P2P fa rima con Windows XP

Microsoft rilascia un aggiornamento e un kit per sviluppatori per creare applicazioni P2P sotto Windows. Obiettivi: condivisione di risorse e comunicazione real-time

Redmond (USA) - Come primo passo verso l'integrazione della tecnologia peer-to-peer (P2P) all'interno del proprio sistema operativo. Microsoft ha reso disponibile un aggiornamento, denominato Advanced Networking Pack (ANP) for Windows XP, accompagnato da un kit per sviluppatori (SDK).

Il nuovo update, insieme all'SDK, permette la creazione di applicazioni P2P sotto Windows, sia centralizzate che decentralizzate, quali ad esempio sistemi di comunicazione in tempo reale e ambienti per la collaborazione. La stessa Microsoft sta per lanciare sul mercato due prodotti di questo genere, il Microsoft Office Live Communications Server 2003 e il Microsoft Office Live Meeting 2003, che si avvarranno proprio delle tecnologie P2P incluse nell'ANP.

Il big di Redmond afferma che gli sviluppatori possono ora costruire applicazioni P2P, sia consumer che business, in tempi più rapidi e senza "dover reinventare la ruota": l'ANP fornisce infatti i mattoni di base attraverso cui assemblare programmi e Web service anche molto complessi. In modo simile a quanto fa la piattaforma JXTA di Sun, la tecnologia P2P di Microsoft permette la creazione di reti distribuite a cui in futuro sarà possibile connettere dispositivi di vario genere, compresi smart phone e PDA.
Il nuovo update aggiorna le API (application programming interfaces) di Windows XP ed estende il supporto di questo sistema operativo verso l'Internet Protocol Version 6 (IPv6). Le nuove API aggiungono il supporto alla risoluzione dei nomi scalabile, alla comunicazione multipoint, alla creazione e gestione di gruppi P2P persistenti, al controllo di dati distribuiti e alla gestione dell'identità dei vari peer. Lo scopo di queste nuove interfacce di programmazione, secondo il big di Redmond, è quello di permettere agli sviluppatori di ignorare le tecnologie a basso livello e concentrarsi sul design delle applicazioni.

L'SDK fornisce poi supporto al tunneling automatico, che permette di effettuare comunicazioni basate su IPv6 all'interno delle attuali reti IPv4, e ad una versione avanzata del Network Address Translation (NAT) che promette meno problemi di comunicazione fra dispositivi NAT differenti, anche in presenza di firewall.
TAG: p2p
65 Commenti alla Notizia P2P fa rima con Windows XP
Ordina
  • Forse non ho capito bene.....
    ma cos'è che farà M$?

    Diffonderà un tool di sviluppo di basso livello?

    aaaaaaa

    adesso lo dice pure apertamente.....tanto i m$ dipendenti lo useranno comunque.
    hohohohoho
    hihihihihi


    Troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Forse non ho capito bene.....
    > ma cos'è che farà M$?
    >
    > Diffonderà un tool di sviluppo di basso
    > livello?

    credi che esista ancora il programmatore che lavora a basso livello...? (in tutto il mondo saranno appena qualche decina)

    > aaaaaaa

    il numero delle "a" della tua risata indica la tua ignoranza informatica in una scala da uno a dieci

    > adesso lo dice pure apertamente.....tanto i
    > m$ dipendenti lo useranno comunque.

    e cosa dovrebbe dire secondo te?... Fatevelo in assembler? oppure direttamente in binario?

    > hohohohoho
    > hihihihihi

    oh mio dio...

    > Troll

    piacere di averti conosciuto
    non+autenticato

  • Non oso pensare a quali mirabolanti sorprese troveremo dentro a questa ruota che, siccome la ha inventata la m$ naturalmente, non avremo bisogno di reinventare !

    Chessò, probabilmente quando scaricheremo un mp3 il sottosistema p2p manderà una notifica alla RIAA.

    Oppure se scaricheremo un gioco copiato.. una bella mail alla GdF !

    E perchè no, se scaricheremo una bella immagine di linux chissà che non verremo aggiunti in un qualche database utilizzato per bombardarti di pubblicità su uindos 10345 ultraicspì !

    Diffidate di micro$oft gente, in 20 anni non ha mai innovato niente, ha solo copiato, distrutto concorrenti e rubato idee.

    Mah...

  • - Scritto da: MemoRemigi
    >
    > Diffidate di micro$oft gente, in 20 anni non
    > ha mai innovato niente, ha solo copiato,
    > distrutto concorrenti e rubato idee.

    si.. ha solo diffuso l'informatica al 99,99% della popolazione mondiale mentre i concorrenti si masturbavano

    adesso tornatene pure a Trollopoli
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > si.. ha solo diffuso l'informatica al 99,99%
    > della popolazione mondiale mentre i
    > concorrenti si masturbavano

    BALLE
    L'informatica si sarebbe diffusa lo stesso, con Apple, Amiga o chi altro.

    > adesso tornatene pure a Trollopoli

    E tu a pufflandia va !
  • > si.. ha solo diffuso l'informatica al 99,99%
    > della popolazione mondiale

    NO ! ha diffuso winzozz al 99,99% della popolazione mondiale (a volte con sporchi trucchi di mercato); winzozz è una cosa, l'informatica è una cosa diversa...
    non+autenticato
  • Tua madre succhia preservativi usati all' inferno, altro che informatica e bill gates!!
    non+autenticato
  • ... se siete così bravi, perchè non deassemblate tutte le librerie compilate MS e vi mettete a studiare il codice in assembler ???

    Così noi poveri e ignoranti utenti windows possiamo conoscere cosa c'è dietro ogni prodotto MS.

    ... e tutti assieme, con prove alla mano, procederemo eventualmente con una mega denuncia contro il bill, e finalmente saremo tutti felici e contenti... e ricchi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... se siete così bravi, perchè non
    > deassemblate tutte le librerie compilate MS
    > e vi mettete a studiare il codice in
    > assembler ???

    "DEassemblare" ???

    > Così noi poveri e ignoranti utenti windows

    Tu l'hai detto !

  • - Scritto da: MemoRemigi
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ... se siete così bravi, perchè non
    > > deassemblate tutte le librerie compilate
    > MS
    > > e vi mettete a studiare il codice in
    > > assembler ???
    >
    > "DEassemblare" ???

    preferisci la parola "disassemblare" o una lezione in assembler???

    > > Così noi poveri e ignoranti utenti windows
    >
    > Tu l'hai detto !

    non+autenticato
  • leggo:

    Lo scopo di queste nuove interfacce di programmazione, secondo il big di Redmond, è quello di permettere agli sviluppatori di ignorare le tecnologie a basso livello e concentrarsi sul design delle applicazioni.


    e siccome A bocca aperta io sono il paranoico di turno, dico che nel codice a basso livello ci si può anche nascondere della roba ... soprattutto in questo settore.

    il p2p si sta espandendo, e potrebbe diventare uno dei maggiori utilizzi della rete, dal filesharing (crittato o meno) alla comunicazione (voip, chat, videochat) ... (vedi altri articoli di oggi)

    Se hanno annusato l'affare, sanno che potrebbe esserci la necessità di infilare qualcosa ... e controllare tutto ....

    E' solo un'idea, ma ricordatevi che ... ve l'avevo detto Occhiolino

    ciao!

  • - Scritto da: Cavallo GolOso
    (cut)
    > e siccome A bocca aperta io sono il paranoico di turno,
    > dico che nel codice a basso livello ci si
    > può anche nascondere della roba ...
    > soprattutto in questo settore.

    a parte questo ...

    > il p2p si sta espandendo, e potrebbe
    > diventare uno dei maggiori utilizzi della
    > rete, dal filesharing (crittato o meno) alla

    ... questo, piuttosto!
    un domani tutti abbiamo costruito le nostre belle applicazioncine e... cosa ti succede?
    sono tutte basate su una tecnologia proprietaria di MSSorride)))))

    altro che ... conviene reinventare ogni volta la ruota, se poi la ruota è di tutti, o perlomeno e' tua.

    loro lo sanno bene.

    non+autenticato
  • Come al solito M$ ci stupisce con le sue strategie.

    Su una bella architettura palladium sarà molto difficile che i piccoli produttori di software come kazaa, emule e via dicendo trovino i soldi necessari affinchè sia loro disponibile la chiave hardware.

    Già, ma quale utente acquisterebbe un PC senza software per il P2P ? pochi, direi.

    Allora che cosa ti combina M$ ? ti crea un software SUO, del quale tu non saprai mai nulla sul funzionamento ,potrai al massimo modificare le icone dei pulsanti o le voci dei menù...

    Chiaramente questo sw funzionerà in modo tale che NON sia possibile lo scambio di un mp3 come avviene oggi, lo scambio potrà avvenire dietro pagamento (come è ovvio) per non infrangere il diritto d'autore...

    Risultato, il generico utonto win entrerà nel più vicino negozio di informatica per comprare il 'compiuter' e ne uscirà convinto di essersi portato a casa una cosa che permette lo scambio di file mp3...

    tirate voi le conclusioni...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)