Alfonso Maruccia

Apache 2.4, il web server alla riscossa

Il popolare server open source si aggiorna dopo anni dall'ultima release, promettendo nuove funzionalità e un incremento prestazionale che meglio lo posiziona nei confronti della concorrenza

Roma - Nuova major release per il web server Apache, software open source per server HTTP che in questi anni ha saputo conquistare fiducia di centinaia di milioni di siti web sparsi per il mondo. Apache 2.4 si mostra dopo sei anni dall'ultimo aggiornamento significativo della piattaforma, e coincide con il 17esimo anniversario dalla fondazione del progetto.

Nato nel 1995 come "fork" del web server realizzato presso il National Center for Supercomputing Applications (NCSA), Apache è ora la prima scelta in fatto di web server per il 60 per cento di tutti i domini Internet attivi ed è usato da 400 milioni di siti web in tutto il mondo.

La release 2.4 di Apache offre nuove funzionalità ma si focalizza anche (soprattutto?) su un incremento prestazionale significativo: la Foundation che gestisce il progetto assicura sulla maggiore efficienza del nuovo server Apache, capace di offrire migliori performance con un consumo di risorse ridotto.
"Questa release porta un gran numero di miglioramenti evolutivi che i nostri utenti, amministratori e sviluppatori apprezzeranno", ha dichiarato il vice-presidente di Apache Eric Covener. Apache 2.4 contiene molti nuovi moduli, dice Covener, così come un incremento delle capacità e della flessibilità delle funzionalità già esistenti in precedenza.

Le performance a tutti i costi sono storicamente solo un obiettivo "secondario" per il web server di Apache, ma gli incrementi in quel comparto si sono resi necessari con la crescente popolarità di nginx, un web server relativamente giovane divenuto il secondo più popolare (dopo Apache) surclassando IIS di Microsoft.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaApache, una falla da tappareUna pericolosa vulnerabilità nella piattaforma server Web più diffusa al mondo potrebbe mettere a rischio risorse protette. Apache medita su una patch
9 Commenti alla Notizia Apache 2.4, il web server alla riscossa
Ordina
  • L'articolo ci dice essenzialmente che ci sono delle novità, ma non dice quali.

    Essenzialmente:
    * Moduli multiprocesso: c'erano già, ma ora sono stabili. Questo ottimizza l'uso della CPU, soprattutto su Windows (sigh).
    * Una moltitudine di nuovi moduli (andate a vedervi la lista sul sito, personalmente trovo molto interessante il modulo Lua, che per esempio potrebbe essere utile per scrivere dei test per applicazioni web...)
    * Nella configurazione, è ora possibile inserire istruzioni condizionali che vengano valutate ad ogni sessione.

    Saluto Mariuccia, che avrebbe dovuto scrivere queste cose al mio posto, e in maniera più approfondita.
    non+autenticato
  • La concorrenza fa bene anche all'open source!
    non+autenticato
  • ...ma nginx è assolutamente inutile per le pagine dinamiche, o meglio è più lento di diversi ordini di grandezza rispetto ad apache (figuriamoci lighttpd); per questo dubito che l'attenzione di apache verso le prestazioni siano dovute a nginx anche perché nginx è solitamente usato come reverse proxy per gestire il carico indirizzato a pagine e contenuti dinamici su uno o più server performanti in tali ambiti ( nginx+lighttpd || nginx+httpd(apache) )
    non+autenticato
  • Guarda che il grosso del traffico viene consumato dalle immagini, dalla grafica, dai file esterni css, js, ecc... e tutti questi file elencati sono contenuti statici!!!!
    Per questo motivo ci sono diversi siti grossi che utilizzano un doppio server, uno per i file dinamici (lato server) e uno per quelli statici (lato client).
    non+autenticato
  • ma poi è una vecchia leggenda metropolitana che nginx è lento con le pagine dinamiche

    già nel 2009 apache+modphp e nginx+php/fastcgi, si vedeva un minimo vantaggio per apache e le cose sono migliorate ulteriormente

    personalmente, da quando ho sostituito apache con nginx, ho visto netti miglioramenti sui miei siti
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ma poi è una vecchia leggenda metropolitana che
    > nginx è lento con le pagine
    > dinamiche
    >
    > già nel 2009 apache+modphp e nginx+php/fastcgi,
    > si vedeva un minimo vantaggio per apache e le
    > cose sono migliorate
    > ulteriormente
    >
    > personalmente, da quando ho sostituito apache con
    > nginx, ho visto netti miglioramenti sui miei
    > siti


    Azzo, in 3 commenti avete detto tutto ed il contrario di tutto, ed adesso io a chi devo credere???? da noi un nostro fornitore monta rh enterprise + apache2 per far girare applicazione java, per una pagina che non fa più di 4 (dico 4!) accessi contemporanei (semplice visualizzazione dati da un db) mi chiede un server da 4gb di ram
    Ma a voi pare normale? non è che l'applicazione è scritta da cani?
    scusate l'ot
    non+autenticato
  • > Ma a voi pare normale? non è che l'applicazione è
    > scritta da cani?

    La seconda che hai detto.. Sorride
    non+autenticato
  • Te lo faccio io in python + flask + gunicon con 60MB di RAM.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Te lo faccio io in python + flask + gunicon con
    > 60MB di
    > RAM.

    Grazie, sei molto gentile (anche se immagino avrai voluto un compenso), il problema è come al solito che il fornitore detiene tutta la documentazione su come accedere al suo DB.
    Comunque i fornitori da me si dividono in due rami: da una parte chi macchine linux e db oracle che poi hanno l'applicazione java su apache (sempre sotto linux).
    Dall'altra server windows con db sql express che poi mettono l'applicazione web su IIS + asp, vedo che usano librerie comprate che si somigliano tutte ma adesso non ho tempo di trovare il link.

    Non so, non vedo ottimizzazione. Zimbra invece ha una bella interfaccia web, reattiva e tutto sommato leggera mi sembra.
    non+autenticato