Claudio Tamburrino

ACTA: UE a favore, hacktivisti contro

L'approvazione del contestato trattato anticontraffazione da parte di Bruxelles ravviva il fuoco delle polemiche. Ma le proteste sembrano aver avuto l'effetto contrario, almeno in Polonia

Roma - L'Unione Europea ha aderito a Tokyo al trattato internazionale Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA). Già ratificato da Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Marocco e Corea del Sud, il trattato globale anti-contraffazione che punta ad uniformare le normative nazionali in materia di proprietà intellettuale e a fornire strumenti di cooperazione internazionale in materia di enforcement, ha scatenato non poche discussioni perché dai suoi oppositori è visto come un intollerabile strumento di censura gestito a livello soprannazionale.

FIMI appoggia la sua adozione, strumento che definisce utile per proteggere la proprietà intellettuale "da contraffazione e pirateria, migliorando gli sforzi di cooperazione per affrontare insieme i problemi globali". Spiega il Presidente di FIMI Enzo Mazza: "Non introduce alcuna nuova normativa repressiva nella UE, ma cerca di armonizzare a livello globale il contrasto alla pirateria commerciale. Non colpisce i singoli utenti e certamente non limita l'accesso alla rete. Con ACTA sarà semplicemente più facile colpire realtà criminali come Megaupload o l'organizzazione camorrista che commercia prodotti contraffatti sul piano transnazionale".

Agorà Digitale, d'altra parte, ha lanciato una petizione destinata ad essere presentata al Parlamento Europeo. Il presidente Luca Nicotra l'ha definita "una decisione grave", dal momento che è stata presa a pochi giorni dalle "grandi mobilitazioni in Italia e negli Stati Uniti che hanno mostrato la contrarietà dei cittadini in tutto il mondo contro provvedimenti che, con il pretesto della proprietà intellettuale, impediscono l'accesso ai farmaci dei paesi in via di sviluppo e mettono un bavaglio ad internet".
Nicotra si riferisce alle proteste si sono scatenate contro l'emendamento Fava in Italia e contro SOPA e PIPA negli Stati Uniti, ma anche alla critica proveniente da parte delle "ONG che si occupano dell'accesso ai farmaci, come Oxfam e Heatlh Action International".

Tra le più dure proteste contro ACTA si registrano poi quelle provenienti dalla Polonia, dove gli hacktivisti collegati con il gruppo Anonymous hanno costretto offline la gran parte dei siti del governo con una serie di attacchi DDoS.



Queste azioni degli hacktivisti, tuttavia, potrebbero risultare controproducenti: da un account Twitter legato al gruppo Anonymous e un post su Pastebin arriva la richiesta per gli hacker polacchi di fermarsi per lasciar trovare una soluzione alla politica. In particolare, infatti, secondo le organizzazioni non governative locali, i DDoS sarebbe stati visti dal Governo come una pressione e una minaccia inaccettabile e avrebbero ottenuto l'effetto contrario spingendo verso l'adozione di ACTA. Vero o no, avrebbe comunque dato alle autorità una scusa per interrompere le negoziazioni con le parti interessate a fermare la sottoscrizione del trattato internazionale.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàMessico: alt ad ACTAIl Senato si oppone al trattato internazionale anti-contraffazione fortemente spinto dagli Stati Uniti e chiede al Governo di non ratificarlo
  • AttualitàSOPA, la rivolta del webI giganti della Silicon Valley contro le nuove misure antipirateria. Che attenterebbero alla stessa natura dell'universo connesso. Il chairman di Google Eric Schmidt parla di interventi draconiani. Si teme l'ondata censoria
91 Commenti alla Notizia ACTA: UE a favore, hacktivisti contro
Ordina
  • "con il pretesto della proprietà intellettuale, impediscono l'accesso ai farmaci dei paesi in via di sviluppo"

    Qualcuno mi spiega questo passaggio??
    I farmaci sono coperti da licenza per tot anni, poi il principio attivo diventa di pubblico utilizzo (farmaco generico).
    Cosa c'entra il controllo dei download??
    non+autenticato
  • - Scritto da: AMEN
    > "con il pretesto della proprietà intellettuale,
    > impediscono l'accesso ai farmaci dei paesi in via
    > di
    > sviluppo"
    >
    > Qualcuno mi spiega questo passaggio??
    > I farmaci sono coperti da licenza per tot anni,
    >

    appunto durante il quale la gente che non puo' avere accesso a tali farmaci muore...
    non+autenticato
  • - Scritto da: AMEN
    > "con il pretesto della proprietà intellettuale,
    > impediscono l'accesso ai farmaci dei paesi in via
    > di
    > sviluppo"
    >
    > Qualcuno mi spiega questo passaggio??
    > I farmaci sono coperti da licenza per tot anni,
    >

    appunto durante il quale la gente che non puo' avere accesso a tali farmaci muore...

    Si. anche io vorrei sollevare questa questione perchè, pare, stiano bloccando anche la pruduzione di farmaci "generici" ad associazioni che operano in paesi dove cìè guerra e/o povertà. La cosa che non ho capito è come sia possibile e accettabile. Dovrebbe esserci qualche trattato speciale in questi casi (?). Chi sa per favore spieghi. Mi sembra alquanto strano che non ci sia una legge internazionale che almeno tuteli e dia la possibilità a questo medici di produrre farmaci.
    Certo, si alzerebbe anche una piccolissima quesione etica, se, per esempio, accettiamo il fatto che chi produce farmaci NON dovrebbe detenere "diritti" in senso stretto. Eppure attualmente è così. Poi mandano i filmati del cazzo dove fanno credere che con la ACTA fermerebbero la prioduzione di farmaci "illegali", quando per decenni hanno prodotto porcherie al limite dell'accettabile.
    La medicina VERA esiste da più di 5000 anni, non solo in Cina. Questi commerciano nel pianeta da poco più di un secolo e pretendo di dettare legge.
    E ancora non hanno spiegato come sono riusciti a creare l'HIV (anche se qulcuno ha azzardato delle ipotesi, che portano comunque a "creazione artificiale").
    Non c'è da stupirsi. Siamo in mano a gente a cui non frega un cazzo dell'Umanità e, come se non bastasse, è sempre più paranoica con sta menata della sovrappopolazione.

    PS

    Un consiglio per gli amici della Grecia.
    Abanndonate il paese, al più presto.
    non+autenticato
  • SBLOCCHIAMOLI - Cibo salute e saperi senza brevetti

    http://www.sblocchiamoli.org
    non+autenticato
  • Gli USA e gli altri traffichini, sono un sacco di ANNI che stanno lavorando a questa roba. Con metodi molllto dubbi (segreti), tant'e' che, dopo wikileaks e proteste varie, era uscito un mezzo draft e la versione completa a fine 2010. Poi il Parlamento dell’EU ha tracheggiato anche sul pubblicare il suo parere (disponibile solo a fine 2011), neanche fosse una normativa del pentagono.....
    Anzi il bello e' che NON e' neanche veramente una normativa, anche se vincola legalmente le nazioni, cosa che ha fatto ancora + incacchiare.
    Ovviamente i promoter di questa merdacchia, sono i soliti MPAA,RIAA, Pfizer (=big pharma) ,ecc. Anche il titolo e' fuorviante "anti-contraffazione" e' solo una particina del trattato... molto riguarda le solite norme punitivo-preventive per gli hosting provider su "beni digitali"

    uno dei tanti riassunti sulle qualita' dell'ACTA qui [code]http://brunosaetta.it/internet/acta-i-famigerati-a...]
    non+autenticato
  • Dire realtà criminale come megaupload mi sembra prematuro, sa esiste qualla cosa chiamata processo, presunzione d'innocenza...
    Sgabbio
    26178
  • chi sei l'avvocato Ghidini del Berlusca ?
    O sei l'avvocato di Toto Riina
    non+autenticato
  • - Scritto da: dudabel
    > chi sei l'avvocato Ghidini del Berlusca ?
    > O sei l'avvocato di Toto Riina
    Commento sterile è stupido.
    Sgabbio
    26178
  • il tuo invece di grande profilo giuridico. Mi ricordi Cicchitto o Gasparri che si arrampicano sui vetri per aiutare Cosentino: non è un camorrista fino a quando un giudice non lo avrà scritto in una sentenza e fino ad allora farà il parlamentare. Bravo, sei un difensore della libertà
    non+autenticato
  • Be anche se non le puo fare piacere una persona è innocente fino a prova contraria e con un giusto processo(che dubito,gia come si sono messe le cose,il proprietario di megaupload avrà)sa, tutto cio si chiama democrazia e civiltà.Inoltre sarei curioso visto che mazza si permette di definire megaupload un servizio criminale cosa ne pensa di tt quelli utenti che in maniera legale hanno uppato solo dati personali.Mazza parla solo perche ha la possibilita di farlo non perche sia migliore di nessuno qua dentro,ci vorrebbe finalmente qualcuno che a queste persone cosi boriose presuntuose spocchiose e prepotenti facesse una volta per tt abbassare la testa...Poi come andra' a finire il "giusto processo"di megaupload lo sappiamo gia tutti:un destino gia scritto,mi sovviene il caso pirate bay ed il giudice chiamato a giudicare.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigio
    > Be anche se non le puo fare piacere una persona è
    > innocente fino a prova contraria e con un giusto
    > processo(che dubito,gia come si sono messe le
    > cose,il proprietario di megaupload avrà)sa, tutto
    > cio si chiama democrazia e civiltà.

    In america però se perdi in primo grado l'appello lo puoi fare solo dalla prigione. Da noi invece questo avviene solo per i casi di omicidio, per il resto si possono ricoprire cariche istituzionali di altissimo livello per anni ed anni pur avendo condanne in secondo grado. Ma allora questo primo grado cosa ci sta a fare? Per farci fare le figuracce con Amanda Knox e gli stati uniti?
    non+autenticato
  • Cio che dici è assolutamente falso perche da noi ti puoi fare tt il processo dentro anche da semplice indagato un conto è il giusto processo un conto è l'iter processuale sono due cose completamente differenti,per esempio lele mora(lo cito perche di attualita) si sta facendo tt dentro con un accusa di bancarotta fraudelenta,poi magari fare il processo e lo potra pure vincere pero intanto è dentro.Un altro reato per esempio lo stalking(basta anche una semplice denuncia senza nemmeno accertamenti,prima di arrestano e poi finisci dentro,poi ti difenderai sempre da dentro ledendo il diritto alla difesa) li nn ci sono cazzi che tengano nei casi piu gravi(qui mi viene da sorridere o forse da piangere)anche da semplice indagato,nn ci sono piu nemmeno li arresti domiciliari(legge sulla sicurezza introdotta dal governo berlsconi)
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigio
    > Cio che dici è assolutamente falso perche da noi
    > ti puoi fare tt il processo dentro anche da
    > semplice indagato un conto è il giusto processo
    > un conto è l'iter processuale sono due cose
    > completamente differenti,per esempio lele mora(lo
    > cito perche di attualita)

    Ma io mica ti ho parlato del carcere in attesa di giudizio che viene applicato per non inquinare le prove o per probabile pericolosità sociale. Da noi solo in rari casi dopo la condanna di primo grado uno sta in galera, come ad esempio quello di Amanda Knox che era un caso di omicidio, ma se non c'è pericolosità sociale le prove dopo il primo grado ormai sono state acquisite non possono essere più inquinate. Vedi Tanzi che è andato in carcere, poi è uscito ed è ritornato dentro dopo la sentenza della cassazione.

    In america invece sei condannato in primo grado? Vai in galera e da lì fai l'appello e sicuramente sarà così anche in altri paesi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dudabel
    > il tuo invece di grande profilo giuridico. Mi
    > ricordi Cicchitto o Gasparri che si arrampicano
    > sui vetri per aiutare Cosentino: non è un
    > camorrista fino a quando un giudice non lo avrà
    > scritto in una sentenza e fino ad allora farà il
    > parlamentare. Bravo, sei un difensore della
    > libertà

    dimostri di non capire un cavolo manco delle vicende politiche da quello che scrivi... la polemica non e' su se un politico e' colpevole o innocente...questo lo si puo' stabilire solo in un processo dove vi sia:
    (1) 1 giudice
    (2) l'accusa
    (3) la difesa
    (4) un fascicolo con le prove
    (5) dei testimoni

    I processi funzionano cosi'...la polemica sui politici accusati di corruzione invece riguarda il fatto che rifiutano di presentarsi proprio al processo e di farsi processare!!! Che e' cosa ben diversa!!! In virtu' di una presunta immunita' che vale solo ed esclusivamente per loro...per cui sull'autorizzazione al processo decide il parlamento...su questo fatto qui...cioe' l'immunita' parlamentare...su questo c'e' la polemica...non sul giusto processo...
    altra polemica riguarda il fatto che un politico dice.."questa legge e' ingiusta non votate l'autorizzazione a farmi processare"...
    be se la legge e' ingiusta va cambiata per tutti i cittadini non solo per gli onorevoli colleghi....

    Ma il giusto processo non e' in discussione a meno che non vogliamo tornare ai roghi medievali ed alla forca...cerca di aprire un poco la mente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: dudabel
    > il tuo invece di grande profilo giuridico. Mi
    > ricordi Cicchitto o Gasparri che si arrampicano
    > sui vetri per aiutare Cosentino: non è un
    > camorrista fino a quando un giudice non lo avrà
    > scritto in una sentenza e fino ad allora farà il
    > parlamentare. Bravo, sei un difensore della
    > libertà

    Ma stai parlando degli stessi che votarono la legge Urbani? Rotola dal ridere O magari di quel camorrista di Antonio Martusciello che è per la censura dell'AGCOM e che è amico dei fratelli Iorio accusati di camorra [1]?

    [1] http://www.giornalettismo.com/archives/131739/il-c.../
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2012 00.27
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: dudabel
    > chi sei l'avvocato Ghidini del Berlusca ?
    > O sei l'avvocato di Toto Riina

    Fino a prova contraria, si è innocenti.
    Lo decide il giudice se una persona è innocente oppure no.
    L'arresto preventivo è un abuso, perchè le ragioni ritenute valide per questa azione sono sostenute da una persona sola, non da una giuria.
    In soldoni, se tu mi stai sulle palle, ti sbatto in galera sin da subito, poi magari il giudice ti scarcera.
    Ti pare giusta una cosa del genere?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | 4 |
(pagina 4/4 - 17 discussioni)