Lucasfilm delude tutti sulla rete

Ai fan la "mamma" di Star Wars continua a chiedere, nonostante le proteste, di cedere la proprietÓ di qualsiasi creazione grafica venga pubblicata sulle pagine ospitate dalla propria comunitÓ online

Web - Lucasfilm, la societÓ di George Lucas resa celebre dalla produzione della saga di Guerre Stellari, Ŕ assediata dai fan. Le proteste, che si fanno sempre pi¨ impetuose sulla rete, riguardano la policy che l'azienda ha stabilito per ospitare pagine realizzate dai fan su porzioni di sito dedicate, come una sorta di comunitÓ di appassionati di Guerre Stellari.

La policy, infatti, prevede che qualsiasi immagine o creazione "derivata" da un'immagine o da una illustrazione di Guerre Stellari, o comunque di Lucasfilm, e pubblicata sulle pagine dei fan, diventi automaticamente di proprietÓ della stessa Lucasfilm.

Tutto questo appare ai fan come una sorta di indebito "accaparramento di prestazione intellettuale". Non solo, fanno notare i pi¨ attenti, la possibilitÓ per Lucasfilm di disporre a proprio piacimento di quanto appare sulle pagine dei fan significa anche possibilitÓ di censura o di sfruttamento commerciale di opere che l'azienda acquisisce gratuitamente...
Va detto che non Ŕ la prima volta che Lucasfilm delude i suoi fan con politiche eccessivamente "protezionistiche" dei contenuti dei siti. Un celeberrimo sito di amanti della saga fantascientifica, Tatooine.com, Ŕ stato "preso" di forza dall'azienda attraverso la rivendicazione dei diritti su quel dominio. Al di lÓ di qualsiasi considerazione della pubblicitÓ che ai prodotti Lucasfilm veniva fatta dai fan che avevano messo in piedi e curato il sito in questione.

Inoltre qualcosa di simile a quanto accade nella comunitÓ di Lucasfilm era accaduto l'anno scorso quando Yahoo aveva tentato di imporre agli ospiti della sua GeoCities di cedere la proprietÓ dei contenuti pubblicati sulle pagine da questi realizzate?