Mauro Vecchio

Finlandia, nuovo attacco alla Baia

L'industria discografica contro gli attuali admin di The Pirate Bay. Chiesta una condanna per violazione del copyright e il pagamento di una sanzione pecuniaria. Altri due provider obbligati a bloccare gli accessi?

Roma - Hanno riaperto il fuoco sugli attuali amministratori del noto tracker BitTorrent The Pirate Bay, accusati di aver facilitato la distribuzione non autorizzata di migliaia di brani musicali. I vertici della International Federation of the Phonographic Industry (IFPI) sono così tornati in aula contro la Baia più famosa del torrentismo.

Ad un giudice di Helsinki è stato dunque chiesto di bastonare gli admin di The Pirate Bay, condannandoli per violazione massiva del copyright. L'industria musicale finlandese, insieme al gruppo locale anti-pirateria (Copyright Information and Anti-Piracy Center, CIAPC), dovrebbe conseguentemente essere ripagata con un non meglio specificato risarcimento.

Gli avvocati di IFPI hanno inoltre chiesto a due corti di Helsinki e Vantaa di obbligare i provider Sonera e DNA a bloccare tutti gli accessi a The Pirate Bay. Un giudice locale aveva già imposto all'ISP Elisa un intervento a mezzo DNS, pena il pagamento di una multa pari a 100mila euro. (M.V.)
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Finlandia, nuovo attacco alla Baia
Ordina