Mauro Vecchio

Gowalla, chiude il check-in

Ultimo volo per il social network che aveva tentato di insidiare il potere di Foursquare. La piattaforma texana chiude i battenti dopo l'acquisizione da parte di Facebook annunciata alla fine dello scorso anno

Roma - "Grazie per essere usciti con Gowalla. È stato un piacere girare con voi in tutto il mondo. Potrete scaricare presto i vostri check-in, le fotografie, le liste". È il sintetico messaggio apparso sulla homepage della piattaforma geo-social Gowalla, ad annunciare ufficialmente la fine di un'avventura web durata cinque anni.

Una chiusura annunciata, dopo l'acquisizione da parte di Facebook alla fine dello scorso anno. Finisce qui la personale sfida di Gowalla al gigante Foursquare, che potrà continuare senza particolari patemi a gestire il suo suo dominio nel mercato dei servizi social geolocalizzati. Lanciato nel 2009, Gowalla aveva attirato la curiosità - e soprattutto i milioni - degli investitori.

Il suo team passerà ora al colosso Facebook, a pochi mesi dalle indiscrezioni sull'acquisizione degli asset societari da parte dello stesso sito in blu. Non è ancora chiaro quanto sia costata l'operazione alla società di Mark Zuckerberg. Gowalla ha comunque salutato definitivamente gli utenti, che potranno presto scaricare i dati consegnati alla piattaforma texana. (M.V.)
Notizie collegate
  • TecnologiaGowalla abbraccia i suoi rivaliAnnunciato il lancio della versione 3.0 dell'app per iPhone. Servizi basati sulla geolocalizzazione come Foursquare e Facebook Places saranno integrati in un unico ambiente mobile. Se non puoi batterli, usa le loro API
  • TecnologiaFacebook brevetta il checkin. Foursquare nei guai?Anche se non verrà utilizzato offensivamente, l'USTPO gli ha riconosciuto l'esclusiva sul metodo utilizzato dai social network geolocalizzanti. L'industria è tutta per i brevetti software