Roberto Pulito

Intel riporta Pentium sui server

Lo storico marchio rivive nel processore Pentium P350. CPU dai consumi ridotti all'osso, pensata per il sostegno dei micro-server

Roma - Si torna a parlare di processori Pentium con l'annuncio del nuovo modello 350. Intel ha riesumato lo storico nome per una CPU dalla potenza discreta e dai consumi estremamente ridotti (15W di TDP), dedicata ai micro-server di fascia bassa.

In passato il marchio Pentium è già finito nei server, quelli di fascia alta, con i Pentium II Xeon e i Pentium III. Per il nuovo settore dei micro-server a basso consumo l'azienda di Santa Clara offre invece chip Xeon E3 e sta anche preparando nuovi Atom studiati per questo scopo.

Il Pentium 350, appena aggiunto alla lista, è un dual-core a 64 Bit che lavora alla frequenza di 1,2GHz, sostenuto da 3MB di memoria cache L3. Offre supporto a memorie ECC, include la tecnologia Hyper-Threading per processare fino a 4 thread in parallelo, ed è compatibile con il Socket LGA 1155.
A guardar bene, il nuovo chip Intel è fondamentalmente un Sandy Bridge depotenziato, privo del processore video integrato. Intel sottolinea che l'eliminazione di questa funzione aggiuntiva contribuisce a proporre un'alternativa più economica, rispetto ai classici chip Intel per PC, anche se il prezzo dei Pentium 350 non è ancora stato rivelato.

Roberto Pulito
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Intel riporta Pentium sui server
Ordina