Gabriele Niola

Cinema, finestre scardinate online

di G. Niola - In sala e online, in contemporanea: per film che non si consumano come cinepanettoni, per film che meritano una visibilità che non si riesce a garantire con la distribuzione tradizionale. BIM e OwnAir.it, ed Enter The Void di Gaspar Noé

Cinema, finestre scardinate onlineRoma - I grandi cambiamenti alle volte sono annunciati da atti clamorosi, più spesso però passano per piccoli avanzamenti e lente evoluzioni. Sembra questo il caso della distribuzione cinematografica italiana, per lungo tempo incapace di adeguarsi a nuovi modelli di distribuzione online che siano in concorrenza con la tempestività dell'offerta pirata, e ora squarciata silenziosamente da BIM e OwnAir.it.

Enter The void


L'industria del cinema non è come quella musicale poiché non vive solo di Home Video ma soprattutto del rapporto con le sale. I film escono prima al cinema poi, dopo un certo periodo definito "finestra", arrivano sulle televisioni a pagamento, dopo un'altra finestra tocca all'Home Video, poi infine è la volta della televisione ordinaria. Tutto rigidamente scandito in modo che ogni forma di sfruttamento possa esaurire la sua corsa prima di passare alla successiva.
A distruggere questo equilibrio è arrivata Internet. Il video on demand era inizialmente previsto come alternativa/contemporanea dell'Home Video ma la prepotenza della pirateria sta creando l'esigenza di una distribuzione online in contemporanea alla sala. Solo che le resistenze sono molte.
Provò a farlo nel 2005 l'operatore 3 e ancora ci ricordiamo come andò a finire. Il film in questione era The Interpreter con Nicole Kidman, doveva essere disponibile a pagamento sui telefoni 3 pochissime settimane dopo l'uscita in sala, solo che l'associazione che rappresenta gli esercenti e quella che rappresenta il mondo dell'Home Video si ribellarono a tal punto da bloccare un'operazione commerciale già bella e preparata. Non permisero l'inserimento di un'altra forma di sfruttamento commerciale antecedente o contemporanea al loro turno.

Dopo il caso "The Interpreter" nessuno ha più osato nemmeno ventilare l'idea. Fino almeno a qualche settimana fa, quando BIM e Own Air hanno portato al cinema e online Enter The Void.
Anche stavolta non si tratta del primo caso in assoluto, film piccoli e indipendenti si sono già infilati su piattaforme non tradizionali senza che nessuno obiettasse, ma Enter The Void è un film di Gaspar Noé (regista noto soprattutto per Irréversible) e sebbene sia datato 2009 è comunque passato al festival di Cannes e gode dell'illustre sponsorizzazione di Quentin Tarantino (che in più di un'occasione ne aveva lodato i titoli di testa). Insomma, un titolo in grado di suscitare interesse che però rischiava di passare inosservato: "Credo ci sia un potenziale grande pubblico in tutta Italia che non abita vicino ad un cinema che fa un film del genere, che non sa dove comprare i DVD e che i film in tv non li vede - spiega Antonio Medici, direttore generale della BIM - Ecco perchè quando vedo i dati di vendita dei nostri film in Home Video penso ci sia un pubblico più ampio da raggiungere attraverso altri sistemi".

Con questo primo esperimento andato a buon fine ufficialmente e silenziosamente si apre una breccia nella rigida struttura distributiva italiana. E non rimarrà un caso isolato, la BIM, casa di distribuzione tra le più importanti del settore d'essai, ha intenzione di continuare a puntare su questo modello per i suoi titoli più difficili come spiega sempre Medici: "Parlo spesso con gli altri distributori europei e quel che sta accadendo un po' ovunque è che il mercato delle sale è di diffilce accesso per certi film, dunque affiancare o privilegiare l'online può essere un modo di dare una certa visibilità a film che magari non l'avrebbero. Noi la consideriamo un'uscita online affiancata da quella sala".

Un esempio sarà Kaboom, film di Gregg Araki anch'esso visto all'ultimo festival di Cannes (e al nostro Festival di Torino), pronto ad arrivare online il prossimo 13 gennaio. Oltre a questo Own Air ha stretto diversi altri accordi con produttori indipendenti che sempre meno riescono a trovare spiragli importanti per le proprie produzioni, come ad esempio il documentario Tutti giù per aria, sulla storia della svendita Alitalia vista dai dipendenti.

Certo l'esperienza di visione è ancora maldestra. Come in tutti i servizi di noleggio a pagamento, il film, una volta pagato, è visibile per un mese. E, dal momento in cui si preme play, per 48 ore. Ma il player utilizzato da OwnAir.it (disponibile per Mac e Windows) non è il massimo né in termini di velocità di download né di qualità (che è standard e non alta). Anche la portabilità verso altri device, come i tablet, al momento non è attiva.
Tuttavia, se paragonata all'esperienza di una visione pirata, è comunque molto molto migliore.

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo
170 Commenti alla Notizia Cinema, finestre scardinate online
Ordina
  • Ma io l'ultimo film che ho visto al "cinema" e': Lupo di mare. Il virgolettato è d'obbligo perche' in realta' non ero proprio al cinema ma seduto comodamente sul balcone di casa mia che si affaccia ad un cinema all'aperto estivo.
    non+autenticato
  • certo che come personaggi fate un pò schifo vi auguro un anno di poverta e senza lavoro e poi fatemi sapere
    non+autenticato
  • Ieri sera mi è capitato di andare a vedere Sherlock Holms 2 al cinema da buon appassionato.
    Entro in sala, inizio spettacolo su carta fissato per le 22:45, come detto partono 2-3 trailer poi 20 e dico VENTI minuti di messaggi pubblicitari no stop(per un totale di 25 minuti con i trailer), sta per iniziare il secondo tempo e vai di altri 5 min di pubblicità.
    Ora mi chiedo se devo andare al cinema spendere 6 euro (il biglietto è pure aumentato di un euro) ed avere questo trattamento alla "ARANCIA MECCANICA" di lavaggio del cervello senza avere un miglioramento del servizio..
    Questo è quello che accade da UCI Cinema in quel di Jesi ma suppongo che sia uguale dappertutto.
    Ora a me il cinema piace, lo dimostra la vasta collezione di DVD tutti originali che ho a casa ma questo trattamento proprio non lo accetto.
    Accolgono e trattano come cani tutti quelli che vogliono pagare per vedere una forma d'arte mentre chi sta a casa e se lo scarica, non fa la strada risparmia carburante sta comodo in poltrona senza prendere nemmeno un po' di freddo e non subisce nemmeno un briciolo di tediosa pubblicità.
    Mi ritorna in mente quando in alcuni DVD c'era il messaggio del ministero con quella ragazza che scaricava film con il ms che "scaricare è come rubare", ma cacchio il dvd me lo sono comprato originale perchè devo sorbirmi sta roba ogni volta che mi voglio vedere il film X????
    Vergogna spero che chi sta dietro a queste manovre possa essere licenziato di gran carriera..
    Morale By-By cinema i soldi me li tengo in tasca..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Ieri sera mi è capitato di andare a vedere
    > Sherlock Holms 2 al cinema da buon appassionato.
    > Entro in sala, inizio spettacolo su carta fissato
    > per le 22:45, come detto partono 2-3 trailer poi
    > 20 e dico VENTI minuti di messaggi pubblicitari
    > no stop(per un totale di 25 minuti con i
    > trailer), sta per iniziare il secondo tempo e vai
    > di altri 5 min di pubblicità.


    Quando vado con gli amici al cinema quando comincia la pubblicita' ci mettiamo ad urlare e insultare cose tipo:
    "guardate che abbiamo pagato"
    "per non avere la pubblicita' dobbiamo scaricare i film da internet ? "
    "e' l'ultima volta che vengo in questo cinema"
    e l'immancabile:
    "buffoni buffoni buffoni buffoni buffoni"

    Piu' volte mi e' capitato che l'intera sala seguisse rapidamente e tagliasselo le pubblicita'.

    Facciamolo tutti.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Luca
    > > Ieri sera mi è capitato di andare a vedere
    > > Sherlock Holms 2 al cinema da buon
    > appassionato.
    > > Entro in sala, inizio spettacolo su carta
    > fissato
    > > per le 22:45, come detto partono 2-3 trailer
    > poi
    > > 20 e dico VENTI minuti di messaggi
    > pubblicitari
    > > no stop(per un totale di 25 minuti con i
    > > trailer), sta per iniziare il secondo tempo
    > e
    > vai
    > > di altri 5 min di pubblicità.
    >
    >
    > Quando vado con gli amici al cinema quando
    > comincia la pubblicita' ci mettiamo ad urlare e
    > insultare cose
    > tipo:
    > "guardate che abbiamo pagato"
    > "per non avere la pubblicita' dobbiamo scaricare
    > i film da internet ?
    > "
    > "e' l'ultima volta che vengo in questo cinema"
    > e l'immancabile:
    > "buffoni buffoni buffoni buffoni buffoni"
    >
    > Piu' volte mi e' capitato che l'intera sala
    > seguisse rapidamente e tagliasselo le
    > pubblicita'.
    >
    > Facciamolo tutti.

    Se ancora andassi al cinema lo farei. Ho smesso quando han messo gli annunci antipirateria. E potrei andarci gratis avendo la scheda di 3 ma non ci vado, perché li finanzierei comunque e non voglio.
    Anzi, ora che ci penso, dopodomani è esattamente un anno che non vado al cinema. E non ho la minima intenzione di tornarci.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 dicembre 2011 17.19
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

    > Anzi, ora che ci penso, dopodomani è esattamente
    > un anno che non vado al cinema. E non ho la
    > minima intenzione di
    > tornarci.

    Se il cinema muore non e' per colpa di chi scarica, ma per colpa di chi lo gestisce in questo modo!

    C'e' solo da auspicare che chiudano tutti: sale e videotecari.

    Poi si potra' ricominciare daccapo fornendo solo servizi richiesti dalla gente, nella modalita' che viene richiesta dalla gente.
  • straquoto, specie i secondi
    non+autenticato
  • > Mi ritorna in mente quando in alcuni DVD c'era il
    > messaggio del ministero con quella ragazza che
    > scaricava film con il ms che "scaricare è come
    > rubare", ma cacchio il dvd me lo sono comprato
    > originale perchè devo sorbirmi sta roba ogni
    > volta che mi voglio vedere il film
    > X????

    Tra l'altro lo sai che quel messaggio usa come sottofondo un brano di musica piratata? L'autore, infatti, non aveva mai autorizzato l'uso di tale pezzo di musica per la realizzazione dello spot.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Tra l'altro lo sai che quel messaggio usa come
    > sottofondo un brano di musica piratata? L'autore,
    > infatti, non aveva mai autorizzato l'uso di tale
    > pezzo di musica per la realizzazione dello
    > spot.

    Ah ma allora s'è scoperto quale spot era, era proprio quello lì lo spot col brano piratato? Non ruberesti mai un'auto, non ruberesti mai una borsa, non ruberesti mai un cellulare, non ruberesti mai un film... ma ruberesti un brano per poi usarlo in uno spot pubblicitario del cazzo che non si può nemmeno skippare?
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    http://i.imgur.com/GxzeV.jpg
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 dicembre 2011 23.05
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Tra l'altro lo sai che quel messaggio
    > > usa come sottofondo un brano di musica
    > > piratata?
    > > L'autore, infatti, non aveva mai
    > > autorizzato l'uso di tale pezzo di
    > > musica per la realizzazione dello spot.

    > Ah ma allora s'è scoperto quale spot era, era
    > proprio quello lì lo spot col brano piratato? Non
    > ruberesti mai un'auto, non ruberesti mai una
    > borsa, non ruberesti mai un cellulare, non
    > ruberesti mai un film... ma ruberesti un brano
    > per poi usarlo in uno spot pubblicitario del
    > cazzo che non si può nemmeno skippare?

    Esatto, e ora giustamente chiede una milionata per mancati guadagni, e' stato minacciato ed ha registrato, facendo anche cacciare un membro direttivo della... Ma leggi, leggi:

    http://www.webnews.it/2011/12/02/piratata-la-music.../
    krane
    22544
  • Per quanto riguarda la politica di distribuzione delle due case, politica che VOI INNEGGIATE TANTO NELL'ARTICOLO, secondo me è una politica sudicia.

    CORLO
    non+autenticato
  • Per quanto riguarda la politica di distribuzione delle due case, politica che VOI INNEGGIATE TANTO NELL'ARTICOLO, secondo me è una politica suicida, è come tagliarsi le palle.
    Una volta in rete, i ladri di film "condividono" (cioè RUBANO) il film e poi tutti lo vedono ALLEGRAMENTE GRATIS ET AMORE DEI.

    Ma si può essere così imbecilli?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Per quanto riguarda la politica di distribuzione
    > delle due case, politica che VOI INNEGGIATE TANTO
    > NELL'ARTICOLO, secondo me è una politica suicida,
    > è come tagliarsi le
    > palle.
    > Una volta in rete, i ladri di film "condividono"
    > (cioè RUBANO) il film e poi tutti lo vedono
    > ALLEGRAMENTE GRATIS ET AMORE DEI.
    >
    >
    > Ma si può essere così imbecilli?

    impegnati di più a trollare.
    Sgabbio
    26177
  • Non preoccuparti, Sgabbio, presto verrà anche il tuo turno e la smetterai di rubare i film in rete.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Non preoccuparti, Sgabbio, presto verrà anche il
    > tuo turno e la smetterai di rubare i film in
    > rete.

    Mi spiace, io non "rubo" film, nemmeno me li vado a cercare su internet.
    Parli con la persona sbagliataA bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • E allora cosa scrivi a me di imparare a trollare? Non sei capace di fare un ragionamento?
    non+autenticato
  • Fammi capire, solo perchè vedo che trolli, non posso obbiettare le tua castronerie, se non sono "della fazione opposta " ?
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Fammi capire, solo perchè vedo che trolli, non
    > posso obbiettare le tua castronerie, se non sono
    > "della fazione opposta " ?

    Del resto la sua e' la tipica obiezione da troll Rotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22544
  • Di quali castronerie parli? Nessuna castroneria, solo realtà, purtroppo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Di quali castronerie parli? Nessuna castroneria,
    > solo realtà,
    > purtroppo.

    Guarda che esserne convinti, non vuol dire che sia la realtà.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: Carlo
    > > Di quali castronerie parli? Nessuna castroneria,
    > > solo realtà,
    > > purtroppo.
    >
    > Guarda che esserne convinti, non vuol dire che
    > sia la
    > realtà.
    Ma è esattamente questo che sfugge ad ogni troll che si rispetti!
    Mica ti meraviglierai eh?
    Guarda io sono anni che dico che il DRM non funziona , la rete deve restare neutrale, che una copia (proprio in quanto è una copia) non sottrae nulla a nessuno... ecc. ecc..
    Non ho mai scaricato nulla in vita mia e non sento alcun bisogno di farlo.
    Eppure la prima obiezione del troll di turno resta "ma voi rubate!"...
    Ma tutto sommato .. se non fosse così mica sarebbero troll!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • ma quale furto e furto. Fatevi curare, la condivisione è una cosa naturale da sempre.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)