Le piante diventano wireless

Per tenere sempre sotto controllo il loro stato di salute

Quando si decide di adornare il proprio appartamento o l'ufficio con piante capaci di ravvivare l'ambiente, bisogna fare i conti con la capacità di tenerle in vita nel migliore dei modi, curandole secondo specifiche pratiche, che a volte rasentano la ritualità. A meno di non circondarsi di arbusti sempreverdi o piante grasse, bisogna quindi essere capaci di mantenere l'aspetto rigoglioso delle piante. In caso questo non avvenga, ne va della propria autostima e si capisce quanto il proprio pollice sia poco "verde". Per ovviare a queste situazioni così mortificanti e mantenere al meglio il verde intorno a sé, si può ricorrere al sistema Wi-Fi Plant Sensor prodotto da Koubachi.

wifi piante


Si tratta di un sensore che rileva umidità, temperatura e luminosità, che si pone nel terreno della pianta. Tutte le informazioni raccolte vengono inviate via wireless al proprio account online, in modo che non appena le condizioni di luce o temperatura superino determinati parametri e l'umidità della pianta non sia coerente con le sue condizioni di vita, l'utente viene avvertito o attraverso un'apposita app per iOS o via email.
In questo modo si sa sempre quando bisogna annaffiare la pianta e si sa se l'esposizione e la temperatura sono corrette. In questo modo si ha la possibilità di controllare il verde domestico anche a distanza, quando magari si è in viaggio, per verificare se il vicino di casa o il giardiniere a cui ci si è affidati sono davvero affidabili.

Le medesime informazioni sono poi accessibili online, al proprio account sui server Koubachi. Il modulo WiFi, quindi, permette di telecontrollare le proprie piante, in tutta sicurezza anche per il proprio network, grazie al supporto ai protocolli di sicurezza WEP, WPA e WPA2, con cifratura di tipo AES.

Wi-Fi Plant Sensor funziona alimentato da due batterie di tipo AA, che garantiscono una durata di funzionamento di circa un anno.

Per chi voglia sempre tenere sotto controllo le proprie piante, il dispositivo può essere acquistato anche in Italia direttamente dal portale di shopping online di Koubachi al prezzo di 102,60 euro.

(via Gizmodo)
TAG: gadget
3 Commenti alla Notizia Le piante diventano wireless
Ordina
  • "In questo modo si ha la possibilità di controllare il verde domestico anche a distanza, quando magari si è in viaggio"

    Eh, e una volta controllato si attiva il teletrasporto per andare a innaffiarle.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pagilaccett i
    >
    > Eh, e una volta controllato si attiva il
    > teletrasporto per andare a
    > innaffiarle.
    No, con l'apposita APP si avvia il teleinnaffiatore/teleconcimatore, anch'esso acquistabile per la modica cifra di 200 euro.Occhiolino

    Alla fine costa meno comprare piante usa e getta...A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: OldDog
    > - Scritto da: Pagilaccett i
    > >
    > > Eh, e una volta controllato si attiva il
    > > teletrasporto per andare a
    > > innaffiarle.

    avviserà il vicino di casa che ci faccia un salto Occhiolino

    > No, con l'apposita APP si avvia il
    > teleinnaffiatore/teleconcimatore, anch'esso
    > acquistabile per la modica cifra di 200 euro.
    >Occhiolino
    >
    > Alla fine costa meno comprare piante usa e getta...
    >A bocca aperta

    Ah, di sicuro Sorride, però a volte i giardinieri (come me) hanno con certe piante un rapporto "speciale", soprattutto con le più vecchiotte, è come avere un cane, ci si affeziona (il problema delle ferie estive è questione non da poco).
    Comunque è ovvio che il prezzo è assurdo per le persone "normali" che hanno in casa magari qualche ficus, dei photos e via dicendo, visto che l'apparecchio tra l'altro se ho capito è "monopianta".
    Potrebbe essere "utile" semmai per la casa di qualche riccone, che per dire abbia delle piante di particolare pregio e grandezza (alberi in vaso in terrazza, per dire), ma a quel punto immagino che si serva di un giardiniere...
    comunque un gadget è un gadget, questo è Punto Informatico, ci sta Occhiolino ciao
    non+autenticato