Mauro Vecchio

Vitaminic, lacrime e saluti

Dopo 13 anni chiude i battenti la celebre piattaforma musicale del Belpaese. Ne dà il triste annuncio la redazione. Ma si continuerà con la radio e i blog

Roma - Una grande lettera V con una parentesi tonda a fare da sorriso. Un sorriso deluso, con tanto di lacrime a forma di goccia e poi di cuore. È lo stesso cuore della celebre piattaforma musicale Vitaminic.it, che ha salutato tutti i suoi utenti con un triste annuncio apparso sul sito ufficiale. È infatti finita un'avventura editoriale durata - non senza modifiche e ripartenze - più di dieci anni.

"Siamo ripartiti nel 2007 con una nuova direzione, e ci siamo lasciati alle spalle il pionieristico progetto che era stato il vecchio Vitaminic. Lo sapete anche voi: ci siamo occupati di vecchie e nuove band, abbiamo ospitato nelle nostre pagine alcuni dei migliori giornalisti/speaker/personaggi del mondo della musica indipendente italiana e ogni tanto abbiamo anche messo insieme qualche serata divertente che ci porteremo nel cuore sempre".

Continuando a leggere: "Abbiamo provato a ricominciare daccapo e creare un nuovo sito e una nuova impresa, ma nell'Italia di questi tempi noi trentenni o ventiqualcosa dobbiamo farci in quattro per stare dietro a tutto, e qualcos'altro ha sempre avuto la meglio. Potete continuare ad ascoltarci in radio, seguire i nostri blog e gli altri progetti a cui ognuno di noi ha lavorato in questi ultimi anni. Non vi abbandoniamo quindi, ma è tempo di passare oltre". (M.V.)
Notizie collegate
  • Digital LifeNapster è morto. Napster chi?Si chiude definitivamente l'avventura della seminale piattaforma di condivisione di contenuti musicali. Il "marchio" Napster sparisce e si fonde con Rhapsody, resterà il ricordo di una rivoluzione tuttora in divenire