Un caldo tocco

Guanti per touchscreen a prova di qualsiasi freddo invernale

Smartphone, lettori multimediali e tablet utilizzano ormai sempre più spesso come interfaccia con l'utente uno schermo sensibile al tocco delle dita, che, il più delle volte, sostituisce i pulsanti fisici. Quasi tutti i dispositivi hanno ormai consolidato l'uso della tecnologia capacitiva, che permette di riconoscere il tocco sullo schermo non attraverso la pressione (come avveniva nei display resistivi), ma attraverso le caratteristiche di conducibilità di ciò che viene a contatto con lo schermo. Chiunque abbia un dispositivo touchscreen sa quanto sia difficoltoso poterlo utilizzare correttamente indossando un paio di guanti. La soluzione però esiste ed è proposta da Anycast Solutions, che per tutti i touchscreen-dipendenti infreddoliti ha progettato gli Skingloves.

Skingloves


Si tratta di un normalissimo paio di guanti capaci di tenere al caldo le mani durante le gelide giornate invernali, ma nella cui tramaè nascosta una novità. Il tessuto dei guanti Skingloves è uniformemente intrecciato con un filo d'argento, materiale che, per la sua naturale conduttività, permette di trasmettere l'energia statica delle dita ai touchscreen capacitivi, funzionando quindi perfettamente con tutti gli schermi a sfioramento.
In pieno comfort, gli Skingloves permettono quindi di inviare SMS ed email, navigare, rispondere a una telefonata, consultare un'app, scattare una foto, giocare ai titoli preferiti, e tanto altro ancora, al caldo, con tutte e dieci le dita e con la stessa prontezza e precisione che si hanno a mani nude. Inoltre, proprio la tecnologia alla base del filato garantisce il completo utilizzo degli schermi capacitivi, comprendendo anche le gesture multitouch.

La gamma completa comprende diversi filati: la si può consultare anche sul portale di e-commerce del prodotto, dove gli Skingloves di lana merinos sono venduti a 22 euro, mentre quelli in acrilico si posizionano a 17 euro.



(via Anycast Solutions)
TAG: gadget