Gabriella Tesoro

Dimmi come commenti e ti dirò chi sei

Sarebbero sette i profili in grado di ritrarre i diversi tipi di commentatori delle community online. Cade la distinzione tra lurker e partecipante?

Roma - In base a un recente studio, la vecchia distinzione tra lurker, chi fa parte di una comunità online ma non fornisce alcun apporto, e contributor, chi dà una serie di informazioni utili al gruppo, potrebbe non essere più valida.

La ricerca, intitolata Classify participants in online communities, è stata effettuata dagli studiosi Xuequn Wang e Yanjun Yu ed è stata pubblicata a febbraio dall'International Journal of Managing Information Technology. "Pochi studi hanno provato a capire che tipo di partecipanti costituiscono le comunità online - hanno scritto i due autori nella prefazione - e il precedente metodo di classificare i partecipanti non è sufficiente e preciso". Difatti secondo Wang e Yu la distinzione non sarebbe da tracciare solo tra lurker e contributor, ma ci sarebbero ben sette categorie definite in base a quanto e come una persona può partecipare online.

Per definire le categorie, gli studiosi hanno prima ideato la seguente tassonomia:
Tipo I: Post che forniscono nuove informazioni
Tipo II: Post che chiedono qualcosa
Tipo III: Risposte ai post contenenti domande
Tipo IV: Risposte che forniscono un feedback
Tipo V: Messaggi che ringraziano per l'aiuto
Tipo VI: Messaggi che dicono qualcosa di cattivo gusto
Tipo N: I messaggi non postati, persone che leggono soltanto e non commentano.
Da qui le sette categorie:
1. Outsider: Non conoscono la community e non sempre vogliono conoscerla.
2. Non interessati: Conoscono il forum, ma non lo visitano. Non è detto però che in un prossimo futuro possa nascere una certa curiosità.
3. Creatori di problemi: Postano commenti inadeguati o di cattivo gusto che possono danneggiare la community. Anche se possono generare contenuti classificati nella tassonomia come Tipo I e Tipo III, le loro sortite rientrano, a tutti gli effetti, nel Tipo VI.
4. Lurker: Consumano il contenuto del forum, ma non forniscono nuove informazioni. In sostanza il loro contributo è approssimativamente pari a zero. Corrispondono al Tipo N.
5. Partecipanti che non contribuiscono: Chiedono qualcosa e ringraziano per la risposta, ma non forniscono alcuna informazione nuova. Possono però partecipare a diverse attività e dare un feedback. Corrispondono ai messaggi di Tipo II, IV e V.
6. Partecipanti che contribuiscono parzialmente: A volte commentano i post, ma non con regolarità. Possono fornire nuove informazioni e rispondere a domande. Corrispondono a molti tipi di messaggi: I, II, III, IV e V.
7. Collaboratore: Postano messaggi regolarmente e corrispondono ai tipi di post I e III.

I ricercatori hanno affermato che non esiste sempre una distinzione così netta tra le categorie, ma le community online hanno bisogno di ciascuna di queste sette figure in proporzioni diverse a seconda del proprio ciclo, vale a dire se il gruppo è nato da poco o se è già avviato. La vita di una community online sarebbe infatti divisibile in quattro fasi:
1. Attrazione: Il forum è stato appena lanciato e ci sono molti collaboratori che postano commenti incuriosendo individui esterni.
2. Costruzione: Cominciano a nascere i primi rapporti tra i membri della community che partecipano regolarmente.
3. Manutenzione: Il numero dei partecipanti è molto alto e il numero dei messaggi postati ogni giorno è così grande che la community si dedica maggiormente al mantenimento dei post.
4. Fine: Il tasso di partecipazione cala e i partecipanti cominciano ad abbandonare la community.

Gabriella Tesoro
Notizie collegate
16 Commenti alla Notizia Dimmi come commenti e ti dirò chi sei
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)