Claudio Tamburrino

Steam, un'app ufficiale, meno app concorrenti

Dopo l'esordio dell'applicazione ufficiale di Steam spariscono da App Store e Android Marketplace altre applicazioni simili. Per una presunta violazione del DMCA

Roma - Valve ha presentato una sua app ufficiale per Steam, il suo servizio di digital delivery videoludico: rende così disponibile attraverso i dispositivi mobile chat, forum e il suo store digitale.

In realtà c'erano già alternative non ufficiali che sopperivano alla mancanza di un tale servizio: app che per la maggior parte sembrano ora sparite.

Stando a quanto segnalato alla redazione di Punto Informatico da Roberto Damiani, infatti, durante la notte Valve avrebbe fatto rimuovere dai marketplace iOS e Android una serie di app in concorrenza diretta con la sua app ufficiale per accedere ai servizi di Steam.
La segnalazione a Punto Informatico arriva proprio dallo sviluppatore di una di queste (l'app in questione era "Steam Gamecard Widget"). Nell'email con cui Google gli ha comunicato la richiesta di takedown di Valve e la conseguente rimozione c'è una lista di almeno 15 app rimosse oltre alla sua: da una semplice ricerca si scopre facilmente che, ad esempio, l'app Steam for Android di IBF Programs era disponibile fino almeno all'inizio del mese sull'Android Market, mentre ora non ve ne è traccia. Sul sito degli sviluppatori non si fa alcuna menzione ad eventuali decisioni di rimuoverla o problemi incontrati dal proprio applicativo.

Secondo quanto si legge nella missiva, visionata da Punto Informatico, Valve avrebbe contestato a tutti l'impiego del logo e/o del marchio Steam. Si tratta di un classico reclamo secondo le modalità descritte dal Digital Millennium Copyright Act ("Android Market DMCA Notice"), e la voce relativa alle motivazioni per cui le app sono state rimosse recita un inequivocabile: "description_of_copyrighted_work: Steam logo and/or Steam name". Altrettanto inequivocabile il nome dell'autore della richiesta: "Valve Corporation".

Tuttavia nelle condizioni di uso delle API, che Valve stessa ha rilasciato agli sviluppatori interessati a lavorare con il suo software, al punto 3 si legge che essi sono autorizzati a usare tale logo e marchio "su qualsiasi pagina Web che incorpora Web API Steam e/o qualsiasi dato proveniente da esso".

Occorre però segnalare che, oltre alle app che risultano rimosse, altre sono ancora rintracciabili sui negozi digitali di Google ed Apple, pur incorporando logo e marchio di Steam: su Android Market, per esempio, si può scaricare Staticon for Steam, mentre su App Store è disponibile Supportware for Steam. Insomma, i contorni della vicenda non sono ancora chiari: resta da vedere se Valve si esprimerà sulla faccenda.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • SicurezzaValve: Steam attaccato e compromessoIl popolare servizio di digital delivery videoludico per PC cade vittima di una compromissione dai contorni ancora tutti da chiarire: a rischio password e carte di credito, dice Valve
  • AttualitàSteam: tutto esauritoUn'offerta speciale sconquassa la piattaforma. Risen vende pių del previsto e il suo distributore esaurisce le chiavi d'attivazione da inviare agli utenti
32 Commenti alla Notizia Steam, un'app ufficiale, meno app concorrenti
Ordina
  • I venditori di ghiaccio esistono ancora, in misure differenti dal passato. Ad Ibiza è obbligatorio acquistare ghiaccio da produttori autorizzati.
    non+autenticato
  • Tizio: " scusa ma perché ti copi film, musica e giochi a sbafo? "

    Piratone: " perché i prezzi sono troppo alti, le major sono il male sulla terra, i politici sono corrotti, lo schiavismo è un crimine contro l'umanità e soprattutto perchè Tiziano Ferro e Shakira sono arte e l'arte deve essere gratis per tutti, ovunque e comuqnue e poi se si praticassero prezzi onesti non copierei "

    Tizio: " Ma allora sei a posto! Comprati la musica su iTunes e scaricati i giochi da Steam. Prezzi molto bassi, qualità digitale e sei in regola no? "

    Piratone: " No perché sono tutti scrocconi parassiti che vogliono arricchire senza lavorare e devono invece morire di stenti nelle miniere di sale! Per pagare un gioco voglio che me lo vieni a programmare a casa mia e ti pago a ore come un operaio dela foxconn e se a lavoro finito ti impicchi sul mio balcone senza presentare la fattura sono anche più contento! Miserabili come osano chiedere eur 9,99 per un gioco e per di più te lo fanno installare SOLO su 5 computer maledetto DRM devono morire tutti di fame come i venditori di ghiaccio, i maniscalchi e i videotechini! "

    Tizio: Perplesso
  • Attaccarsi a una questione di marchio nemmeno chiara per eliminare i concorrenti del proprio programma, che c'erano da prima.
    -10 punti Valve, e per fortuna che almeno su Android si può installare quello che si vuole al di fuori dello store, a differenza dell'altro concorrente...
    Funz
    11667