PCI-X, l'evoluzione dello standard

Fra qualche mese dovrebbero arrivare i primi prodotti compatibili con il nuovo standard PCI-X, l'evoluzione del bus PCI 2.2 che potrà raggiungere frequenze di clock superiori ai 133 MHz

San Jose (USA) - A confermare la moda delle "X" questa lettera contraddistinguerà anche la nuova evoluzione dello standard PCI 2.2, più veloce ed in grado di supportare tutta la nuova generazione di periferiche multimediali.

Le specifiche del nuovo standard PCI-X, i cui primi prodotti compatibili sono previsti per la seconda metà del mese, parlano di frequenze di clock superiori a 133 MHz e fino a quattro slot a 64 bit e 66 MHz su di un singolo bus.

Questa innovazione era da lungo tempo attesa nel mondo dei PC, dove le periferiche sono sempre più ingorde di banda passante ed il numero di slot, dopo l'eliminazione del vecchio bus ISA, tenderà ad aumentare.
Le specifiche del nuovo standard sono già state accolte da tutti i principali produttori hardware e saranno presto adottate anche da numerose case produttrici di controller SCSI: segno, questo, che specie nella fascia medio-bassa il PCI avrà ancora la meglio sul più costoso bus SCSI.
TAG: hw