Elsa Pili

Un tweet per il Primo Emendamento

Studentessa del Kansas cinguetta un giudizio negativo sul Governatore e riceve richiesta di scuse ufficiali. Alla fine a scusarsi sarà il politico

Roma - Una diciottenne conquista i titoli dei giornali rivendicando il proprio diritto alla libertà d'espressione, minacciato da uno staff politico troppo zelante. La protagonista è Emma Sullivan, una studentessa di Topeka, capitale del Kansas: la ragazza si trovava a una conferenza dal titolo "Youth in Government", tenuta dal Governatore dello stato Sam Brownback, da dove ha twittato un colorito commento di disapprovazione nei confronti dell'uomo politico. Nel tweet la ragazza sosteneva di aver appena detto personalmente a Brownback che - letteralmente - faceva schifo: cosa non vera, peraltro, si scoprirà poi.

Il punto è che lo staff di social media monitoring del politico ha intercettato il tweet e ha ben pensato di chiamare il preside del liceo di Emma per chiedere una lettera ufficiale di scuse da parte della ragazza.

Al preside, che oltre alla richiesta della lettera si è offerto di suggerire alla ragazza alcuni punti da includere nella lettera stessa, Emma ha deciso di rispondere con un netto rifiuto: "Ho deciso di non scrivere la lettera ma spero che questo permetta ai comuni cittadini di esprimere le proprie opinioni e di essere ascoltati".
Davanti ai cinguettii che lo accusavano di violazione del Primo Emendamento al Governatore non è rimasta che la scelta - forse - più saggia: chiedere scusa.

Con l'hashtag #HeBlowsALot (postato dalla stessa Emma nel tweet "incriminato") sono pervenute tutte le manifestazioni di solidarietà e di incitamento a resistere alle richieste delle autorità e battersi per la libertà d'espressione (c'è persino chi la vede come un'eroina). Commenti che fanno un po' sorridere se si vanno a guardare i tweet di Emma precedenti all'attenzione dei riflettori. Si va da Justin Bieber a una passione davvero sfegatata per Twilight.

Quando le sono state chieste le motivazioni di tanto astio nei confronti di Brownback Emma ha citato il taglio ai fondi per l'arte e ha aggiunto che per lei sarebbe interessante poter avere un dialogo con lui sul tema.

Da fan di Edward e Bella a paladina della libertà d'espressione e interlocutrice di un Governatore statunitense. In 140 caratteri.

Elsa Pili
14 Commenti alla Notizia Un tweet per il Primo Emendamento
Ordina
  • Che pena, a 40 anni si esprimeranno a suon di rutti anglofoni tipo "imho", "afaik", "oic", oltre agli italiani "xchè", "c6", ecc...

    Oltre ai gravissimi problemi di privacy, i social networks stanno lentamente rincretinendo le menti dei giovani (ho 29 anni, non sono vecchio).

    Rivoglio la internet corsara degli anni '90, era meglio quando chiunque avesse un modem a 56K era considerato un nerd.
    non+autenticato
  • - Scritto da: hghg
    > Che pena, a 40 anni si esprimeranno a suon di
    > rutti anglofoni tipo "imho", "afaik", "oic",
    > oltre agli italiani "xchè", "c6",
    > ecc...
    >
    > Oltre ai gravissimi problemi di privacy, i social
    > networks stanno lentamente rincretinendo le menti
    > dei giovani (ho 29 anni, non sono
    > vecchio).
    >
    > Rivoglio la internet corsara degli anni '90, era
    > meglio quando chiunque avesse un modem a 56K era
    > considerato un
    > nerd.

    Peccato che questa considerazione, poco centri con il fatto in questione.
    Sgabbio
    26177
  • lascialo allenarsi… si sta preparando a diventare un vecchietto nostalgico...
    MeX
    16902
  • Di primo acchito mi è venuto da pensare "brava Emma!",
    poi ho letto l'articolo e notando che la ragazza ha raccontato una falsità, adesso mi viene da pensare che la politica fa proprio per lei..
    Poi mi pare "originale" il ragionamento "ma spero che questo permetta ai comuni cittadini di esprimere le proprie opinioni e di essere ascoltati" (con beneficio della traduzione, eh),
    cioè per farsi ascoltare occorre insultare.. vabbè, io sono vecchiotto, pensate che ai miei tempi erano i professori a picchiare gli studenti e non viceversa... Sorride che tempi incivili
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > Di primo acchito mi è venuto da pensare "brava
    > Emma!",
    > poi ho letto l'articolo e notando che la ragazza
    > ha raccontato una falsità, adesso mi viene da
    > pensare che la politica fa proprio per
    > lei..
    > Poi mi pare "originale" il ragionamento "ma spero
    > che questo permetta ai comuni cittadini di
    > esprimere le proprie opinioni e di essere
    > ascoltati" (con beneficio della traduzione,
    > eh),
    > cioè per farsi ascoltare occorre insultare..
    > vabbè, io sono vecchiotto, pensate che ai miei
    > tempi erano i professori a picchiare gli studenti
    > e non viceversa... Sorride che tempi
    > incivili

    Dove sarebbe la falsità ?
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: Osvy

    > Dove sarebbe la falsità ?

    Hai letto l'articolo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > - Scritto da: Osvy
    >
    > > Dove sarebbe la falsità ?
    >
    > Hai letto l'articolo?

    ah si, hai ragione, ma non è questo il punto. Bisogna vedere poi se l'ha detto dalla plateaA bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: Osvy
    > > - Scritto da: Sgabbio
    > > > - Scritto da: Osvy
    > >
    > > > Dove sarebbe la falsità ?
    > >
    > > Hai letto l'articolo?
    >
    > ah si, hai ragione, ma non è questo il punto.
    > Bisogna vedere poi se l'ha detto dalla platea
    >A bocca aperta

    Ok, ha un po' "esagerato" Sorride
    Scusa, ma ho Sharon Stone che mi aspetta
    (vabbè, devo vedere un suo film... Occhiolino )
    non+autenticato
  • il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata per 5 milioni di Euro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata per 5
    > milioni di Euro.

    Importi a parte, ritengo che la Cassazione avrebbe stabilito che "fai schifo" è una espressione calunniosa, tipo queste sentenze:
    http://avvrenatodisa.wordpress.com/2011/10/18/cort.../
    http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum/per-l...

    anche se il rapporto elettore vs/ politico può avere una sua specificità di netta "minore offesa". ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: attonito
    > > il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata
    > per
    > 5
    > > milioni di Euro.
    >
    > Importi a parte, ritengo che la Cassazione
    > avrebbe stabilito che "fai schifo" è una
    > espressione calunniosa, tipo queste
    > sentenze:
    > http://avvrenatodisa.wordpress.com/2011/10/18/cort
    > http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum/per-l
    >
    > anche se il rapporto elettore vs/ politico può
    > avere una sua specificità di netta "minore
    > offesa".
    > ciao

    E se al posto di "fai schifo" io dicessi "mi fai schifo"? il "mi" dovrebbe specificare la specificita' della frase che passa da affermazione assoluta a parere relativo.

    "Tu, a me, fai schifo" cioe' non significa che fai schifo sempre e comunque, ma solo a me. E non credo questo possa essere fatto oggetto di censura.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iome
    > - Scritto da: Osvy
    > E se al posto di "fai schifo" io dicessi "mi fai
    > schifo"? il "mi" dovrebbe specificare la
    > specificita' della frase che passa da
    > affermazione assoluta a parere
    > relativo.
    >
    > "Tu, a me, fai schifo" cioe' non significa che
    > fai schifo sempre e comunque, ma solo a me. E non
    > credo questo possa essere fatto oggetto di censura.

    La tua osservazione mi convince, concordo. Infatti in queste cose conta sempre molto il contesto e lo specifico, certo che in generale certi tipi di affermazioni andrebbero evitate quando fatte "in senso generico",
    per dire se sei la vittima di una violenza sessuale, o la moglie picchiata dal marito, ci sta, ma dire ad un politico "mi fai schifo" solo per le idee che esprime è una tesi più "ardita" (ma rientra nella comune constatazione che senza nemici si vive male...).
    Riguardo l'Italia, la Cassazione (cito quella perché è il "non si va oltre" in genere in questo tipo di contese) si è espressa su "mi fai schifo", però poi va visto il caso specifico come si è configurato:
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/0...
    (ps - e tra l'altro questa sentenza non mi lascia molto tranquillo quando ritiene la "SENTENZA D'APPELLO INCONGRUENTE", tirando diciamo gli orecchi a quei giudici).
    ps2 - toh, la sentenza affronta proprio il caso da te proposto: contesta che anteporre "mi" comporti l'esclusione dell'offesa... vedi che la legge è "complicata"
    non+autenticato
  • io sto ancora aspettando le scuse di un nano che mi ha definito cogl**ne, insieme a qualche milione di italiani, solo perchè non votavo "fozza gnocca"A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: malto
    > io sto ancora aspettando le scuse di un nano che
    > mi ha definito cogl**ne, insieme a qualche
    > milione di italiani, solo perchè non votavo
    > "fozza gnocca"
    >A bocca aperta

    ah stai parlando di Silvio Berlusco.... POST ZAPPATO! mai citare i potenti, eh, mai!
    non+autenticato