Roberto Pulito

Intel tra Ivy Bridge e Medfield

Spunta online il listino prezzi dei processori che sostituiranno i Sandy Bridge. Mentre al MIT si testano i primi esemplari di smartphone "Intel inside"

Roma - I processori Ivy Bridge realizzati a 22nm, evoluzione dell'architettura Sandy Bridge, ritarderanno fino al secondo trimestre del prossimo anno: ma, nel frattempo, è spuntato online il listino prezzi che Intel applicherà ai fornitori.

Confrontando i due cataloghi si nota che la maggior parte dei prezzi all'ingrosso verrà allineato con le proposte della generazione attuale. La scelta potrà quindi spaziare dai 184 dollari dei modelli di fascia Core i5, fino ad arrivare ai 332 dollari del Core i73770K. Processore da 3.5GHz che propone moltiplicatore sbloccato per l'overclocking.

Come noto, con Ivy Bridge Intel proporrà una serie di modifiche principalmente mirate a ridurre i consumi e a migliorare le prestazioni della GPU integrata. Il potenziamento del core grafico integrato nasce ovviamente in risposta alle APU prodotte da AMD.
In questi giorni si è tornato a parlare anche delle soluzioni Intel a 32 nanometri per dispositivi mobile, denominate Medfield. A quanto pare Intel ha fornito dei prototipi che montano questi system-on-chip ad un team del MIT (Massachusetts Institute of Technology) specializzato in recensioni. I primi test effettuati parlano di buona reattività e prestazioni in linea con i device del momento. Smartphone e tablet Android con SoC Medfield dovrebbero arrivare sul mercato nella prima metà del 2012.

Roberto Pulito
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Intel tra Ivy Bridge e Medfield
Ordina