Echelon, l'ex CIA insulta l'Europa?

Le dichiarazioni di James Woolsey continuano a far parlare, perché legano le attività di spionaggio del sistema Echelon alle "incapacità" europee sul fronte tecnologico

Washington (USA) - James Woolsey, ex direttore della CIA, non ha alcuna intenzione di gettare acqua sul fuoco delle polemiche che dividono UE e USA sulla delicatissima questione Echelon. Come noto la UE sta indagando sull'ipotesi che Echelon, sistema di controllo delle comunicazioni, sia stato utilizzato dagli americani per operazioni di spionaggio industriale.

Su questo Woolsey ha chiesto all'Europa di "essere realista". Secondo lui il rapporto Echelon su cui sta lavorando la UE "ha portato ad arrabbiate accuse contro l'intelligence americana, ritenuta responsabile di furto di tecnologie avanzate dalle aziende europee a favore di imprese americane e della loro capacità competitiva". "In realtà, afferma Woolsey, in poche aree la tecnologia europea è più avanzata di quella americana e, per dirla cercando di non offendere nessuno, il numero di queste aree è molto, molto ridotto. La maggior parte della tecnologia europea non ha un peso sufficiente perché un eventuale furto abbia un senso".

Va detto che Woolsey è stato direttore della CIA tra il '93 e il '95, anni nei quali, secondo il rapporto europeo, Echelon sarebbe stato utilizzato per impedire all'europea Airbus di vincere un importante contratto di fornitura di aeromobili all'Arabia Saudita. Secondo Woolsey in quel caso le operazioni sono state spiate, perché erano corrotte: "E' proprio così, amici miei del continente, vi abbiamo spiato perché c'era un giro di corruzione". "Ma, continua Woolsey, vi interesserà sapere che quando lo abbiamo scoperto non ne abbiamo parlato affatto con le imprese americane coinvolte nelle trattative. Invece abbiamo riferito della cosa ai funzionari del governo con cui Airbus stava trattando per spiegare loro che a noi la corruzione non piace" (!)
Non contento, Woolsey ha concluso le sue dichiarazioni affermando: "Siate realisti, amici europei. Smettela di prendervela con noi e riformate le vostre economie stataliste. Dopo, non avremo più bisogno di spiarvi".

Il Parlamento europeo, però, sembra intenzionato a fare sul serio e, secondo il Gruppo dei Verdi a Strasburgo, mercoledì prossimo passerà il provvedimento di istituzione di una Commissione speciale di inchiesta su Echelon e sull'uso che ne viene fatto.
TAG: cybercops