Roberto Pulito

Nvidia spinge al Maximus

Disponibile il nuovo sistema per l'accelerazione grafica delle workstation, che combina la forza della GPU Quadro con il sostegno del co-processore Tesla

Roma - Gli ingegneri Nvidia introducono sul mercato Maximus, una nuova soluzione grafica professionale dedicata alle workstation che lavorano con CAD, modellazione 3D e video digitale. La nota scheda video Nvidia Quadro, può essere ora affiancata dal co-processore Nvidia Tesla C2075 per l'elaborazione in parallelo.



Il Tesla in questione costa 2400 dollari e propone 448 core CUDA, insieme a 6GB di memoria GDDR5 e può lavorare fino a raggiungere il picco dei 515 gigaFLOPS, consentendo ad una sola workstation di fornire performance di uno o più teraFLOPS. Le Quadro compatibili con il gemellaggio spaziano invece dalla Quadro 600 con 96 core CUDA, venduta a 200 dollari, fino alla scheda di fascia Quadro 6000, che offre 448 core per 3500 dollari.
Tutte le VGA della gamma Quadro sono già perfettamente compatibili con la versione professional di Nvidia 3D Vision che permette di lavorare in ambiente "stereoscopico" e condividere il progetto grafico in tre dimensioni.

Nvidia ha fatto poi sapere che produttori storici come Adobe, ANSYS, Autodesk, Bunkspeed e MathWorks hanno già deciso di supportare la neonata modalità di lavoro "Maximus" aggiornando le loro applicazioni professionali.

Roberto Pulito
Notizie collegate