compresa!!!). Punto.
    >
    > Quanti anni ha?
    > Sa cosa e' Internet?
    > Sa cosa e' un Ip?
    > Sa cosa e' un pop Intenet?
    > Sa cosa e' un file .exe?
    > Sa cosa e' un active X?
    > Sa usare il pc?
    > ...............
    > ..................
    > oppure e' abituata a cliccare SI ACCETTO a
    > destra e a manca?


    Questo è il tipico atteggiamento che ti fanno meritare le "mazzate".. Cosa interessa ad un utilizzatore di Internet sia giovane, sia più maturo, che cos'è un IP? Tu li conosci i 7 livelli osi, oppure Il modello ISO/OSI e l'architetturaTCP/IP? Ti serve MATERIALMENTE A QUALCOSA per evitare certi dialer? LA RISPOSTA E' UNA SOLA: NO!.
    Se chi usa questi mezzi per cercare di raggranellare qualche soldo, legalmente o meno, non calibra in base a queste variabili. POCHE volte ho visto un sito che ti faceva scaricare il Dialer e poi da quello scaricato ti collegavi.

    Quindi non attacchiamoci a discussioni inutili. Nessuno nasce perito informatico e quindi TUTTI devono essere tutelati, non solo chi sa usare il PC.
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    >
    > Quindi non attacchiamoci a discussioni
    > inutili. Nessuno nasce perito informatico e
    > quindi TUTTI devono essere tutelati,
    > non solo chi sa usare il PC.


    ..... ma tutti devo saper leggere quello che stanno favendo davanti ad un pc, a patto che ne abbiano le capacita'. Certo, se davanti ad un pc c'e' un ragazzino di 10 anni non penso che sia in grado ed inoltre mi viene da chiedermi cosa fa un ragazzino di 10 anni da solo con il pc su internet? E' come fargli attraversare la strada da solo.
    Quindi, alcuni genitori si assumano le proprie responsabilita'.
    non+autenticato
  • > ..... ma tutti devo saper leggere quello che
    > stanno favendo davanti ad un pc, a patto che
    > ne abbiano le capacita'. Certo, se davanti
    > ad un pc c'e' un ragazzino di 10 anni non
    > penso che sia in grado ed inoltre mi viene
    > da chiedermi cosa fa un ragazzino di 10 anni
    > da solo con il pc su internet?

    Libero di andarci, ma internet non DEVE essere una trappola, come spesso in questi siti si cade. Se c'è scritto come da tante parti scarica il sw GRATUITO di connessione, e non viene specificato il prezzo della CONNESSIONE successiva, che colpa ha il ragazzo di 10 anni, oppure anche l'adulto che non conosce questi "infimi" mezzi?? Quindi non rigiriamo la frittata per cortesia. Un sito DEVE essere USABILE E COMPRENSIBILE per TUTTI e non solo per alcuni, e non deve contenere TRAPPOLE o PRESUNTE.

    > E' come
    > fargli attraversare la strada da solo.

    A 10 anni.. Lo facevo da almeno 4 anni e sono ancora tutto intero..

    > Quindi, alcuni genitori si assumano le
    > proprie responsabilita'.

    I genitori possono saperne quanto il figlio, talvolta pure meno.. Vedi sopra..
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    > Libero di andarci, ma internet non DEVE
    > essere una trappola, come spesso in questi
    > siti si cade. Se c'è scritto come da tante
    > parti scarica il sw GRATUITO di connessione,
    > e non viene specificato il prezzo della
    > CONNESSIONE successiva, che colpa ha il
    > ragazzo di 10 anni, oppure anche l'adulto
    > che non conosce questi "infimi" mezzi??

    Beh del resto e' anche libero di fare danni. Se pero' c'e' scritto il costo ben in evidenza allora non c'e' nessuna giustificazione.

    > Quindi non rigiriamo la frittata per
    > cortesia. Un sito DEVE essere USABILE E
    > COMPRENSIBILE per TUTTI e non solo per
    > alcuni, e non deve contenere TRAPPOLE o
    > PRESUNTE.
    > A 10 anni.. Lo facevo da almeno 4 anni e
    > sono ancora tutto intero..
    >
    > I genitori possono saperne quanto il figlio,
    > talvolta pure meno.. Vedi sopra..

    Male, molto male, come sai la legge non ammette ignoranza, mica se un adulto compra una CPU, che una scheda madre non supporta, lo giustifica dal fatto di chiede i rimborso al negoziante e di chiamarlo truffatore. Se l'acquirente non si e' accertato o non sa che una CPU ha la propria scheda madre che la supporta di chi e' la colpa?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Cari signori, vorrei far notare a tutti quelli che si sono e si stanno scagliando a spada tratta e a capo basso contro i "famigerati" dialer che non si può fare di ogni erba un fascio.
    La nostra società opera nel campo dei dialer dal 1998. Abbiamo ricevuto negli ultimi 2 mesi visite della Polizia postale in seguito a denunce che si sono poi rivelate infondate, dato che chi le aveva fatte era ben cosciente di quanto pagava, ma non voleva pagare la bolletta alla Telecom: abbiamo ricevuto i complimenti per la nostra correttezza proprio dalla Polizia postale, che ci ha anche incaricato di sorvegliare i webmaster più scorretti che utilizzano ActiveX e script vari.
    Quello che mi disturba di più è questo periodo di "caccia alle streghe", dove tutto quello che si chiama "dialer" è il male in persona.
    Spero a che questa mail non venga risposto con insulti vari, credo che questa sia una semplice trasposizione dei fatti.
    Sinceramente.
    non+autenticato
  • > Cari signori, vorrei far notare a tutti
    > quelli che si sono e si stanno scagliando a
    > spada tratta e a capo basso contro i
    > "famigerati" dialer che non si può fare di
    > ogni erba un fascio.

    Nn ho mai fatto di ogni erba un fascio ma applico solamente il buon senso e la legge parla chiaro. Con numerazioni 701/2/9 puoi offrire solo collegamento ad internet ma non servizi a valore aggiunto.
    Su linee 899 puoi offrire servizi a valore aggiunto ma non connettività, quindi è chiaro e distinto che i dialer sono fuorilegge sotto ogni punto di vista. Almeno dopo l'ultimo intervento dell'agcom e il riordino del piano di numerazione nazionale.

    Ti faccio un poco di riepilogo per meglio provare a farti capire quanto io affermi e quanto adesso sia in vigore:

    http://www.agcom.it/provv/d_467_00_CONS.htm
    Disposizioni in materia di autorizzazioni generali

    http://www.agcom.it/L_naz/l_59_2002.htm
    Disciplina relativa alla fornitura di servizi di accesso ad internet

    http://www.agcom.it/provv/d_09_02_CIR.htm
    Norme di attuazione dell'articolo 1, comma 1, della legge n. 59 dell'8 aprile 2002: criteri di applicazione agli Internet Service Provider delle condizioni economiche dell'offerta di riferimento.

    Di grande rilievo in queste norme, è il primo comma dell'articolo 4: La numerazione per servizi Internet, in conformità con il piano di numerazione nazionale è utilizzabile esclusivamente per l?accesso alla rete Internet. E? fatto divieto di fornire prodotti e servizi per il tramite dell?addebito all?utente del traffico svolto indirizzato a dette numerazioni.

    http://www.agcom.it/provv/d_6_00_CIR.htm   
    Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa

    Qui invece è di rilievo l'articolo 21.

    http://www.agcom.it/comunicati/cs_040703.htm
    Piano di numerazione nazionale dove viene ribadito: il divieto di offerta di servizi a sovrapprezzo per le numerazioni dedicate ai servizi di accesso a Internet (701, 702, 709).

    > Quello che mi disturba di più è questo
    > periodo di "caccia alle streghe", dove tutto
    > quello che si chiama "dialer" è il male in
    > persona.

    Beh i fatti sono questi:
    http://www.poliziadistato.it/pds/online/comunicati...

    E' il comunicato stampa della Polizia di Stato in merito alla retata Imperia della polizia telematica. E questo ad integrazione quanto suggerisce e dichiara la stessa polizia postale: http://www.poliziadistatoit/pds/primapagina/709/in...

    Mi risulta strano quindi che ti abbiano considerato a posto ed ok.. Perchè CMQ si ravvisa un illecito amministrativo con la legislazione vigente.

    > Spero a che questa mail non venga risposto
    > con insulti vari, credo che questa sia una
    > semplice trasposizione dei fatti.

    Anche la mia. Per completezza di informazione ti indico ancora un altro link. E' un disegno di legge (e quindi ancora non è legge) in merito proprio a servizi come dialer ed altro:

    http://www.senato.it/bgt/ShowDoc.asp?leg=14&id=000...

    il_fabry
    non+autenticato
  • Perdonami, ma se non credi alle mie parole quando ti dico che la Polizia Postale ha trovato che tutto era in ordine, beh, allora chiuduamola qui.
    Mi fa piacere che tu mi indichi (come, ho visto, hai fatto con tutti nel Forum) tutti quei link, ma allora è la Postale ad essere fuorilegge, che ne pensi?
    Ad esser sincero, per semplicità, e perchè mi occupo di altre cose, la legalità in cui operiamo deriva, a mio avviso, proprio da quei complimenti provenuti dai pubblici ufficiali.
    O sono fuorilegge anche loro? Ti rifaccio presente che non era la prima visita, dunque, non dalle stesse persone "che potrebbero lasciar perdere".
    Ti prego, non mi ribombardare di nuovo con link su link, come ti ho detto, se siamo a posto per i tutori dell'ordine, credo che quei link, forse, andrebbero interpretati... come gran parte della legge italiana.
    Infine, sono io il primo a dire che ci sono webmaster che usano mezzi meschini per fare soldi, leggi ActiveX, script ed ogni altra "manomissione". Sono loro che dovrebbero avere la coscienza sporca, per quelle famiglie che hanno bollette gonfiate.
    Ti sarei infinitamente grato se evitassimo post altamente demagogici.
    Cordialmente
    non+autenticato
  • > Perdonami, ma se non credi alle mie parole
    > quando ti dico che la Polizia Postale ha
    > trovato che tutto era in ordine, beh, allora
    > chiuduamola qui.

    Non è che non ti credo in assoluto ma parlando con gente che sta dentro la postale e persone di "legge" mi hanno dato conferma di quanto affermo oltre alla cruda esposizione "legale".

    > Mi fa piacere che tu mi indichi (come, ho
    > visto, hai fatto con tutti nel Forum) tutti
    > quei link, ma allora è la Postale ad essere
    > fuorilegge, che ne pensi?

    Penso che sono cambiate le leggi soprattutto il PNN e quello (se non vogliamo vedere altro per semplcità) parla chiaro ed è molto esplicito e meno confuso ed opinabile rispetto a poco tempo fa...

    > Ad esser sincero, per semplicità, e perchè
    > mi occupo di altre cose, la legalità in cui
    > operiamo deriva, a mio avviso, proprio da
    > quei complimenti provenuti dai pubblici
    > ufficiali.

    Beh se vuoi puoi contattarmi in privato e posso fornirti nomi di chi può farti una "ecografia" dei servizi che tu offri e indicarti se davvero sei in regola oppure meno.. Occhio però all'altra faccia della medaglia.

    > O sono fuorilegge anche loro? Ti rifaccio
    > presente che non era la prima visita,
    > dunque, non dalle stesse persone "che
    > potrebbero lasciar perdere".

    Le leggi cambiano come ben sai.. E il DDL che è in cantiere di fatto spezzerà questi tipi di guadagni "facili"..

    > Ti prego, non mi ribombardare di nuovo con
    > link su link, come ti ho detto, se siamo a
    > posto per i tutori dell'ordine, credo che
    > quei link, forse, andrebbero interpretati...
    > come gran parte della legge italiana.

    Io penso che andrebbero però interpretati bene con un "tecnico" a fianco e non come è in italia che 2 magistrati su 3 non sanno neanche come avviene una connessione ad internet... Un tecnico (se vedi ho usato obbiettività e non parolacce e offese) come me sa benissimo come avvengono certi meccanismi e cosa accade, e quindi saprebbe maggiormente indicare e ravvisare certe "irregolarità"

    > Ti sarei infinitamente grato se evitassimo
    > post altamente demagogici.

    La mia non è demagogia, ma fatti sui quali nessuno (fino a legge contraria) può affermare il contrario.
    Ti lascio sempre aperto il mio invito.
    non+autenticato

  • - Scritto da: il_fabry

    > Non è che non ti credo in assoluto ma
    > parlando con gente che sta dentro la postale
    > e persone di "legge" mi hanno dato conferma
    > di quanto affermo oltre alla cruda
    > esposizione "legale".
    >
    >
    > Penso che sono cambiate le leggi soprattutto
    > il PNN e quello (se non vogliamo vedere
    > altro per semplcità) parla chiaro ed è molto
    > esplicito e meno confuso ed opinabile
    > rispetto a poco tempo fa...
    >
    >
    > Beh se vuoi puoi contattarmi in privato e
    > posso fornirti nomi di chi può farti una
    > "ecografia" dei servizi che tu offri e
    > indicarti se davvero sei in regola oppure
    > meno.. Occhio però all'altra faccia della
    > medaglia.
    >
    > Le leggi cambiano come ben sai.. E il DDL
    > che è in cantiere di fatto spezzerà questi
    > tipi di guadagni "facili"..
    >
    >
    > Io penso che andrebbero però interpretati
    > bene con un "tecnico" a fianco e non come è
    > in italia che 2 magistrati su 3 non sanno
    > neanche come avviene una connessione ad
    > internet... Un tecnico (se vedi ho usato
    > obbiettività e non parolacce e offese) come
    > me sa benissimo come avvengono certi
    > meccanismi e cosa accade, e quindi saprebbe
    > maggiormente indicare e ravvisare certe
    > "irregolarità"
    > La mia non è demagogia, ma fatti sui quali
    > nessuno (fino a legge contraria) può
    > affermare il contrario.
    > Ti lascio sempre aperto il mio invito.

    CARISSIMO Aggiornati.
    "Il Tribunale di Imperia ha dichiarato NULLE le sanzioni irrogate dalla Polizia Postale di Imperia".
    non+autenticato

  • - Scritto da: il_fabry
    > Nn ho mai fatto di ogni erba un fascio ma
    > applico solamente il buon senso e la legge
    > parla chiaro. Con numerazioni 701/2/9 puoi
    > offrire solo collegamento ad internet ma non
    > servizi a valore aggiunto.
    > Su linee 899 puoi offrire servizi a valore
    > aggiunto ma non connettività, quindi è
    > chiaro e distinto che i dialer sono
    > fuorilegge sotto ogni punto di vista. Almeno
    > dopo l'ultimo intervento dell'agcom e il
    > riordino del piano di numerazione nazionale.
    >
    > Ti faccio un poco di riepilogo per meglio
    > provare a farti capire quanto io affermi e
    > quanto adesso sia in vigore:
    >
    > http://www.agcom.it/provv/d_467_00_CONS.htm
    > Disposizioni in materia di autorizzazioni
    > generali
    >
    > http://www.agcom.it/L_naz/l_59_2002.htm
    > Disciplina relativa alla fornitura di
    > servizi di accesso ad internet
    >
    > http://www.agcom.it/provv/d_09_02_CIR.htm
    > Norme di attuazione dell'articolo 1, comma
    > 1, della legge n. 59 dell'8 aprile 2002:
    > criteri di applicazione agli Internet
    > Service Provider delle condizioni economiche
    > dell'offerta di riferimento.
    >
    > Di grande rilievo in queste norme, è il
    > primo comma dell'articolo 4: La
    > numerazione per servizi Internet, in
    > conformità con il piano di numerazione
    > nazionale è utilizzabile esclusivamente per
    > l?accesso alla rete Internet. E? fatto
    > divieto di fornire prodotti e servizi per il
    > tramite dell?addebito all?utente del
    > traffico svolto indirizzato a dette
    > numerazioni.
    >
    > http://www.agcom.it/provv/d_6_00_CIR.htm   
    > Piano di numerazione nel settore delle
    > telecomunicazioni e disciplina attuativa
    >
    > Qui invece è di rilievo l'articolo 21.
    >
    > http://www.agcom.it/comunicati/cs_040703.htm
    > Piano di numerazione nazionale dove viene
    > ribadito: il divieto di offerta di
    > servizi a sovrapprezzo per le numerazioni
    > dedicate ai servizi di accesso a Internet
    > (701, 702, 709).
    >
    > > Quello che mi disturba di più è questo
    > > periodo di "caccia alle streghe", dove
    > tutto
    > > quello che si chiama "dialer" è il male in
    > > persona.
    >
    > Beh i fatti sono questi:
    > http://www.poliziadistato.it/pds/online/comun
    >   
    > E' il comunicato stampa della Polizia di
    > Stato in merito alla retata Imperia della
    > polizia telematica. E questo ad integrazione
    > quanto suggerisce e dichiara la stessa
    > polizia postale:
    > http://www.poliziadistatoit/pds/primapagina/7
    >
    > Mi risulta strano quindi che ti abbiano
    > considerato a posto ed ok.. Perchè CMQ si
    > ravvisa un illecito amministrativo con la
    > legislazione vigente.
    >
    > > Spero a che questa mail non venga risposto
    > > con insulti vari, credo che questa sia una
    > > semplice trasposizione dei fatti.
    >
    > Anche la mia. Per completezza di
    > informazione ti indico ancora un altro link.
    > E' un disegno di legge (e quindi ancora non
    > è legge) in merito proprio a servizi come
    > dialer ed altro:
    >
    > http://www.senato.it/bgt/ShowDoc.asp?leg=14&i
    >
    > il_fabry

    CARISSIMO Aggiornati.
    "Il Tribunale di Imperia ha dichiarato NULLE le sanzioni irrogate dalla Polizia Postale di Imperia".
    non+autenticato
  • un provider che fornisca aree ad accesso dipendente dal pop è in violazione della normativa espressa del garante delle telecomunicazioni se lo fa attraverso un 709, a questo punto però se ci sono operatori che lo fanno e scelgono di farlo malauguratamente proprio sul 709 c'è ulteriore e solidissima scappatoia: un dialerista in genere vende contenuti, file di varia natura, un provider servizi senza contenuti, ad es posta, spazio web, disco virtuale ecc...
    fatta questa premessa risulta molto facile per un giudice distinguere tra i due casi e tra l'altro la posizione dei provider di servizi è molto più leggera, infatti si capisce, anche se è vietato, che un servizio possa benissimo essere tariffato per il tempo d'uso, quindi è un servizio non a valore aggiunto in senso stretto, il suo valore è il tempo per cui il cliente decide di utilizzarlo (e a seconda della bontà della sua connessione ad internet il cliente può decidere come e quanto utilizzarlo o anche non utilizzarlo), mentre un bene come un file in un'area riservata di un dialerista è tariffato diversamente a seconda della connessione, è una frode commerciale, un utente adsl lo pagherebbe molto meno di un utente isdn ad esempio, ed in merito anche a questo si è espresso il garante, la tariffazione a tempo del 709 non può servire per vendere servizi a valore aggiunto, dove valore aggiunto è quindi definito quello proprio del bene, che il cliente deve comunque scaricare pr intero per usufruirne, non potendo quindi decidere come e quanto utilizzare il servizio di scaricamento di quel file.
    quanto alle ridicole rimistranze del dialerista che diceva che tutti i provider in realtà non danno un accesso completo ad internet, è tecnicamente inconsistente: ciò che viene contestato e che il garante ha dichiarato illegale per i 709 è che il servizio viene proposto e venduto per la specifica connessione ad un'area altrimenti irraggiungibile di internet, cioè viene venduto l'accesso ad un area pop specifica (strettamente pop specifica, quindi resa consapevolmente non raggiungibile tramite altri pop, il che è ben diverso da un 'area che per problemi tecnici non sia momentaneamente o permanentemente raggiungibile), e che la vendita dell'accesso a tale area pop specifica sia fatta su internet in area non pop specifica ; mentre l'uso corretto definito dal garante è connessione ad un'area raggiungibile da qualunque pop, non pop specifica, ed eventualmente accesso ad aree pop specifiche ma senza valore aggiunto, in pratica io cliente posso stabilire quanto voglio usufruire del servizio, mentre in un 'area a valore aggiunto essendo che questo valore è quello di un bene (contenuto) che devo scaricare sono strettamente vincolato ad attendere e quindi pagare fino al completarsi dello scaricamento (anche se lo faccio in più volte la sostanza non cambia). Oppure i provider possono mettere servizi a valore aggiunto ma in un area a tariffazione 701 o 702, il che è ben diverso come cifre!
    Come vedi è estremamente facile distinguere tra uso ed abuso della numerazione 709, e credo molto difficile che ci possa dopo le ultime norme dell'authority, neanche nuovissime, essere adito a dubbi o zone d'ombra o di fair use per i dialeristi a qualunque livello, salvo che i pesci grossi se la cavano sempre vendendo quelli più piccoliTriste
    non+autenticato
  • Sono dell'idea e non credo di sbagliare che il problema "dialer" come lo definite voi sia solo una risposta del mercato al fatto che su internet poco si guadagnava prima della'avvento di questi servizi, si parla quindi di una conseguenza economica...

    Sono un webmaster che da anni ha un sito internet che oramai ha raggiunto le dimensioni di un portale, con oltre due milioni di page/view, un contratto pubblicitario per lo spazio banner, una newsletter con oltre 150 mila iscritti, la domanda che vi pongo è semplicissima, AVETE IDEA DEI COSTI CHE HA UN SITO INTERNET DI TALI DIMENSIONI? Ve la prendete con i webmaster che hanno utilizzato i dialer o li hanno pubblicizzati, senza rendervi conto che tutto cio' è accaduto perchè altrimenti tutti i portali d'italia avrebbero chiuso, migliaia di posti di lavoro sarebbero andati persi... La nostra società non investe negli spazi pubblicitari su internet, l'ecommerce non esiste in italia a parte qualche caso sporadico, gli italiani non si fidano ad utilizzare la carta di credito online... La risposta sono stati i dialer, un mezzo per far continuare a far esistere i siti come il mio (di cui voi non avete idea dei costi) ed il mondo di internet in italia (e quindi anche voi che siete qui a criticare)... Sono d'accordo sul punire le truffe ecc... ma cosa avrebbe dovuto fare un appassionato come me di internet, non pubblicizzarli? Chiudere il proprio sito internet? continuare come nel 2000 quando le spese superavano di molto i guadagni e comunque il rientro economico non esisteva??

    Infine AVETE IDEA DI QUALE SIA L'INVESTIMENTO PER METTERE IN PIEDI UN SERVIZIO DI LOGHI SUONERIE SFONDI PORNO MMS SCREENSAVER CARTOLINE MP3... CON LE GIUSTE LICENZE, APERTURA DELLA SOCIETA', SERVER, AFFITTO DELLE LINEE DALLA TELECOM SERVIZIO SMS STATISTICHE ecc..ecc.. ?? VE lo dico io, centinaia di migliaia di euro.... quindi il costo di certe cose è certo eccessivo, (180 euro all'ora è una truffa indubbiamente) ma non pensate di essere un po' superficiali nel criticare sempre e a testa bassa le compagnie di dialer, anche quelle che hanno sempre cercato di lavorare seriamente ed hanno speso centinaia di milioni nel comprare licenze?? provate a comprare una licenza web di uno sfondo, costa oltre 15 euro quello più schifoso e moltiplicatela per migliaia, quale sarà il risultato??... Con questo ho concluso, spero di non essere insultato come avete fatto con altri dialeristi ma vorrei risposte concrete alle mie domande...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono dell'idea e non credo di sbagliare che
    > il problema "dialer" come lo definite voi
    > sia solo una risposta del mercato al fatto
    > che su internet poco si guadagnava prima
    > della'avvento di questi servizi, si parla
    > quindi di una conseguenza economica...
    >
    > Sono un webmaster che da anni ha un sito
    > internet che oramai ha raggiunto le
    > dimensioni di un portale, con oltre due
    > milioni di page/view, un contratto
    > pubblicitario per lo spazio banner, una
    > newsletter con oltre 150 mila iscritti, la
    > domanda che vi pongo è semplicissima, AVETE
    > IDEA DEI COSTI CHE HA UN SITO INTERNET DI
    > TALI DIMENSIONI? Ve la prendete con i
    > webmaster che hanno utilizzato i dialer o li
    > hanno pubblicizzati, senza rendervi conto
    > che tutto cio' è accaduto perchè altrimenti
    > tutti i portali d'italia avrebbero chiuso,
    > migliaia di posti di lavoro sarebbero andati
    > persi... La nostra società non investe
    > negli spazi pubblicitari su internet,
    > l'ecommerce non esiste in italia a parte
    > qualche caso sporadico, gli italiani non si
    > fidano ad utilizzare la carta di credito
    > online... La risposta sono stati i dialer,
    > un mezzo per far continuare a far esistere i
    > siti come il mio (di cui voi non avete idea
    > dei costi) ed il mondo di internet in italia
    > (e quindi anche voi che siete qui a
    > criticare)... Sono d'accordo sul punire le
    > truffe ecc... ma cosa avrebbe dovuto fare un
    > appassionato come me di internet, non
    > pubblicizzarli? Chiudere il proprio sito
    > internet? continuare come nel 2000 quando le
    > spese superavano di molto i guadagni e
    > comunque il rientro economico non esisteva??
    >
    > Infine AVETE IDEA DI QUALE SIA
    > L'INVESTIMENTO PER METTERE IN PIEDI UN
    > SERVIZIO DI LOGHI SUONERIE SFONDI PORNO MMS
    > SCREENSAVER CARTOLINE MP3... CON LE GIUSTE
    > LICENZE, APERTURA DELLA SOCIETA', SERVER,
    > AFFITTO DELLE LINEE DALLA TELECOM SERVIZIO
    > SMS STATISTICHE ecc..ecc.. ?? VE lo dico io,
    > centinaia di migliaia di euro.... quindi il
    > costo di certe cose è certo eccessivo, (180
    > euro all'ora è una truffa indubbiamente) ma
    > non pensate di essere un po' superficiali
    > nel criticare sempre e a testa bassa le
    > compagnie di dialer, anche quelle che hanno
    > sempre cercato di lavorare seriamente ed
    > hanno speso centinaia di milioni nel
    > comprare licenze?? provate a comprare una
    > licenza web di uno sfondo, costa oltre 15
    > euro quello più schifoso e moltiplicatela
    > per migliaia, quale sarà il risultato??...
    > Con questo ho concluso, spero di non essere
    > insultato come avete fatto con altri
    > dialeristi ma vorrei risposte concrete alle
    > mie domande...

    Caro collega hai perfettamente ragione in tutto. Il discorso che dobbiamo capire e' che spesse volte veniamo accusati da gente che nulla conosce di internet, nulla conosce di business, nulla conosce dei dialer e che spesso come da molti ammesso, sono i primi che scaricano musica tramite p2p . Ho detto tutto!!
    non+autenticato
  • ti ringrazio, sono veramente contento di aver trovato qualcuno che non si fermi alla visione superficiale, ma che comprenda il vero problema economico e le scelte alle quali mi sono trovato di fronte...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono dell'idea e non credo di sbagliare che
    > il problema "dialer" come lo definite voi
    > sia solo una risposta del mercato al fatto
    > che su internet poco si guadagnava prima
    > della'avvento di questi servizi, si parla
    > quindi di una conseguenza economica...
    Una "conseguenza economica" a cui possono abboccare solo sprovveduti che cliccano qua e lè come scimmie.

    > AVETE IDEA DEI COSTI CHE HA UN SITO INTERNET DI
    > TALI DIMENSIONI?

    No, ma se vuoi possiamo fare un conto approssimativo dei costi che abbiamo sostenuto noi sysop della sola 332 in 15 anni di FIDOnet, senza chiedere una lira... non si vive solo per guadagnare e farsi pagare ogni mossettina che si fa, sai.

    > La risposta sono stati i dialer,
    > un mezzo per far continuare a far esistere i
    > siti come il mio (di cui voi non avete idea
    > dei costi) ed il mondo di internet in italia
    > (e quindi anche voi che siete qui a
    > criticare)...

    Due considerazioni:
    1) Te lo ha ordinato il medico di "aprire un sito" e sostenere tutti quei costi ? Se sei un semplice appassionato, una paginetta su yahoo o geocities andava bene lo stesso. Se hai un'attività commerciale, il problema non si pone.

    2) I dialer si basano sull'idea che il "cliente" abbia l'IQ di un bambino di 12 anni un po' tonto. Sforzandoti un po', potevi magari pensare ad un modo più equilibrato di far pagare il tuo servizio, o quant'altro proponi sul sito, da tutti e soli gli interessati.

    Come vedi non c'è bisogno di insultare nessuno, il livello di certe polemiche è già sufficientemente basso e gli argomenti di scarso o nullo interesse per chiunque abbia un apparato cognitivo funzionante e la buona abitudine di non cliccare a casaccio.

    Salut
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Sono dell'idea e non credo di sbagliare
    > che
    > > il problema "dialer" come lo definite voi
    > > sia solo una risposta del mercato al fatto
    > > che su internet poco si guadagnava prima
    > > della'avvento di questi servizi, si parla
    > > quindi di una conseguenza economica...
    > Una "conseguenza economica" a cui possono
    > abboccare solo sprovveduti che cliccano qua
    > e lè come scimmie.
    >
    > > AVETE IDEA DEI COSTI CHE HA UN SITO
    > INTERNET DI
    > > TALI DIMENSIONI?
    >
    > No, ma se vuoi possiamo fare un conto
    > approssimativo dei costi che abbiamo
    > sostenuto noi sysop della sola 332 in 15
    > anni di FIDOnet, senza chiedere una lira...
    > non si vive solo per guadagnare e farsi
    > pagare ogni mossettina che si fa, sai.

    Ed infatti ti ripeto che è da prima del 2002 che ci ho sempre rimesso milioni ogni anno, è UNA PASSIONE...



    > > La risposta sono stati i dialer,
    > > un mezzo per far continuare a far
    > esistere i
    > > siti come il mio (di cui voi non avete
    > idea
    > > dei costi) ed il mondo di internet in
    > italia
    > > (e quindi anche voi che siete qui a
    > > criticare)...
    >
    > Due considerazioni:
    > 1) Te lo ha ordinato il medico di "aprire un
    > sito" e sostenere tutti quei costi ? Se sei
    > un semplice appassionato, una paginetta su
    > yahoo o geocities andava bene lo stesso. Se
    > hai un'attività commerciale, il problema non
    > si pone.

    Mi sembra ridicolo questo discorso, la paginetta su yahoo fattela tu, io avevo ben altre prospettive per il mio sito, non certo quello di irmetterci milioni e milioni...


    >
    > 2) I dialer si basano sull'idea che il
    > "cliente" abbia l'IQ di un bambino di 12
    > anni un po' tonto. Sforzandoti un po',
    > potevi magari pensare ad un modo più
    > equilibrato di far pagare il tuo servizio, o
    > quant'altro proponi sul sito, da tutti e
    > soli gli interessati.
    >
    > Come vedi non c'è bisogno di insultare
    > nessuno, il livello di certe polemiche è già
    > sufficientemente basso e gli argomenti di
    > scarso o nullo interesse per chiunque abbia
    > un apparato cognitivo funzionante e la buona
    > abitudine di non cliccare a casaccio.
    >
    > Salut
    non+autenticato

  • > Mi sembra ridicolo questo discorso, la
    > paginetta su yahoo fattela tu, io avevo ben
    > altre prospettive per il mio sito, non certo
    > quello di irmetterci milioni e milioni...

    Evidentemente le tue "prospettive" erano campate in aria e non supportate da un'adeguata analisi costi/benefici e da un sensato piano di budget a media scadenza approvato anche dalle banche d'appoggio, ammesso che tu sappia di che si tratta.

    L'unica cosa veramente ridicola è che la new economy abbia dato a troppi parvenu il miraggio del "guadagno facile" tramite un banale sito internet e con un minimo di alfabetizzazione informatica. Niente di più falso.

    Così adesso battete il naso ed imparate che i guadagni facili ed automatici non esistono, restando nel lecito. Vi conviene lavorare sul serio. I soldi non cascano dal cielo: qualsiasi impresa richiede competenza, capacità, istruzione.

    Quindi, se hai buttato dei milioni in una impresa di cui non avevi neppure idea della predicibilità, prenditela pure con te stesso e con la tua leggerezza ed insipienza. La passione è tutt'altra cosa, non c'entra niente con la fuffa e l'improvvisazione di chi ha scambiato Internet con la Befana...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Mi sembra ridicolo questo discorso, la
    > > paginetta su yahoo fattela tu, io avevo
    > ben
    > > altre prospettive per il mio sito, non
    > certo
    > > quello di irmetterci milioni e milioni...
    >



    > Evidentemente le tue "prospettive" erano
    > campate in aria e non supportate da
    > un'adeguata analisi costi/benefici e da un
    > sensato piano di budget a media scadenza
    > approvato anche dalle banche d'appoggio,
    > ammesso che tu sappia di che si tratta.

    Mi sembra di parlare proprio con una persona che di internet non ne capisce nulla... Si parla del lontano 2001 quando TUTTE le società andavano male, quando su internet ci si è resi conto che le impression non avevano quel valore che gli veniva attribuito, la mia non era una società ma un sito che comunque muoveva i suoi passi, non vedo perchè avrei dovuto abbandonarlo... ti dico una cosa, tu sei sicuramente il solito impiegatuccio con i suoi due milioni al mese (onesti sicuramente) ma che non ha mai cercato di fare neanche un passo da imprenditore e non ne ha un minimo di cognizione altrimenti certe caXXAte sull paginetta di yahoo ecc... non le scriveresti, hai sempre avuto le spalle coperte e non ti sei mai preso una responsabilità quindi rimani a fare l'impiegatuccio nella tua società, ma non venire ad insegnare le basi ad una persona che cerca di fare l'imprenditore su internet da molto tempo...



    > L'unica cosa veramente ridicola è che la new
    > economy abbia dato a troppi parvenu il
    > miraggio del "guadagno facile" tramite un
    > banale sito internet e con un minimo di
    > alfabetizzazione informatica. Niente di più
    > falso.
    Un banale sito internet forse sarà il tuo, credo che tu non lo abbia mai fatto un sito internet e non sappia neanche cosa significhi portarlo avanti, credo che tu non sappia cosa significhi costruire, vedere crescere un proprio progetto, vederlo aver successo, stai parlando solo a vanvera...


    > Così adesso battete il naso ed imparate che
    > i guadagni facili ed automatici non
    > esistono, restando nel lecito. Vi conviene
    > lavorare sul serio. I soldi non cascano dal
    > cielo: qualsiasi impresa richiede
    > competenza, capacità, istruzione.


    > Quindi, se hai buttato dei milioni in una
    > impresa di cui non avevi neppure idea della
    > predicibilità, prenditela pure con te stesso
    > e con la tua leggerezza ed insipienza. La
    > passione è tutt'altra cosa, non c'entra
    > niente con la fuffa e l'improvvisazione di
    > chi ha scambiato Internet con la Befana...

    Non ho nessuna impresa

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Si parla del lontano 2001 quando TUTTE le
    > società andavano male,

    Il "lontano" 2001 ? Appena due anni fa... ma quanti anni hai, sedici ?

    > ti dico una cosa, tu sei sicuramente il solito
    > impiegatuccio con i suoi due milioni al mese
    > (onesti sicuramente) ma che non ha mai
    > cercato di fare neanche un passo da
    > imprenditore e non ne ha un minimo di
    > cognizione altrimenti certe caXXAte sull
    > paginetta di yahoo ecc... non le
    > scriveresti, hai sempre avuto le spalle
    > coperte e non ti sei mai preso una
    > responsabilità quindi rimani a fare
    > l'impiegatuccio nella tua società, ma non
    > venire ad insegnare le basi ad una persona
    > che cerca di fare l'imprenditore su internet
    > da molto tempo...

    Da "molto tempo" ? Sì, un paio d'anni... sei decisamente senza speranza, come analista vali meno di zero: non sai neppure inquadrare i tuoi interlocutori.

    "L'impiegatuccio" con cui stai parlando ha fondato nel 1989 una società di engineering che non ha mai smesso di crescere e generare profitto... e non ha bisogno della fuffa di internet per far quadrare i bilanci. Società concrete, che creano prodotti tangibili e servizi qualitativamente elevati, ecco cosa ci vuole per creare ricchezza in maniera durevole, sensata, legale. Internet può essere un valore aggiunto, un veicolo addizionale di marketing operativo e CRM con l'e-commerce ed altro, ma dietro ci vuole sostanza. Bisogna lavorare concretamente, unire passione e grande know-how tecnologico, capacità manageriale e gestione oculata dei rischi. Questo significa fare impresa, non buttare soldi e tempo basandosi su ipotesi campate in aria di arricchirsi alla svelta senza avere nè arte, nè parte.

    Gente come te, invece, può solo sperare di guadagnare per un anno o due e poi sparire, abusando di mode ed intrallazzi ai limiti della legalità...

    > Un banale sito internet forse sarà il tuo,
    > credo che tu non lo abbia mai fatto un sito
    > internet e non sappia neanche cosa
    > significhi portarlo avanti, credo che tu non
    > sappia cosa significhi costruire, vedere
    > crescere un proprio progetto, vederlo aver
    > successo, stai parlando solo a vanvera...

    Errore: TU stai parlando a vanvera, senza neppure cercare di capire. Ho iniziato a progettare sistemi automatici e robot industriali quando tu andavi ancora all'asilo, quindi non renderti ridicolo con illazioni imbecilli e prediche fuoriluogo sulle soddisfazioni del mestiere.
    Voi parvenu avete spesso il brutto vizio di pensare di essere i più furbi ed i più bravi, e che chi c'era prima non abbia fatto nulla, non sappia nulla e non conti nulla: un bel modo di ribaltare la realtà nel vostro teatrino mentale, non c'è che dire.

    In realtà hai tutto da imparare e quelle quattro cose che credi di sapere su internet non ti servono assolutamente a nulla. Sei solo uno dei tanti che hanno sprecato inutilmente dei soldi in un progetto sgangherato e campato in aria, caratterizzato da visioni limitate, speranze balorde e scarsa conoscenza, tutto qui. D'altronde sei esattamente inquadrato nel livello culturale medio degli "imprenditori" della niueconomy, la cui incultura aziendale giustifica appieno il tonfo di questi ultimi anni.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Si parla del lontano 2001 quando TUTTE le
    > > società andavano male,
    >
    > Il "lontano" 2001 ? Appena due anni fa... ma
    > quanti anni hai, sedici ?
    >
    > > ti dico una cosa, tu sei sicuramente il
    > solito
    > > impiegatuccio con i suoi due milioni al
    > mese
    > > (onesti sicuramente) ma che non ha mai
    > > cercato di fare neanche un passo da
    > > imprenditore e non ne ha un minimo di
    > > cognizione altrimenti certe caXXAte sull
    > > paginetta di yahoo ecc... non le
    > > scriveresti, hai sempre avuto le spalle
    > > coperte e non ti sei mai preso una
    > > responsabilità quindi rimani a fare
    > > l'impiegatuccio nella tua società, ma non
    > > venire ad insegnare le basi ad una persona
    > > che cerca di fare l'imprenditore su
    > internet
    > > da molto tempo...



    > Da "molto tempo" ? Sì, un paio d'anni... sei
    > decisamente senza speranza, come analista
    > vali meno di zero: non sai neppure
    > inquadrare i tuoi interlocutori.

    No Caro da quando è nato Internet, comunque per tua conoscenza stai parlando con un Ing. Mecc. del politecnico di torino, quindi dimmi pure il mome della società che hai fondato e vediamo subito la valenza della tua società... Di certo non sto qui a dire il nome del mio sito internet ma sappi che la scelta di pubblicizzare i dialer è stata forzata, o quello o nulla... Comunque è evidente che non sei del mestiere di Internet e forse non sai neanche cosa sia un dialer, quindi mi spieghi cosa vuoi dimostrare? La mia tesi è che il dialer è una conseguenza economica al fatto che il mercato pubblicitario non rendeva più quindi io come tutto il mondo di internet in Italia mi sono trovato costretto a doverli pubblicizzare... LA TUA TESI QUAL'E'? smettila di sparare a zero, fai un ragionamento concreto, stai offendendo con il tuo modi di parlare tutti coloro che hanno un sito internet di media grande dimensioni, ti rendi conto di cio' che scrivi quando dici

    Questo significa fare
    > impresa, non buttare soldi e tempo basandosi
    > su ipotesi campate in aria di arricchirsi
    > alla svelta senza avere nè arte, nè parte.

    Non ho buttato soldi, sono molto all'attivo per tua informazione

    > Gente come te, invece, può solo sperare di
    > guadagnare per un anno o due e poi sparire,

    No gente come me cerca di far quadrare i conti di un sito internet nato nel 97 che ha assunto le dimensioni di un portale, quindi come vedi stai proprio sparando a vanvera... sii concreto in quello che dici ed abbi la decenza di non parlare se non sei del mestiere caro il mio fondatore di società di engeneering...
    non+autenticato
  • Io invece l'ho inquadrata benissimo, probabilmente lei è rimasto scottato con i dialer e la sua GRANDISSIMA IGNORANZA informatica lo ha portato ad essere truffato perchè avrà clicckato su una di quelle donnine nude o chissà cos'altro, ecco qual'è il suo problema; non ne sono per niente dispiaciuto visto cosa scrive della new economy e delle persone che ci lavorano.... continui allora a fare il suo mestiere ma non venga più qui ed inoltre lasci stare internet che a quanto pare non ne capisce proprio nulla, guardi che questa non è una chat se non gliel'hanno spiegato... Salve
    non+autenticato
  • Perbacco, non ne azzecchi una, ragazzo... non stupisce che il tuo sito vada a gambe all'aria se non truffi qualcuno con i dialer, le tue capacità analitiche sfiorano lo zero assoluto.
    Mai avuto problemi di dialer, tra noi due l'ignorante informatico non puoi che essere tu. Sai, essere nati un bel pezzo prima è un gran vantaggio. Programmavo su un VAX 730/11 e su un TRS80 prima che tu nascessi... non sei in condizioni di darmi lezioni d'informatica, questo è il mio mestiere caro bamboccio, mentre tu pasticci a malapena con i linguaggini dell'ultima generazione.
    Alla fine della fiera tu rimani il parvenu che eri: se la pubblicità non ti rende cambia mestiere, ecco tutto. Oppure offri servizi seri on demand e fatti pagare, così sarai contento tu e il tuo "portale" dilettantesco.
    non+autenticato
  • L'art. 4 comma 1 recita la propria conformità con il piano di numerazione (6/00/CIR) che per l?appunto definisce il 709 come ?la numerazione per servizi di accesso ad Internet con tariffazione specifica?.

    Inoltre, nei riferimenti alla tariffazione specifica contenuta nella 6/00/CIR si recita: ?...che consente la fornitura di SERVIZI INFORMATIVI ED INNOVATIVI per i quali l?Operatore assegnatario della numerazione puo? definire, previa comunicazione ed approvazione dell?Autorità, tariffe specifiche?.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > L'art. 4 comma 1 recita la propria
    > conformità con il piano di numerazione
    > (6/00/CIR) che per l?appunto definisce il
    > 709 come ?la numerazione per servizi di
    > accesso ad Internet con tariffazione
    > specifica?.
    > Inoltre, nei riferimenti alla tariffazione
    > specifica contenuta nella 6/00/CIR si
    > recita: ?...che consente la fornitura di
    > SERVIZI INFORMATIVI ED INNOVATIVI per i
    > quali l?Operatore assegnatario della
    > numerazione puo? definire, previa
    > comunicazione ed approvazione dell?Autorità,
    > tariffe specifiche?.

    Non discuto su norme di tre anni orsono, ma attualmente le cose sono leggermente diverse: basti vedere le oramai note circolari di recente introduzione:

    http://www.agcom.it/comunicati/cs_040703.htm

    http://www.agcom.it/provv/d_09_02_CIR.htm

    che in molti hanno postato...

    Max
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)