Claudio Tamburrino

Google, niente medie misure

Rimosse unilateralmente alcune foto dai profili degli utenti: avevano l'unica colpa di mostrare il dito meno educato. Google controlla tutte le foto dei propri utenti, e non ama sederi e scollature

Roma - Il caso è sorto su indicazione del giornalista MG Siegler: Google sembra intervenire per rimuovere le foto degli utenti che ritiene non conformi alla sua licenza d'uso.

fotoMG Siegler ha visto la sua icona sparire e ha imputato la rimozione al fatto che in essa mostrava il suo dito medio. Per dimostrare questa teoria l'ha ricaricata una seconda volta vedendola nuovamente sparire. E caricata nuovamente modificandola in modo tale da non mostrare più l'osceno dito levato a mo' di sfida.

Mountain View, in teoria, è chiara nello spiegare quello che vuole da parte dei suoi utenti: "La vostra immagine di profilo non può contenere materiale offensivo o riservato agli adulti. Per esempio, non si possono utilizzare con primo piano su fondoschiena o scollature".
A sorprendere utenti ed osservatori, in ogni caso, è il fatto che da un giorno all'altro Mountain View sia intervenuta direttamente per rimuovere fisicamente l'immagine del profilo di MG Siegler.

A specificare l'attenzione prestata a questo lato del social network è il Googler Alex Joseph, che ha spiegato a Siegler che Google provvede a revisionare tutte le foto dei profili Google+.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessGoogle Plus, nuovi profili crescono62 milioni di iscritti per il social network made in Mountain View. La rincorsa a Facebook è ancora affannosa. Ma si prevede che le attivazioni di Android potranno risultare decisive per arrivare alla metà degli utenti del sito in blu
  • Digital LifeGoogle, la ricerca e lo spirito dei tempiPubblicate le classifiche delle query di ricerca più sfruttate dagli utenti di BigG. Sul podio ci sono teen-star e il nuovo social network Plus. Poi la morte di Steve Jobs e la tragedia di Fukushima
4 Commenti alla Notizia Google, niente medie misure
Ordina