Roberto Pulito

AMD, nuove APU di serie A

Prestazioni ulteriormente migliorate sul fronte video e la possibilitÓ di overcloccare separatamente processore x86 e grafica integrata. Basteranno a imporre le soluzioni Fusion di Sunnyvale?

Roma - Dopo un anno di soddisfazioni con la combinazione CPU/GPU, Advanced Micro Devices chiude in bellezza presentando nuove APU (Accelerated Processing Units) della serie A. Nel corso del 2011 il chipmaker USA ha spedito 12 milioni di APU, Llano, Ontario e Zacate, guadagnando dice quote di mercato a scapito di Intel.

Le nuove APU A-Series in arrivo nei primi mesi del 2012, dedicate a desktop e notebook, puntano maggiormente sull'accelerazione della GPU interna e dichiarano prestazioni migliorate del 144 per cento, nel caso in cui si lavori in abbinamento con una scheda Radeon HD 6500. I chip utilizzano inoltre la tecnologia AMD Steady Video per stabilizzare automaticamente i filmati durante la riproduzione.

In totale, AMD ha presentato cinque nuove APU desktop (tre quad-core e una dual-core) insieme a otto processori per notebook (equamente divisi tra dual-core e quad-core). La punta di diamante della gamma è rappresentata dai processori A8-3870K e A6-3670K: le prime APU desktop con moltiplicatore sbloccato.
Gli appassionati di overlock potranno inoltre intervenire sia sul moltiplicatore del processore x86 che su quello della GPU integrata, perché questi due modelli consentono di gestire i core separatamente. Con il ritocco alla frequenza di clock possono essere aggiunti altri 500 MHz per la CPU e 200 MHz per la GPU. Il TDP dichiarato è comunque di 100W.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaAMD cambia rottaIl chipmaker USA aggiorna la roadmap delle piattaforme desktop in uscita nei prossimi mesi, tra piattaforme sostituite e moltiplicatori sbloccati
  • BusinessAMD, scelte di campo e di avversariIl chipmaker USA resta fedele all'architettura x86 ma si prepara a spostare il focus sui mercati emergenti. Fatti di mobile, server e cloud
  • TecnologiaI traguardi di AMD12 milioni di APU vendute e il debutto di una nuova, economica, LIano triple-core. I processori con grafica integrata rubano mercato a Intel