Roberto Pulito

CES 2012, voglia di ultrabook

Secondo Intel i computer portatili hanno ancora tanto da dire. Ecco i nuovi super-notebook avvistati al Consumer Electronic Show

Roma - Questa edizione del Consumer Electronic Show ha aperto sotto il segno degli ultrabook: eleganti portatili sottili quanto potenti, dotati di avvio rapido e una grande autonomia. Computer basati su processori Intel Core che ricalcano la filosofia del MacBook Air Apple.

Produttori come Lenovo avevano svelato le loro carte, già dalla settimana scorsa. Lenovo ha confermato il ThinkPad T430u per l'utenza business (849 dollari) ma nel carrello delle spesa sono stati aggiunti anche gli IdeaPad U310 e U410. I due ultrabook da 13 e 14 pollici partiranno da 699 dollari e verranno equipaggiati con i nuovi Ivy Bridge Intel dal core grafico potenziato.

L'Aspire S5 presentato da Acer è invece tra i primi ultrabook ad utilizzare la connessione Thunderbolt per il trasferimento dati. Il laptop in questione è dotato di un display da 13,3 pollici ma dichiara uno spessore record di 15mm. Gli Acer Aspire Timeline Ultra, proporranno invece schermi da 14 e 15 pollici, insieme ad un sottilissimo masterizzatore DVD. L'azienda taiwanese ha anche presentato il servizio AcerCloud, che partirà dalla prossima primavera. Nuvola gratuita e senza limiti di spazio, dedicata agli utenti.
In primavera dovrebbe arrivare anche la nuova proposta Toshiba da 14 pollici, con il logo della gamma Satellite. Un ultrabook da 799 dollari, pronto ad accogliere il sistema operativo Windows 8, con porta Ethernet, uscita video HDMI e l'ormai "classico" case in metallo spazzolato.

Anche la statunitense Vizio, specializzata in HDTV, entra nell'arena con due ultrabook da 14 e 15,6 pollici, particolarmente eleganti, su cui girerà Windows 7. I prezzi non sono ancora stati comunicati. HP ha invece presentato l'Envy 14 Spectre. Un laptop da 1400 dollari, con protezione Gorilla Glass, che pesa meno di quattro chili e può funzionare per nove ore con una sola carica.

Secondo le proiezioni, da qui al 2015 il segmento degli ultrabook si diffonderanno fino a conquistare il 40 per cento del mercato laptop. Intel sta continuando a promuovere questo formato come alternativa ai tablet e agli stessi notebook, ma per gli analisti i prezzi sono ancora un po' troppo alti. I prototipi del CES hanno comunque sottolineato che la prossima ondata di ultrabook alzerà ulteriormente il tiro, aggiungendo monitor touchscreen, comandi vocali e tecnologia NFC.

Roberto Pulito
Notizie collegate
79 Commenti alla Notizia CES 2012, voglia di ultrabook
Ordina
  • dubito che i tablet possano sostituire i notebook io ne possiedo uno me lo sono portato via un paio di volte ma ci fai gran poco vanno bene cosi per guardare le foto o per giocarci ma se devi lavorate ci vuole un computer portatile non c'e trippa per gatti
  • Concordo.
    La cosa che non capisco, poi, è questa moda del 'post-pc'. Il mercato pc è vivo e vegeto, sembra che sia addirittura previsto per questo nuovo anno un aumento di vendite intorno al 10%!
    Per ogni tavoletta venduta si vendono 10 pc! Ho provato ad usare un tablet, ottimo prodotto, tecnologia raffinata, ma non vedo come possa sositituire un personal computer, semmai quello che può fare è affiancare il proprio computer ma il computer è indispensabile. Diciamo che è una cosa in più.
    non+autenticato
  • - Scritto da: IngSoc
    > Concordo.
    > La cosa che non capisco, poi, è questa moda del
    > 'post-pc'. Il mercato pc è vivo e vegeto, sembra
    > che sia addirittura previsto per questo nuovo
    > anno un aumento di vendite intorno al
    > 10%!
    > Per ogni tavoletta venduta si vendono 10 pc! Ho
    > provato ad usare un tablet, ottimo prodotto,
    > tecnologia raffinata, ma non vedo come possa
    > sositituire un personal computer, semmai quello
    > che può fare è affiancare il proprio computer ma
    > il computer è indispensabile. Diciamo che è una
    > cosa in
    > più.

    secondo me non capite che per ognuno di noi "power user" (termine che non vuol dire niente, ma giusto per capirci), esistono 500 potenziali utenti che usano il pc per andare sul web, guardare le foto, ogni tanto scrivere un documento e STOP
    non+autenticato
  • - Scritto da: Filuz

    > secondo me non capite che per ognuno di noi
    > "power user" (termine che non vuol dire niente,
    > ma giusto per capirci), esistono 500 potenziali
    > utenti che usano il pc per andare sul web,
    > guardare le foto, ogni tanto scrivere un
    > documento e STOP

    Concordo anche con te, però con due distinguo: giusto ieri notavo che in treno (faccio il pendolare) vedo sempre meno tablet. Gli studenti si portano dietro il notebook, e tutti semmai il lettore MP3 o il cellulare. Forse si sono accorti usandolo che dopo qualche film ed un po' di navigazione, altro non ci fanno.
    La seconda nota riguarda la tua percentuale: 1 a 500? per piacere, un po' di senso dei numeri... diciamo 1 a 10, 1 a 20 forse. ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: IngSoc
    > Concordo.
    > La cosa che non capisco, poi, è questa moda del
    > 'post-pc'. Il mercato pc è vivo e vegeto, sembra
    > che sia addirittura previsto per questo nuovo
    > anno un aumento di vendite intorno al
    > 10%!
    > Per ogni tavoletta venduta si vendono 10 pc! Ho
    > provato ad usare un tablet, ottimo prodotto,
    > tecnologia raffinata, ma non vedo come possa
    > sositituire un personal computer, semmai quello
    > che può fare è affiancare il proprio computer ma
    > il computer è indispensabile. Diciamo che è una
    > cosa in più.

    Concordo grosso modo con entrambi, anche se va tenuto conto che il mercato dei tablet è recente e dobbiamo aspettarci via via prodotti sempre più in grado di gestire compiti più gravosi della foto e giochino.
    Vediamo ad esempio il nuovo Asus con il Tegra, intendo quello che uscirà a breve, non quello uscito un mesetto fa o giù di lì. ciao
    non+autenticato
  • i tablet sostituiranno i notebook, i notebook sostituiranno i desktop e i desktop rimarranno solo nelle sale server...
    amen
    non+autenticato
  • il desktop non decadrà mai, se vuoi la pura potenza devi andare su questi, e il pc gaming poi lo metti sui notebook????! maddai
    non+autenticato
  • - Scritto da: io io
    >
    > e il pc gaming poi
    > lo metti sui notebook????!
    > maddai

    purtroppo il pc gaming non mi pare se la passi tanto bene ultimamente.. sempre più di nicchia

    dico purtroppo perchè finchè ho avuto tempo di giocare, il confronto PC-console è sempre stato impietoso (ovviamente a favore del pc)
    non+autenticato
  • > purtroppo il pc gaming non mi pare se la passi
    > tanto bene ultimamente.. sempre più di
    > nicchia

    infatti è l'unico settore cresciuto a due cifre nel 2011
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente
(pagina 2/2 - 6 discussioni)