Michael Jackson: calma e gesso

Dall'Olimpo delle popstar giunge la voce sottile di Jacko, attonito per la proposta di incarcerare chi condivide anche un solo brano in rete. La galera - solfeggia Jacko - non rappresenta una risposta. La protesta monta

Michael Jackson: calma e gessoRoma - Una delle più note divinità dell'olimpo della musica contemporanea, Michael Jackson, è uscita dal suo tradizionale riserbo per affermare di essere senza parole dinanzi alle ultime idee che circolano nel Congresso americano per reprimere il file sharing musicale.

Con la sua voce sottile, la celeberrima popstar ha dichiarato di essere "senza parole all'idea di mettere in galera gli appassionati di musica per aver scaricato musica. È sbagliato scaricarla illegalmente ma la risposta non può essere il carcere".

Come si ricorderà, cinque parlamentari americani nei giorni scorsi hanno presentato una proposta shock ("Authors, Consumer and Computer Owners Protection and Security Act") che oltre a prevedere fino a cinque anni di carcere per chi condivide anche un solo brano protetto da diritto d'autore, vuole imporre fino a 250mila euro di sanzione per ogni violazione.
Michael Jackson, e con lui probabilmente un certo numero di artisti, sembra temere che l'eccessiva pesantezza della repressione possa scatenare un risentimento diffuso presso gli appassionati, che con i loro acquisti tengono in piedi l'intera industria discografica.

Michael Jackson - foto SonySecondo Jacko, dunque, si deve ancora trovare la giusta via e occorre che consumatori e major si siedano attorno ad un tavolo per capire come procedere. "Qui in America - ha solfeggiato - creiamo nuove opportunità dalle avversità, non leggi punitive. Dovremmo guardare alle nuove tecnologie, come il negozio musicale online di Apple, come possibili soluzioni. In questo modo l'innovazione continuerà a contraddistinguere l'America. Sono i fan che determinano il successo del music business; vorrei che questo non venisse dimenticato".

Eppure sono tanti coloro che ritengono che proprio questo sia stato dimenticato. Dalla Electronic Frontier Foundation ad altre iniziative spontanee che in diversi stati americani stanno iniziando a far rumore via internet, la protesta dei fan sembra destinata a crescere. Per l'1 e 2 agosto il sito Boycott RIAA ha proclamato due giornate di mobilitazione.

Una situazione scatenata da iniziative controverse, come la decisione dei discografici della RIAA di richiedere ai provider un migliaio di nomi di loro utenti internet per poterli denunciare...
102 Commenti alla Notizia Michael Jackson: calma e gesso
Ordina
  • Night creatures calling, the dead start to walk in their masquerade
    There's no escaping the jaws of the alien this time
    (They're open wide)
    This is the end of your life



    Travolto da cose più grandi te nella vita non ci ha mai capito molto sul come viverla al meglio.

    Spero che adesso avrai il meritato riposo. Triste

    Fan LinuxFan Apple



    http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/persone/m...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 giugno 2009 01.14
    -----------------------------------------------------------
  • ma perhè il mitico
    michael jackson si è fatto così...diciamo brutto?
    io so, perchè da piccolo lo prendevano in giro che era nero,ma è vero? è davvero "pazzo" come lo definiscono gli altri??!
    io son una sua fan
    e non credo che è pazzo e pedofilo!!
    vi prego datemi una risposta!!.
    non+autenticato
  • - Scritto da: giada palumbo
    > ma perhè il mitico
    > michael jackson si è fatto così...diciamo brutto?
    > io so, perchè da piccolo lo prendevano in giro
    > che era nero,ma è vero? è davvero "pazzo" come lo
    > definiscono gli
    > altri??!
    > io son una sua fan
    > e non credo che è pazzo e pedofilo!!

    > vi prego datemi una risposta!!.

    Noi te la dobbiamo dare ?!?!? E che kazne sapp...

    Ma certo, tranquilla Michael e' buono, canta da dio ed e' stato solo un po' sfortunato per i problemi alla pelle...
    Ora torna a studiare, poi nanna che domani c'e' scuola.
    krane
    22544
  • Tra critiche e accuse Michael Jackson rimane il migliore l'unico insieme a bob marley e a Vasco a dare un senso alla musica
    non+autenticato
  • Michael Jackson ha perfettamente ragione.

    Le pressione politiche delle corporazioni (che pagano le campagne elettorali ottenendo leggi ad hoc, in barba al sistema democratico) hanno trasformato un peccato veniale in un peccato capitale.

    E' giusto riconoscere il dovuto agli autori (un po' meno giusto riconoscerlo alle corporazioni, che hanno un sapore di signorotti feudali), ma punire con la galera chi scambia musica è un concetto assurdo, di ottica del tutto medioevale, appunto.

    Elf Qrin -- www.ElfQrin.com
    non+autenticato
  • Ma quanti bravi forcaioli! C'è più di uno che è d'accordo con i 5 anni di galera! Ma se le pene devono avere una proporzionalità, a Previti, che aspettiamo a fucilarlo? E per l'omicidio colposo che condanna diamo?
    5 anni per aver scaricato un mp3, ossia un furto di qualche decina di centesimi....
    andate tutti a fare in culo insieme ai parlamentari americani che hanno proposto la legge e ai discografici. Gli USA non devono mai più essere presi da esempio, stanno diventando un paese di paranoici. Hanno più di 2.000.000 di persone in galera e ce ne vogliono mettere altre.
    Speriamo che un domani il paranoico di turno non spinga il bottone dei missili nucleari (hanno ancora più di 10.000 testate...)
    non+autenticato
  • Hai perfettamente ragioneeeeee!!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)