Claudio Tamburrino

USA, OK all'acquisto dei brevetti Nortel e Novell

Il Dipartimento di Giustizia ha apprezzato le promesse di Microsoft, Apple e RIM. Basteranno le buone intenzioni per non incattivire la guerra dei brevetti?

Roma - Il Dipartimento di Giustizia (Department of Justice, DoJ) statunitense ha approvato l'acquisizione del pacchetto di brevetti Nortel da parte di Microsoft, Apple e Rim e di quelli Novell da parte di Apple.

L'operazione relativa ai titoli Nortel aveva attirato l'attenzione delle autorità antitrust sia per la grandezza delle aziende protagoniste e del portafoglio brevettuale oggetto dell'operazione, sia per la sua possibile valenza in funzione anti-Google.

Ora l'aggiudicazione via asta di tale portafoglio brevettuale ha ricevuto l'approvazione che permetterà all'affare di concludersi: a convincere il DoJ l'assenza di prove di effetti lesivi dell'operazione sulla concorrenza.
Inoltre sembrano essere state convincenti le dichiarazioni di Apple, RIM e Microsoft che hanno promesso di non impiegare offensivamente i titoli così ottenuti.

In particolare, poi, Cupertino si è assicurata il via libera per l'acquisto dei titoli Novell (ottenuti con un consorzio cui partecipano anche Microsoft e Oracle), garantendo che "onorerà gli impegni di licenze Open Invention Network di Novell": un impegno di particolare importanza per la comunità Open Source e Linux in particolare, che temeva eventuali scelte contrarie.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessNortel, asta ad ostacoliIl passaggio di proprietà dei brevetti dell'azienda fallita finisce sotto la lente antitrust in Canada e negli USA. Negli States la paura è che si tratti di un'operazione apertamente anti-Google
  • BusinessBrevetti Nortel, vincitori e vintiL'asta per le migliaia di brevetti messi in palio dall'ex-colosso fallito si è finalmente conclusa. A vincere è stato un consorzio di giganti della tecnologia, con la significativa esclusione di Google