L'americano all'estero vota via internet

Le elezioni del 2004 dovrebbero segnare il battesimo del fuoco. Dopo le cartoline postali, i biglietti elettronici, le macchinette frangibuchi, Washington ci prova con internet

Washington (USA) - La tormentata storia del voto dell'elettore americano all'estero potrebbe trovare una soluzione in internet. Questo è almeno quanto pensano i papaveri dello FVAP (Federal Voting Assistance Program), un'agenzia del ministero della Difesa americana che sta collaborando con una decina di stati federali per varare un sistema di voto che sia affidabile.

Le speranze sono che già per le elezioni del 2004 gli elettori americani all'estero possano votare via internet. Gli ostacoli per il varo di SERVE (Secure Electronic Registration and Voting Experiment) sono quelli di sempre, sicurezza in primis.

Il sistema così come viene descritto sembra peraltro fallibile: i funzionari preposti dei diversi stati useranno infatti SERVE per elaborare le richieste di voto provenienti dagli elettori, attraverso SERVE forniranno i dati di voto agli elettori e processeranno il loro voto "di risposta". A quel punto, però, saranno i sistemi elettorali tradizionali a dover gestire e contare il voto elettronico.
Un'idea più precisa ce la si può fare anche sul sito dedicato del Governo statunitense: www.serveusa.gov.
TAG: mondo
11 Commenti alla Notizia L'americano all'estero vota via internet
Ordina
  • in svizzera si fa anche il il formulario per il censimento annuale via internet... e non bisogna usare per forza windows! Con la lingua fuori

    --

    Pascal
    non+autenticato
  • Sarà contento Bush, che già quando è stato Eletto (?) ha imbrogliato con le buste premandate.
    Magari fanno così anche nel 2006 con quel maiale di berlusca.
    non+autenticato
  • Minimum Computer Requirements
    1. a Windows-based computer (Windows 95, 98, ME, 2000, NT or XP)

    http://www.serveusa.gov/public/aca.aspx

  • - Scritto da: Friday
    > Minimum Computer Requirements
    > 1. a Windows-based computer (Windows 95, 98,
    > ME, 2000, NT or XP)
    >
    > http://www.serveusa.gov/public/aca.aspx

    Si tratta di un "minimum computer requirement" nulla ti impedisce di usare qualcosa di meglio.
    non+autenticato
  • ...perse la presidenza. Quel pugno di voti veniva da oltre oceano, e con questo si vogliono assicurare che tutti i militari possano votare con facilita'. Il fatto che in futuro, forse, tutti voteremo tramite internet, mi fa capire il perche' di tanto interesse per il controllo della stessa da parte dei soliti simpaticoni in completino nero.

    hola
    crack
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...perse la presidenza. Quel pugno di voti
    > veniva da oltre oceano, e con questo si
    > vogliono assicurare che tutti i militari
    > possano votare con facilita'. Il fatto che
    > in futuro, forse, tutti voteremo tramite
    > internet, mi fa capire il perche' di tanto
    > interesse per il controllo della stessa da
    > parte dei soliti simpaticoni in completino
    > nero.
    >
    > hola
    > crack

    Anche se fosse come dici tu (ma l'esperienza insegna che non è mai come dicono gli illuminati) perché un militare non potrebbe votare? A cuba c'è un militare che governa male e sfrutta l'embargo per arricchirsi ancora di più col contrabbando (come tutti i dittatori), in cina c'è un potere politico che in pratica è militare. Solo quando vi fa comodo?
    non+autenticato
  • E dimenticavo: almeno negli USA votano e lo stato fa votare tutti. E chiunque può candidarsi, come succede anche in italia, fortunatamente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E dimenticavo: almeno negli USA votano e lo
    > stato fa votare tutti. E chiunque può
    > candidarsi, come succede anche in italia,
    > fortunatamente.

    Negli USA il presidente e' stato scelto dai giudici.
    In Italia i giudici processano il presidente ed i suoi servi e vengono incriminati.
    (ho semplificato un po')

    Non so dove si sta peggio...
    non+autenticato
  • > Negli USA il presidente e' stato scelto dai
    > giudici.
    > In Italia i giudici processano il presidente
    ... e si dimenticano di perseguire per gli stessi reati quelli della parte opposta del presidente
    (ho semplificato un po'....)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Negli USA il presidente e' stato scelto
    > dai
    > > giudici.
    > > In Italia i giudici processano il
    > presidente
    > ... e si dimenticano di perseguire per gli
    > stessi reati quelli della parte opposta del
    > presidente
    > (ho semplificato un po'....

    ...troppo!

    hola
    crack
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...perse la presidenza. Quel pugno di voti
    > > veniva da oltre oceano, e con questo si
    > > vogliono assicurare che tutti i militari
    > > possano votare con facilita'. Il fatto che
    > > in futuro, forse, tutti voteremo tramite
    > > internet, mi fa capire il perche' di tanto
    > > interesse per il controllo della stessa da
    > > parte dei soliti simpaticoni in completino
    > > nero.
    > >
    > > hola
    > > crack
    >
    > Anche se fosse come dici tu (ma l'esperienza
    > insegna che non è mai come dicono gli
    > illuminati) perché un militare non potrebbe
    > votare?

    Ci fai o ci sei? Chi ha detto che i militari non possano votare?!
    Ho semplicemente detto che la sperimentazione via internet serve a rendere piu' facile il voto sopratutto nei confronti di chi si sa votare per l'attuale Presidente. E questo e' un fatto, neppure poi troppo rilevante.
    Quello invece che va focalizzato e' quanto sia sicuro allo stato attuale affidare ad internet il voto. Qual'e' il margine di brogli per questo tipo di votazione?

    A cuba c'è un militare che governa
    > male e sfrutta l'embargo per arricchirsi
    > ancora di più col contrabbando (come tutti i
    > dittatori), in cina c'è un potere politico
    > che in pratica è militare. Solo quando vi fa
    > comodo?

    Allora ci fai, eh...? Vabbe' il tuo sproloquio politico lo hai fatto ora di' qualcosa di intelligente e di destra, di qualcosa di destra, ... di qualcosa!

    hola
    crack
    non+autenticato