Mauro Vecchio

Malaysia, il traduttore che tradisce

Il ministero della Difesa contro l'abuso del servizio di traduzione automatica di BigG. Troppo imbarazzanti gli errori nel passaggio dal malese all'inglese. Le autorità locali hanno iniziato a correggere manualmente

Roma - Traduzioni imprecise, fuorvianti, imbarazzanti. Il ministero della Difesa della Malaysia si è scagliato contro l'abuso di Google Translate, il servizio di traduzione automatica fornito dal colosso di Mountain View, usato per le pagine in inglese dei siti ufficiali. Che finivano per diramare informazioni fasulle, frutto di errori vistosi nel passaggio dalla lingua malese a quella inglese.

Vestiti che risulterebbero come "un pugno in un occhio"; drastiche misure per "aumentare il livello delle minacce alla sicurezza nazionale". Imperfezioni nella traduzione che hanno scatenato le ire delle autorità asiatiche, in seguito alla condivisione delle informazioni sui vari social network.

I vertici della Difesa hanno dunque iniziato a correggere manualmente le parti incriminate, pubblicando le nuove versioni sul sito del governo nazionale. (M.V.)
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia Malaysia, il traduttore che tradisce
Ordina