Mauro Vecchio

Italia, la Repubblica di Facebook

21 milioni gli italiani presenti nel gigantesco social network. Sul totale di 27 milioni collegati a Internet. Più della metà è ogni giorno sul sito in blu, 6 milioni navigano da smartphone o tablet

Roma - A raccogliere e diramare i dati è stato l'esperto in web marketing Vincenzo Cosenza, partito dalle rilevazioni statistiche del suo "Osservatorio Facebook". 21 milioni di cittadini italiani sono attualmente iscritti al gigantesco social network di Mark Zuckerberg, stando ai dati presenti, in rappresentanza di uno dei paesi più avvezzi alle condivisioni in blu.

Risultati impressionanti, dal momento che il numero totale dei netizen del Belpaese si è assestato sui 27 milioni. Dettaglio ancor più sorprendente: sono 13 i milioni di account tricolore a navigare quotidianamente tra gli sconfinati meandri della piattaforma statunitense.

Sempre secondo i numeri snocciolati da Cosenza - in parte basati sugli ultimi rilevamenti di Audiweb - 9 milioni di italiani si ritrovano a navigare online attraverso dispositivi mobile. Con 7,5 milioni - o 6 se si considerano gli accessi quotidiani - che controllano le proprie bacheche su Facebook attraverso tablet o smartphone.
"Il dato è impressionante se si pensa che Audiweb dice che nel giorno medio sono 13,9 milioni gli italiani che usano Internet - ha scritto Cosenza sul suo blog - Da considerarare le diverse metodologie di rilevazione: Audiweb usa un panel di navigatori, Facebook traccia gli utenti attraverso i suoi server".

Lo stesso Cosenza ha poi monitorato i canali di Facebook Ads per tracciare un profilo demografico degli utenti italiani sul social network. Il 20 per cento ha un'età compresa tra i 19 e i 24 anni, mentre il 53 per cento è di sesso maschile. Le regioni più sociali sono Lazio (2,6 milioni di iscritti), Lombardia (1,4 milioni) e Campania (428mila).

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Digital LifeItalia, non è una rete per vecchiGlobal Web Index ha fotografato la Rete italiana: è giovane, è molto social e prima in Europa per microblogging e condivisione di video
  • Digital LifeContrappunti/ Il Censis dà i numeridi M. Mantellini - Nel rapporto del centro studi c'è la definitiva conferma di uno spaventoso ritardo nell'ammodernamento di questo Paese. Un problema personale, culturale, collettivo
  • AttualitàAgcom e la banda larga in serie BIl presidente Calabrò lancia l'allarme: meno del 50 per cento le abitazioni connesse in broadband. E il mobile rischia l'intasamento. La banda larga favorisce il mercato legale dei contenuti, con una nuova legge sul copyright. La relazione annuale dell'Authority
28 Commenti alla Notizia Italia, la Repubblica di Facebook
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)