Nuovo jukebox a pagamento

Rivolto agli utenti di PC, dotato di un catalogo da 300mila pezzi e di una tariffa per brano di 70 centesimi di dollaro, BuyMusic spera di controllare il mercato prima che lo faccia Apple iTunes. Ma ci sono problemi con le licenze

Roma - Un nuovo agguerrito competitor si affaccia nella sempre più affollata arena della distribuzione musicale a pagamento via internet. Il jukebox si chiama BuyMusic.com e sfrutta un sistema di distribuzione che ricorda quello di grande successo sfoderato da Apple, iTunes. Al contrario di quest'ultimo, riservato agli utenti Mac, BuyMusic si propone come punto di riferimento per gli utenti PC.

Il nuovo jukebox pende così completamente verso i PC che la sua home page si presenta con uno scarno messaggio se viene raggiunta da un sistema che non sia Windows e da un browser che non sia Internet Explorer:
"In order to take full advantage of BuyMusic.com's offerings you must be on a Windows Operating System using Internet Explorer version 5.0 or higher"

Il Windows-Jukebox ha molti numeri per riuscire nell'intento di occupare rapidamente il mercato di settore. Il suo catalogo dispone di molti più titoli di quelli di iTunes, 300mila brani contro 200mila, e il prezzo per il download di ogni singolo brano è aggressivo: 70 centesimi di dollaro. Va da sé, poi, che rivolgendosi al pubblico PC anziché Mac, BuyMusic può contare su un parco potenziale di clienti enormemente più ampio.
Ma a complicare la vita al neonato servizio non è tanto il ripetersi di fastidiosi reminder (ad esempio: "Per scaricare musica è necessario installare Windows Media Player Version 9) ma sono soprattutto i problemi di licenza.

Se Apple è riuscita ad ottenere dai discografici l'autorizzazione a distribuire musica che può essere masterizzata su CD da chi la compra e persino condivisa verso un numero limitato di computer, BuyMusic.com invece propone offerte diverse a seconda dei singoli brani o album. Vi sono casi in cui per pochi dollari è possibile scaricare un album e farne un CD, altri in cui, invece, la musica si può solo "affittare", per esempio per ascoltarla entro un certo tempo, oppure dopo averla scaricata la si può ascoltare soltanto sul proprio computer.. E via dicendo.

Difficile dire cosa accadrà ma in mezzo ai due leoni, Apple e BuyMusic, si sta incuneando anche la flessibile Listen.com...
24 Commenti alla Notizia Nuovo jukebox a pagamento
Ordina
  • ma e' tutto copiato da Itunes!!! Spudoratamente!! anche le pubblicita', compresa la frase "for the rest of us"!!

    Leggo su un altro forum e riporto un'esperimento fatto dall'amico Marco Zaggia:

    "provate ad aprire la HP con un editor HTML, eliminate le immagini e considerate solo la struttura e le tabelle.... niente di nuovo???? non vi sembra familiare?????
    "E' LA HOME PAGE DELL'APPLE-STORE"

    ...che roba...

    ciao


    non+autenticato
  • se non ci lascieranno usare mp3 o addirittura mpc o FLAC ... sarà inutile.
    e che buttino nel cesso quel fottuto DRM che NON lo voglio.
    io non voglio comprare qualcosa che qualcun altro controlla.
    fanculo!
    IO
    NON
    LO
    COMPRO

    altrimenti ne parliamo.

    forse.

    quando finalmente il brano sarà a 40 centesimi.
    non+autenticato
  • BuyMusic.com Available to Domestic Residents Only
    We?re sorry, but due to license restrictions, BuyMusic.com content is available only to residents of the United States. Your internet protocol (IP) address shows that you are attempting to access this web site from outside the US. Thank you for your interest in BuyMusic.com. We apologize for any inconvenience this might have caused.

    Inoltre, non è compatibile con altri browser per pura pigrizia degli sviluppatori (anche l'activeX del mediaplayer poteva non essere presente sui browser che non lo supportano lasciando aprire il programma standalone)
    non+autenticato
  • E non mi ha dato nessun laconico messaggio...
    Peraltro il sito funziona senza nessun problema.
    Tanto per essere precisi... l'Identificatore del browser è su "Opera"A bocca aperta
    2678
  • ...e mi ha mandato al diavolo. Per me il sito è gia' morto, non utilizzero mai IE per entrare li'!!!
  • E mi ha lasciato entrare e navigare.

    La mia stringa di identificazione è:
    Mozilla/5.0 (compatible; Konqueror/3.1; Linux)
    non+autenticato
  • e mai ci entrerò
    non+autenticato
  • io con safari senza nessun problema.
    ciò non toglie ke sia orrendo e spudoratamente copiato dall'apple music store, che è orrendo anke lui, xché mi vuole far pagare qlc ke io voglio a gratisse.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > io con safari senza nessun problema.
    > ciò non toglie ke sia orrendo e
    > spudoratamente copiato dall'apple music
    > store, che è orrendo anke lui, xché mi vuole
    > far pagare qlc ke io voglio a gratisse.

    perchè non hai diritto di averlo a gratisse, altrimenti perchè non inizi a lavora a gratisse pure te
    non+autenticato
  • Con le nuove leggi scaricare da Internet anche se a pagamento non sarebbe illegale visto che manca il contrassegno SIAE ?.
    non+autenticato
  • > Con le nuove leggi scaricare da Internet
    > anche se a pagamento non sarebbe illegale
    > visto che manca il contrassegno SIAE ?.

    La situazione italiana è piusttosto ambigua, al momento, sempre per colpa dell'odiatissimo, unico al mondo (proprio in Italia dovevano avere qeusta bella pensata anni fa?) e anacronisitco bollino! Visto che negli altri peasi non esiste nessun bollino (e le SIAE locali funzionano molto meglio della nsotra), dalle altre parti il problema non esiste.

    Da noi la SIAE ha da tempo lanciato una Licenza Multimediale che permette di mettere su uno shop musicale online.
    http://www.siae.it/UtilizzaOpere.asp?click_level=0...

    Per quanto riguarda il problema masterizzazione la cosa è tutta da verificare. Credo siano (e saranno sempre di più!) presi in contropiede anche loro! (E' la volta buona che ci liberiamo del bollino, visto che basterebbe far ricorso in sede Europea).
    Non credo abbiano una politica in merito! Ho mandato una mail 2 mesi fa, da cliente di tali servizi in Italia, per chiedere lumi. Hanno rimpallato il msg dopo 1 mese all'Antipirateria....se si degneranno di rispondere prima o poi si saprà qualcosa di più preciso....

    Se magari Punto Informatico si informasse...conterebbe più di Pinco Pallino Ekleptical!Con la lingua fuori
    Mi pare interessante per sapere se perderemo il treno anche 'sta volta!

    Cmq al momento gli UNICI shop di musica digitale (non amatoriale/emergente alla Vitaminic, ma che trovi su CD in negozio) in Italia sono Tiscali Music Club e lo shop Digital Music di MTV. E credo che della SIAE se ne freghino alquanto, visto che si appoggiano ad OD2, che è un service inglese (fondato anche da Peter Gabriel, per altro). Di Tiscali ed MTV non c'è veramente niente! Fanno tutto in UK (compresa la grafica "adattata" al sito e i pagamenti!). Basta versare un paio di centinaia di migliaia di euro di quota di ingresso nel "franchising virtuale".. ^^;;;
    Gli girano una quota dell'incasso. In pratica fanno solo da vetrina.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)