Roberto Pulito

HP, ritorno al portatile

Hewlett-Packard continua a credere nel business PC, rinnova la linea notebook e introduce sul mercato il suo primo Ultrabook

Roma - Dopo aver ammodernato la famiglia dei PC desktop All-in-One, l'azienda di Palo Alto ritorna sull'argomento laptop presentando il suo primissimo ultrabook, insieme a nuovi Envy e altri Pavilion. La divisione computer di Hewlett-Packard resta in casa e continua a remare come prima.

Scocca in metallo, tastiera retroilluminata, 1,5 chilogrammi di peso, 1,7 cm di spessore, uscita HDMI, USB 3.0 e una batteria che dura quasi 9 ore. L'Ultrabook HP Folio da 13,3 pollici, disponibile da dicembre, rispetta praticamente tutti i canoni della super-categoria e viene proposto ad un prezzo di partenza di 899 dollari più le tasse, quasi 100 in meno di un MacBook Air.

Come noto, gli Ultrabook equipaggiati con OS Windows e tecnologia Intel nascono proprio in risposta al popolare portatile Apple, che attualmente rappresenta il 28 per cento delle vendite notebook di Cupertino. HP prevede di vendere questo Folio soprattutto a chi viaggia per lavoro e ha incluso anche una porta Ethernet per l'utilizzo nelle camere d'albergo sprovviste di WiFi.
Le scheda tecnica di questi laptop ultraleggeri parla di due configurazioni possibili: CPU Intel Core i3 a 1,4GHz o processore Intel Core i5 da 1,6GHz, che può arrivare a 2,3GHz con il Turbo Boost. Per quanto riguarda la memoria a bordo HP include invece 4GB di memoria RAM (espandibili a 8GB) e 128GB di drive SSD.

Anche i nuovi metallici Envy sembrano strizzare l'occhio ai MacBook. In questo caso abbiamo due modelli, con display da 15,6 o 17,3 pollici, equipaggiati con processori quad-core Intel (Core i7), GPU Radeon HD e 128GB di storage a stato solido. Tra gli "optional" in comune, spicca il sensore di prossimità abbinato alla retroilluminazione della tastiera. I prezzi ufficiali parlano di 1.100 dollari per l'Envy 15 e 1.250 dollari per l'Envy 17, ma quest'ultimo viene anche venduto in versione "3D Ready", con tanto di occhialini attivi, a 1.600 dollari.

I tecnici Hewlett-Packard rifanno anche il trucco al modello DM4, il Pavilion di fascia media, aggiungendo un subwoofer che prima era presente solo sulle soluzioni top di gamma. La versione speciale Beats Edition costa 899 dollari ma è equipaggiata con CPU Intel Core i5, 8GB di RAM e un hard disk da 750GB. L'HP Pavilion DM4 classico, senza super-audio, continua invece a proporre CPU Core i3, 6GB di RAM e 640GB di spazio su disco, a 699 dollari.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • BusinessHP e il lungo addio ai PCDilemmi per l'azienda di Palo Alto: scorporare o vendere la divisione dei PC? Samsung nega qualsiasi interesse all'acquisto, mentre il CEO Apotheker difende la sua cura
  • TecnologiaHP, il PC è ancora lìHewlett-Packard presenta una valanga di nuovi computer desktop all-in-one e una nuova versione ultraportatile del laptop Pavillion
  • TecnologiaNotebook, Intel li vuole ultraIl colosso di Santa Clara introduce una concept per una linea di portatili competitivi, pensati per combattere i tablet, e svela la road-map dei chip in arrivo. Tutto al Computex di Taipei