Mauro Vecchio

UK, arrembaggio alla Baia dei pirati

I gestori di The Pirate Bay complici, insieme agli utenti, nelle condivisioni illecite di contenuti appartenenti all'industria discografica britannica. A giugno, vari ISP potrebbero dover bloccare tutti gli accessi all'ex-tracker

Roma - I gestori di The Pirate Bay avrebbero incitato gli utenti a condividere contenuti musicali in chiara violazione del copyright. Gli stessi abitanti della Baia sarebbero continuamente dediti alle attività di caricamento e scaricamento delle opere soniche di proprietà dell'industria discografica britannica. Gli operatori dell'ex-tracker BitTorrent troverebbero i più succulenti profitti proprio in questi scambi selvaggi.

Sono le premesse da cui è partito il giudice Arnold presso l'Alta Corte di Londra. I responsabili di The Pirate Bay - insieme agli utenti - sarebbero colpevoli di aver violato ripetutamente il copyright dell'industria musicale d'Albione. Dando quindi ragione ai legali della British Recorded Music Industry (BPI), in rappresentanza di major come EMI, Sony e Polydor.

Le major del disco avevano chiesto al giudice di ordinare una specifica ingiunzione in base alla Sezione 97A della legge nota come Copyright, Designs and Patents Act (CDPA). Ovvero un'ordinanza per obbligare i principali provider del paese a bloccare tutti gli accessi alla Baia. Una misura fattibile se provata la "consapevolezza" da parte dei gestori dell'ex-tracker nelle condivisioni illecite dei contenuti.
E il giudice Arnold ha ora sottolineato come gestori e utenti di The Pirate Bay abbiano condiviso contenuti musicali a mezzo elettronico, in particolare mettendoli al servizio del vasto pubblico in maniera del tutto libera e gratuita. Due fattori che hanno inchiodato la Baia per violazione massiva del diritto d'autore. I responsabili della piattaforma non avrebbero il semplice compito di assistenza o comunque un ruolo neutrale.

Alla decisione dell'Alta Corte farà seguito una vera e propria sentenza prevista per il prossimo giugno. ISP come BT, Sky e TalkTalk potrebbero così essere obbligati a filtrare tutti gli accessi alla Baia. Il primo provider era già stato costretto ad oscurare il sito di indexing Newzbin 2. I responsabili della piattaforma avevano poi rilasciato una tecnologia per l'aggiramento dei blocchi.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia UK, arrembaggio alla Baia dei pirati
Ordina
  • Vi giuro che se un giorno dovesse finire tutto questo, piuttosto di comprare un disco, me le registro dalla radio le canzoni. Ma tanto non morirà mai, perchè il modo di metterglielo nel didietro c'è sempre.

    Che sviluppassero nuove tecnologie invece di imporsi con le loro stronzate, che non fanno altro che peggiorare le cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciro mungiello
    > Vi giuro che se un giorno dovesse finire tutto
    > questo, piuttosto di comprare un disco, me le
    > registro dalla radio le canzoni. Ma tanto non
    > morirà mai, perchè il modo di metterglielo nel
    > didietro c'è
    > sempre.
    >
    > Che sviluppassero nuove tecnologie invece di
    > imporsi con le loro stronzate, che non fanno
    > altro che peggiorare le
    > cose.
    Ascoltare musica alla radio non è poi una condanna, così come vedere i film in tv (sempre se paghi il canone, ma dubito). Se invece vorrai vederti un buon film appena uscito dovrai fare quella assurda cosa che è comprare un biglietto del cinema, ti godrai lo spettacolo meritato e non minerai il lavoro futuro. Non ti senti già migliore?
    non+autenticato
  • No. Mi sento imbrogliato, e non darò soldi a chi vuole imbrogliarmi.
    non+autenticato
  • Io al cinema ogni tnt ci vado, è sempre bello, ho persino ancora la vecchia tessera del Blockbuster, però i punti vendita vicino a casa mia... hanno chiuso! il punto però è che nessun servizio legale al mondo offrirà l'infinità audiovisiva del p2p.
    Girare per le videoteche o per i negozi alla ricerca di film rari comporterebbe un dispendio di tempo enorme, per qualcosa che dopo tt nn è proprio indispensabile.
    Le fasce di utenti pigri, o più avanti con gli anni,con poca dimestichezza con le cossiddette "nuove tecnologie" sono probabilm. più propensi a utilizzare i sistemi distributivi legali e tradizionali. O anche semplicem. tt le persone che nn possono disporre di una linea ADSL.

    Tt questa gente si procura ancora i cd e i dvd negli store e nemmeno ci pensa a diffonderne copie su internet. Tanto nn potrebbero farlo. Non è tnt una questione di rispetto delle legalità, è ignoranza delle varie furberie tecnologiche legate al mondo di internet o impossibilità ad accedervi.
    Anni fa un mio amico mi faceva vedere i film sul pc e mi diceva "ho scaricato qua e là" e io nn capivo. Lui mi ha introdotto al mondo del p2p nell'epoca d'oro della rete edonkey, con i server Razorback e tt gli altri. Prima di allora ero come tt quelli di cui ho scritto sopra. Afossare il p2p a loro nn cambia niente, ma molti altri nn sono disposti a tornare indietro.

    Il p2p è intimamente connesso all'esistenza stessa di internet. Nn credo che cambieranno molto le cose, anche con l'eventuale avvento di leggi internazionali repressive. Spegnere internet sarebbe forse l'unica soluzione. Cercare di imbirgliare la Rete al suo strato più esterno (ad. es. DNS Telecom) serve poco. Monitorare il traffico di ogni singolo utente è realisticamente impossibile e troppo costoso e spesso nn serve per identificare correttamente l'utente. Togli i siti torrent e resta il p2p "classico", con o senza indicizzazione file tramite server. Togli anche questo e si sviluppano le darknet.

    E' una guerra senza fine. E cmq io nn riesco proprio a immaginare in Italia un'attuazione puntuale e completa della famigerata normativa ACTA.
    non+autenticato
  • Mentre in afghanistan i democraticissimi soldati americani pisciano sui cadaveri dei "nemici", qui in europa per fortuna pensiamo alle cose serie, l'embargo a pirate bay! Si perchè il vero problema non sono le lobby finanziarie, la crisi e le guerre inutili, ma piratebay.
    non+autenticato
  • - Scritto da: illegale o contrario
    > Mentre in afghanistan i democraticissimi soldati
    > americani pisciano sui cadaveri dei "nemici", qui
    > in europa per fortuna pensiamo alle cose serie,
    > l'embargo a pirate bay! Si perchè il vero
    > problema non sono le lobby finanziarie, la crisi
    > e le guerre inutili, ma
    > piratebay.
    La fame nel mondo e il cancro l'hai dimenticati? La presenza di cose peggiori della Baia non rende questa diversa da quello che è, un sito illegale e per questo va perseguito.
    non+autenticato
  • Bloccare l'accesso al sito non serve, chi vuole aggirare i blocchi può sempre farlo via proxy (Ultrasurf, ad es.) + Open DNS. Di questi tempi nn conviene usare la connessione internet con i parametri di default. Ma mi fermo qui perché nn vorrei essere accusato di ... "incitamento alla violazione"! he he he
  • Arrivi tardi. Luco c'ha dei bei post in cui spiega tutto il procedimento. Impara da lui e mostra le palle. Peggior cosa che ti può capitare è vedere il tuo post moderato da PI...
  • - Scritto da: giumy73
    > Bloccare l'accesso al sito non serve, chi vuole
    > aggirare i blocchi può sempre farlo via proxy
    > (Ultrasurf, ad es.) + Open DNS. Di questi tempi
    > nn conviene usare la connessione internet con i
    > parametri di default. Ma mi fermo qui perché nn
    > vorrei essere accusato di ... "incitamento alla
    > violazione"! he he
    > he
    Se ne sei veramente convinto, non hai di che preoccuparti, se invece sei del parere che un blocco da parte di tutti gli isp possa creare qualche problemino, allora inizi a uscire dal buio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: allibito
    > - Scritto da: giumy73
    > > Bloccare l'accesso al sito non serve, chi vuole
    > > aggirare i blocchi può sempre farlo via proxy
    > > (Ultrasurf, ad es.) + Open DNS. Di questi tempi
    > > nn conviene usare la connessione internet con i
    > > parametri di default. Ma mi fermo qui perché nn
    > > vorrei essere accusato di ... "incitamento alla
    > > violazione"! he he he

    > Se ne sei veramente convinto, non hai di che
    > preoccuparti, se invece sei del parere che un
    > blocco da parte di tutti gli isp possa creare
    > qualche problemino, allora inizi a uscire dal
    > buio.

    Problemino per chi ?

    Si puo' passare a criptare tutto e questo a chi darebbe maggiori problemi ? Sei sicuro di avere idea a che cosa porterebbe la criptazione globale ?
    krane
    21353
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: allibito
    > > - Scritto da: giumy73
    > > > Bloccare l'accesso al sito non serve,
    > chi
    > vuole
    > > > aggirare i blocchi può sempre farlo via
    > proxy
    > > > (Ultrasurf, ad es.) + Open DNS. Di
    > questi
    > tempi
    > > > nn conviene usare la connessione
    > internet con
    > i
    > > > parametri di default. Ma mi fermo qui
    > perché
    > nn
    > > > vorrei essere accusato di ...
    > "incitamento
    > alla
    > > > violazione"! he he he
    >
    > > Se ne sei veramente convinto, non hai di che
    > > preoccuparti, se invece sei del parere che un
    > > blocco da parte di tutti gli isp possa creare
    > > qualche problemino, allora inizi a uscire dal
    > > buio.
    >
    > Problemino per chi ?
    >
    > Si puo' passare a criptare tutto e questo a chi
    > darebbe maggiori problemi ? Sei sicuro di avere
    > idea a che cosa porterebbe la criptazione globale
    > ?
    Basta provare e poi vedrai.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: krane

    > > > Se ne sei veramente convinto, non
    > > > hai di che preoccuparti, se invece
    > > > sei del parere che un blocco da
    > > > parte di tutti gli isp possa creare
    > > > qualche problemino, allora inizi a
    > > > uscire dal > buio.

    > > Problemino per chi ?

    > > Si puo' passare a criptare tutto e questo
    > > a chi darebbe maggiori problemi ? Sei
    > > sicuro di avere idea a che cosa porterebbe
    > > la criptazione globale ?

    > Basta provare e poi vedrai.

    Ma ci tieni tanto a vedere Hollywood abbattuta da cina - india - russia ? Quelli non aspettano altro che dare una mazzata economica all'industria americana.
    krane
    21353
  • ... guarda come gongolo, con gli ISP! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • Mi viene in mente una remotissima ipotesi... sarai mica per puro caso un videotechino? Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ma fantasia niente? Mi date sempre del videotechino... ecco cosa succede a copiare: l'estro creativo si rinsecchisce. Copioni!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma fantasia niente? Mi date sempre del
    > videotechino...
    beh se dici sempre le stesse cose.. avrai le stesse risposte ...

    > ecco cosa succede a copiare:
    > l'estro creativo si rinsecchisce.
    > Copioni!
    senti chi parla! citi sempre "gongolo".. ma quello e' TRADEMARK DISNEY!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma fantasia niente? Mi date sempre del
    > videotechino... ecco cosa succede a copiare:
    > l'estro creativo si rinsecchisce.
    > Copioni!
    Sorride
    Giustissimo!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma fantasia niente? Mi date sempre del
    > videotechino... ecco cosa succede a copiare:
    > l'estro creativo si rinsecchisce.
    > Copioni!
    Sacrosanto!! Sorride Ma troppo spesso confondono la bravura a diffondere con quella del creare... sembra sia la stessa cosa.
    non+autenticato
  • allora non creare. Vedremo se si sentirà la tua mancanza
    non+autenticato
  • AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato
    - Scritto da: ThEnOra
    > ... guarda come gongolo, con gli ISP!
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Sgabbio
    26178
  • Guarda che fra 6 mesi sarai te a gongolare...
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Guarda che fra 6 mesi sarai te a gongolare...

    Mi mettono in galera ?
    Sgabbio
    26178
  • Acta ? ma è tra 4 mesi?
    (oltre al fato che nasce tecnologicamente morta)
    non+autenticato
  • "I responsabili di The Pirate Bay - insieme agli utenti - sarebbero colpevoli di aver violato ripetutamente il copyright dell'industria musicale d'Albione"
    Per far si che i responsabili di TPB violino il copyright di un contenuto, bisogna che quel contenuto CI SIA. E su TPB, NON C'E'.

    E quindi ora inventiamoci il reato di "incitamento alla violazione"! Un reato _estremamente_ ambiguo e soggettivo ...stile la diffamazione... che cozza subito col diritto alla liberta' di espressione... BAH.. come anniamo male...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > "I responsabili di The Pirate Bay - insieme agli
    > utenti - sarebbero colpevoli di aver violato
    > ripetutamente il copyright dell'industria
    > musicale
    > d'Albione"
    > Per far si che i responsabili di TPB violino il
    > copyright di un contenuto, bisogna che quel
    > contenuto CI SIA. E su TPB, NON
    > C'E'.
    >
    > E quindi ora inventiamoci il reato di
    > "incitamento alla violazione"! Un reato
    > _estremamente_ ambiguo e soggettivo ...stile la
    > diffamazione... che cozza subito col diritto alla
    > liberta' di espressione... BAH.. come anniamo
    > male...
    E' un reato preciso e per niente ambiguo, nel caso di Megavideo è addirittura palese sfociato in "istigazione a delinquere" dal momento che elargiva denaro a chi immetteva file illegali. Spesso gli ignari utenti, nemmeno sapevano di commettere un reato penale (stabilito in caso di lucro art 171) oppure pensavano che sarebbe stato sufficiente mettersi il passamontagna mentre digitavano per non essere riconosciuti...
    La libertà di espressione è ben altra cosa, tutti sono liberi di screivere quel che vogliono, basta non copiare da altri e non offendere o unfamare nessuno. Spero di aver diradato la nebbia che ti avvolgeva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: allibito

    > E' un reato preciso e per niente ambiguo, nel
    > caso di Megavideo è addirittura palese sfociato
    > in "istigazione a delinquere" dal momento che
    > elargiva denaro a chi immetteva file illegali.
    > Spesso gli ignari utenti, nemmeno sapevano di
    > commettere un reato penale (stabilito in caso di
    > lucro art 171) oppure pensavano che sarebbe stato
    > sufficiente mettersi il passamontagna mentre
    > digitavano per non essere riconosciuti...

    Cioe' istigavano a delinquere ma gli utenti nemmeno sapevano di commettere il reato ???? Allora direi che l'istigazione non funzionava granche...
    krane
    21353
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: allibito
    >
    > > E' un reato preciso e per niente ambiguo, nel
    > > caso di Megavideo è addirittura palese
    > sfociato
    > > in "istigazione a delinquere" dal momento che
    > > elargiva denaro a chi immetteva file
    > illegali.
    > > Spesso gli ignari utenti, nemmeno sapevano di
    > > commettere un reato penale (stabilito in
    > caso
    > di
    > > lucro art 171) oppure pensavano che sarebbe
    > stato
    > > sufficiente mettersi il passamontagna mentre
    > > digitavano per non essere riconosciuti...
    >
    > Cioe' istigavano a delinquere ma gli utenti
    > nemmeno sapevano di commettere il reato ????
    > Allora direi che l'istigazione non funzionava
    > granche...
    Forse funzionava troppo bene, hai un pò le idee confuse, ma credo che tu faccia finta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: allibito
    > >
    > > > E' un reato preciso e per niente ambiguo,
    > nel
    > > > caso di Megavideo è addirittura palese
    > > sfociato
    > > > in "istigazione a delinquere" dal momento
    > che
    > > > elargiva denaro a chi immetteva file
    > > illegali.
    > > > Spesso gli ignari utenti, nemmeno sapevano
    > di
    > > > commettere un reato penale (stabilito in
    > > caso
    > > di
    > > > lucro art 171) oppure pensavano che sarebbe
    > > stato
    > > > sufficiente mettersi il passamontagna
    > mentre
    > > > digitavano per non essere riconosciuti...
    > >
    > > Cioe' istigavano a delinquere ma gli utenti
    > > nemmeno sapevano di commettere il reato ????
    > > Allora direi che l'istigazione non funzionava
    > > granche...
    > Forse funzionava troppo bene, hai un pò le idee
    > confuse, ma credo che tu faccia
    > finta.

    Allora forse la cosa non e' cosi' autoevidente e ovvia come sostieni tu.
    krane
    21353
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Allibito
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: allibito
    > > >
    > > > > E' un reato preciso e per niente
    > ambiguo,
    > > nel
    > > > > caso di Megavideo è addirittura
    > palese
    > > > sfociato
    > > > > in "istigazione a delinquere" dal
    > momento
    > > che
    > > > > elargiva denaro a chi immetteva
    > file
    > > > illegali.
    > > > > Spesso gli ignari utenti, nemmeno
    > sapevano
    > > di
    > > > > commettere un reato penale
    > (stabilito
    > in
    > > > caso
    > > > di
    > > > > lucro art 171) oppure pensavano
    > che
    > sarebbe
    > > > stato
    > > > > sufficiente mettersi il
    > passamontagna
    > > mentre
    > > > > digitavano per non essere
    > riconosciuti...
    > > >
    > > > Cioe' istigavano a delinquere ma gli
    > utenti
    > > > nemmeno sapevano di commettere il reato
    > ????
    > > > Allora direi che l'istigazione non
    > funzionava
    > > > granche...
    > > Forse funzionava troppo bene, hai un pò le
    > idee
    > > confuse, ma credo che tu faccia
    > > finta.
    >
    > Allora forse la cosa non e' cosi' autoevidente e
    > ovvia come sostieni tu.


    Dimenticavo: http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=82...
    krane
    21353
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)