Mauro Vecchio

Antitrust, filtri calati sull'e-commerce

I vertici di AGCM hanno predisposto il blocco di tutti gli accessi al network gestito da Private Outlet, accusato di comportamenti lesivi nei confronti dei consumatori italiani. Segnalati indirizzi IP e URL

Roma - È stato oscurato a causa di "gravi ed invasivi comportamenti nei confronti dei consumatori" del Belpaese. Il network di siti gestito da Private Outlet è così finito nel mirino dell'Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza (AGCM), che nel suo bollettino 8/2012 del 12 marzo scorso ha obbligato i vari provider italiani a bloccare tutti gli accessi alla piattaforma per il commercio elettronico.

Prodotti griffati - in particolare nei settori moda e lifestyle - a prezzi scontati fino al 70 per cento. Questa la promessa che aveva attirato verso il network numerosi utenti tricolore. Le autorità antitrust hanno però accusato Private Outlet di aver diffuso "contenuti idonei ad indurre in errore i consumatori in merito alla disponibilità dei prodotti offerti in vendita".

In particolare, la piattaforma di e-commerce avrebbe spesso consegnato la merce in forte ritardo - a volte non consegnato affatto - con "codici di spedizione Bartolini inesistenti per comprovare l'avvenuto invio della merce" e "mancato risarcimento degli utenti truffati". Il servizio clienti della società è stato definito "limitato", con "ostruzioni all'esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori".
Sulla base delle varie evidenze raccolte, AGCM ha imposto agli ISP l'oscuramento del sito tramite sequestro di tutti i domini facenti riferimento al network Private Outlet. Tra gli spazi indicati dall'Antitrust c'è espacemax.com, privateoutlet.biz oltre alle versioni francese, inglese, tedesca della piattaforma.

"I comportamenti scorretti constatati dall'Antitrust non sono una novità nel settore dell'e-commerce - ha spiegato il segretario generale di Adiconsum Pietro Giordano - Il Ministero dello Sviluppo Economico deve istituire una Centrale Rischi che permetta al consumatore di segnalare i siti non ritenuti corretti, e che sia in grado di procedere a controlli veloci ed eventuali chiusure del sito".

"L'istituzione della Centrale Rischi è la sola modalità che possa aiutare il mercato nel suo complesso a maturare e nello stesso tempo che prevenga azioni unilaterali ed estreme come l'oscuramento del sito e-commerce privateoutlet.com", ha aggiunto Andrea Spedale, attuale presidente dell'Associazione Italiana Commercio Elettronico (AICEL).

C'è chi ha espresso più di un dubbio sui meccanismi adottati da AGCM per il blocco del network. Nel bollettino è stato infatti citato uno specifico indirizzo IP con una serie di indirizzi web. "E se cambia indirizzo IP? - si è chiesto l'esperto Stefano Quintarelli - È ancora corrispondente? E se cambiano nome? Ribadisco, se è uno che truffa, non è meglio disporre agli intermediari di pagamento di NON processare i pagamenti?".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetDiritto d'autore, AGCOM chiede aiuto?di G. Scorza - Un documento firmato dal Professor Onida, ex Presidente della Corte Costituzionale: AGCOM avrebbe chiesto lumi sulla possibilità di obbligare gli ISP a filtrare siti stranieri, quando la previsione era già stata esclusa dalle bozze. Onida avrebbe dato via libera
  • AttualitàMoncler cala la grande tenebra sul webIl GIP di Padova ha ordinato il sequestro di quasi 500 siti, tutti accusati di violazione del marchio d'abbigliamento francese. Molti di questi non erano più attivi, altri non affatto invischiati in attività di contraffazione
  • AttualitàSigarette online, dai filtri al contrabbandoDopo l'anomalo sequestro del traffico nei confronti di utenti italiani che accedessero a store online di tabacchi, l'accusa di contrabbando per coloro che hanno acquistato
63 Commenti alla Notizia Antitrust, filtri calati sull'e-commerce
Ordina
  • L'e-commerce dall'italia (volutamente minuscola) per l'italia non conviene. Se capita di trovare un buon prezzo, il risparmio viene disintegrato dalle spese di spedizione esorbitanti, per non parlare del servizio pessimo di poste e corrieri (se che ti arrivi tutto e non venga "smarrito"). Chi bazzica sui siti italiani è a conoscenza di questo fatto, per spendere la stessa cifra (ed in molti casi di più) preferisco andare a comprare le cose in negozio ed averle subito soprattutto in tempi di magra come questi. Ancora mi chiedo come sia possibile che un pacco dall'Inghilterra arrivi prima e con un costo di spedizione minore rispetto ad un pacco italiano (PACCO italiano, ho detto tutto).
    non+autenticato
  • Oggi se un negozio ( reale ) evade le tasse o truffa gli acquirenti, si mettono delle barricate agli ingressi delle strade del negozio o si chiude il negozio?

    Bloccare l'IP è un palliativo.
    Il tizio potrebbe tranquillamente provvedere ad un trasferimento del sito su un nuovo server ( o altro IP ) e cosa ancor piu' grave, se il tizio è su un hosting shared, molti altri siti si vedrebbero oscurati senza aver fatto nulla di male.

    Insomma come al solito, chi ci governa non ne capisce una mazza di web e pretende di legiferare a riguardo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > Oggi se un negozio ( reale ) evade le tasse o
    > truffa gli acquirenti, si mettono delle barricate
    > agli ingressi delle strade del negozio o si
    > chiude il
    > negozio?
    >
    > Bloccare l'IP è un palliativo.
    > Il tizio potrebbe tranquillamente provvedere ad
    > un trasferimento del sito su un nuovo server ( o
    > altro IP ) e cosa ancor piu' grave, se il tizio
    > è su un hosting shared, molti altri siti si
    > vedrebbero oscurati senza aver fatto nulla di
    > male.
    >
    > Insomma come al solito, chi ci governa non ne
    > capisce una mazza di web e pretende di legiferare
    > a
    > riguardo.

    Non hai tutti i torti, ma mi diceva la collega che Private Outlet è francese, quindi non credo che sia così facile.
    Izio01
    4255
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: zerobyte
    > > Oggi se un negozio ( reale ) evade le tasse o
    > > truffa gli acquirenti, si mettono delle
    > barricate
    > > agli ingressi delle strade del negozio o si
    > > chiude il
    > > negozio?
    > >
    > > Bloccare l'IP è un palliativo.
    > > Il tizio potrebbe tranquillamente provvedere
    > ad
    > > un trasferimento del sito su un nuovo server
    > (
    > o
    > > altro IP ) e cosa ancor piu' grave, se il
    > tizio
    > > è su un hosting shared, molti altri siti si
    > > vedrebbero oscurati senza aver fatto nulla di
    > > male.
    > >
    > > Insomma come al solito, chi ci governa non ne
    > > capisce una mazza di web e pretende di
    > legiferare
    > > a
    > > riguardo.
    >
    > Non hai tutti i torti, ma mi diceva la collega
    > che Private Outlet è francese, quindi non credo
    > che sia così
    > facile.

    Siamo in Europa, quindi dovrebbe essere abbastanza facile andar a prendere i responsabili del sito e processarli, non credo che le operazioni comunitarie di polizia si basino solo su reati di mafia e camorra...( o almeno...spero che non sia cosi! )Sorride
    non+autenticato
  • Anche se sei in UE, la magistratura deve richiedere una rogatoria internazionale... e prima di vedersi rispondere, su questi temi, ce ne passano di mesi.

    Detto ciò, magari l'hanno fatto, tuttavia al fine di porre fine ad un'attività ritenuta fraudolenta, cosa fanno? Inibiscono l'accesso al sito.

    Aggiungo: spero che i tecnici che hanno assistito AGCM abbiano verificato che l'IP non fosse shared, e non lo è (basta controllare).
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Anche se sei in UE, la magistratura deve
    > richiedere una rogatoria internazionale... e
    > prima di vedersi rispondere, su questi temi, ce
    > ne passano di
    > mesi.

    Il ragazzino che ha postato 4 link di mp3 pero' lo hanno estradato negli usa non appena l'FBI ha schioccato le dita...

    I soliti due pesi e due misure?

    E comunque anche se occorressero mesi, hai fretta?
    Non stiamo mica parlando di reati che destano allarme sociale o che mettano a repentaglio vite umane.
    Stiamo parlando di 4 canzonette!

    > Detto ciò, magari l'hanno fatto, tuttavia al fine
    > di porre fine ad un'attività ritenuta
    > fraudolenta, cosa fanno? Inibiscono l'accesso al
    > sito.

    Benissimo, ma non si inibisce l'accesso al sito oscurando l'ip.
    Si inibisce l'accesso al sito andando da chi hosta quel sito e gli si fa reindirizzare le richieste, oltre ad effettuare una copia dei dischi da usare come prova.

    Avendo naturalmente cura di verificare che cosa si intenda con "sito", se tutto il dominio o solo un sottoramo.

    > Aggiungo: spero che i tecnici che hanno assistito
    > AGCM abbiano verificato che l'IP non fosse
    > shared, e non lo è (basta
    > controllare).

    Hai controllato tu?
  • Infatti una segnalazione da parte del hosting e la via più semplice in questi casi, per la collaborazione. Il filtro IP e più dannoso che utile.
    Sgabbio
    26178
  • 4 canzonette? Ora lo sminuire il lavoro altrui si è aggiungo all'arsenale delle scuse ipocrite dei pirati?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > 4 canzonette? Ora lo sminuire il lavoro altrui si
    > è aggiungo all'arsenale delle scuse ipocrite dei
    > pirati?

    Chiedo scusa vossignoria, non sono 4 canzonette! Sono gli immensi capolavori di lady gaga.
    Cosi' va meglio?
  • - Scritto da: ruppolo
    > 4 canzonette? Ora lo sminuire il lavoro altrui si
    > è aggiungo all'arsenale delle scuse ipocrite dei
    > pirati?

    Non per uscire fuori tema, e non per ripetere sempre la stessa
    cosa, ma il download "illegittimo" non è "pirata".
    "Pirata" = uomo di mare che cerca imbarcazioni per rubarne il contenuto
    Rubare = Sottrazione di beni da un'entità.

    Dato che non c'e' la sottrazione dell'opera d'arte, non si puo' parlare di "furto" e non si puo' quindi parlare di "pirateria".

    Se i giornali per far scandalo devono creare dei casi eclatanti e usano allo sproposito i termini, non significa che tale azione sia realmente come viene descritta dal giornale.

    Il condividere una canzone, non porta alcun danno all'artista ( anzi ), ma fino a quando l'artista "pretenderà" di guadagnare a vita per 1 brano, non avrà sorte diversa da quella del salmone : http://www.linguaggioglobale.com/animali/txt/56.ht...

    Oggi le leggi si comprano con i soldi ( e abbiamo casi eclatanti ), ma tra qualche anno, quando la classe politica sarà quella degli "scaricatori", tale scempio andrà a sparire e l'artista, se vorrà mangiare, dovrà lavorare come tutti gli esseri umani ( quindi con concerti, tour e quant'altro....e non con 3 ore in sala di registrazione... )
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > 4 canzonette? Ora lo sminuire il lavoro altrui si
    > è aggiungo all'arsenale delle scuse ipocrite dei
    > pirati?

    condividere una pubblicazione scientifica (es: una tecnica chirurgica contro il cancro/ictus/sclerosi etc) che e' costata miliardi di euro/dollari e' un fatto normale, condividere una canzoncina che vasco rossi ha impiegato UN GIORNO a scrivere e' un crimine.
    Un farmaco ha il brevetto che scade dopo 10/12/15 anni, i diritti su "Happy birthday" scadono dopo 70 anni dalla morte dell'ultimo co-autore.
    (non sno ancora scaduti, ricordati di pagare i diritti al prossimo compleanno a cui partecipi)
    Non ti sembra che ci sia qualcosa di sbagliato?

    Me lo immagino, Albert nel suo ufficietto Brevetti Svizzero che dopo un bel po di calcoli arriva a "E=m*c*c" e poi che fa? la mette in una canzoncina e la registra alla SIAE.
    Poi si fa chiamare "Dj Al", abbigliamento rapper, magliettina, cappellino al contrario, medaglione, calzoni sbragati, un tatuaggio che dal collo gli arriva al naso, e va in giro a cantare la sua canzone

    yo! yo!
    Emme ci,
    al quadra-to!
    che figo che so'!
    yo! yo!

    Ruppolo, il "walled garden" ti ha dato alla testa....
    non+autenticato
  • - Scritto da: iome
    >
    > Me lo immagino, Albert nel suo ufficietto
    > Brevetti Svizzero che dopo un bel po di calcoli
    > arriva a "E=m*c*c" e poi che fa? la mette in una
    > canzoncina e la registra alla
    > SIAE.
    > Poi si fa chiamare "Dj Al", abbigliamento rapper,
    > magliettina, cappellino al contrario, medaglione,
    > calzoni sbragati, un tatuaggio che dal collo gli
    > arriva al naso, e va in giro a cantare la sua
    > canzone
    >
    >
    > yo! yo!
    > Emme ci,
    > al quadra-to!
    > che figo che so'!
    > yo! yo!
    >

    NOOOO, non di prima mattina, fantastica! Sto ridendo come uno scemo Rotola dal ridere
    Izio01
    4255
  • diffuse a grancassa dalle agenzie di stampa (punto informatico le riprende e basta essendo un sito specialistico ed è in buona fede...ma immagine questa notizia nei soliti portali generalisti)sembra confezionato per demonizzare gli acquisti in rete. I mandanti sono le grosse case di moda..che sul pret a porter per famiglie ormai ci fanno il 70% del fatturato e desidererebbero gestirselo tranquillamente solo nei canali di distribuzione ufficiale
    Sul web i negozi vivono solo di reputazione e passaparola. I delinquenti vengono smascherati e scoperti prima.Così come nella vita reale la capacità di evitare le frodi è direttamente proporzionale al grado di autoconsapevolezza dell'acquirente.
    E-bay per me è il futuro di come dovrebbero essere gestite le transazioni economiche...la vendita di prodotti e servizi.
    Ognuno di noi ha lo storico completo dell'attività di un venditore...i suoi fallimenti..i suoi successi...la sua capacità di gestire i prezzi e la qualità di quello che vende.
    In una società migliore...tutto dovrebbe essere cosi...prima di affidarsi a un medico, a un avvocato, a un notaio...prima di comprare un prodotto in qualche negozio...conoscere...il grado di successo e soddisfazione di chi c'ha preceduto.E avere anche la possibilità di esibire il nostro livello di affidabilità, solvibilità come clienti.Avere un intermediario che gestisce il trasferimento di denaro e che è in grado all'occorrenza di bloccare e riprendere tutto qualora si ravvisino gli indizi di un raggiro.
    Le persone che sbagliano, sono in malafede o non sono all'altezza si appellerebbero alla privacy ma io sono convinto che la maggior parte delle persone sarebbe disposta a rinunciarvi..per riuscire a misurarci più su quello che abbiamo fatto nel nostro passato e su come ci siamo comportati piuttosto che sul denaro che abbiamo guadagnato...
    non+autenticato
  • Sul web i negozi vivono solo di reputazione e passaparola. I delinquenti vengono smascherati e scoperti prima.Così come nella vita reale la capacità di evitare le frodi è direttamente proporzionale al grado di autoconsapevolezza dell'acquirente.
    E-bay per me è il futuro di come dovrebbero essere gestite le transazioni economiche...la vendita di prodotti e servizi.
    Ognuno di noi ha lo storico completo dell'attività di un venditore...i suoi fallimenti..i suoi successi...la sua capacità di gestire i prezzi e la qualità di quello che vende.
    In una società migliore...tutto dovrebbe essere cosi...prima di affidarsi a un medico, a un avvocato, a un notaio...prima di comprare un prodotto in qualche negozio...conoscere...il grado di successo e soddisfazione di chi c'ha preceduto.E avere anche la possibilità di esibire il nostro livello di affidabilità, solvibilità come clienti.Avere un intermediario che gestisce il trasferimento di denaro e che è in grado all'occorrenza di bloccare e riprendere tutto qualora si ravvisino gli indizi di un raggiro.
    Le persone che sbagliano, sono in malafede o non sono all'altezza si appellerebbero alla privacy ma io sono convinto che la maggior parte delle persone sarebbe disposta a rinunciarvi..per riuscire a misurarci più su quello che abbiamo fatto nel nostro passato e su come ci siamo comportati piuttosto che sul denaro che abbiamo guadagnato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: masso
    > E-bay per me è il futuro di come dovrebbero
    > essere gestite le transazioni economiche...la
    > vendita di prodotti e
    > servizi.

    E-bay proprio no! E' un sito che tutela al 200% l'acquirente e da molte limitazioni al venditore.
    Senza contare i costi che sono di anno in anno piu' esorbitanti.
    Quindi, per favore, non tiriamo in mezzo e-bay che tutto è tranne che equo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > - Scritto da: masso
    > > E-bay per me è il futuro di come dovrebbero
    > > essere gestite le transazioni economiche...la
    > > vendita di prodotti e
    > > servizi.
    >
    > E-bay proprio no! E' un sito che tutela al 200%
    > l'acquirente e da molte limitazioni al
    > venditore.
    > Senza contare i costi che sono di anno in anno
    > piu'
    > esorbitanti.
    > Quindi, per favore, non tiriamo in mezzo e-bay
    > che tutto è tranne che
    > equo.

    Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani minacciano azioni legali se lasci feedback negativo, giustificato o meno. Potranno farlo, non potranno farlo... nel dubbio, uno non lascia FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto vale la storia del venditore Pinco Pallino con 10.000 FB positivi, ormai.
    Izio01
    4255
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: zerobyte
    > > - Scritto da: masso
    > > > E-bay per me è il futuro di come
    > dovrebbero
    > > > essere gestite le transazioni
    > economiche...la
    > > > vendita di prodotti e
    > > > servizi.
    > >
    > > E-bay proprio no! E' un sito che tutela al
    > 200%
    > > l'acquirente e da molte limitazioni al
    > > venditore.
    > > Senza contare i costi che sono di anno in
    > anno
    > > piu'
    > > esorbitanti.
    > > Quindi, per favore, non tiriamo in mezzo
    > e-bay
    > > che tutto è tranne che
    > > equo.
    >
    > Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani
    > minacciano azioni legali se lasci feedback
    > negativo, giustificato o meno. Potranno farlo,
    > non potranno farlo... nel dubbio, uno non lascia
    > FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto vale
    > la storia del venditore Pinco Pallino con 10.000
    > FB positivi,
    > ormai.

    Per principio infatti, se uno fa questa minaccia, non compro da lui.
  • - Scritto da: Izio01
    > Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani
    > minacciano azioni legali se lasci feedback
    > negativo, giustificato o meno. Potranno farlo,
    > non potranno farlo... nel dubbio, uno non lascia
    > FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto vale
    > la storia del venditore Pinco Pallino con 10.000
    > FB positivi,
    > ormai.

    Sono un venditore ebay, mai messa la clausola che citi te, perchè ritengo giusto che ognuno possa esprimere liberamente un'opinione serena e che rispecchia la realtà.
    Sono stato pero' punito da tale comportamento, perche' gli acquirenti, *PRETENDONO* di ricevere il pacco entro 8 ore lavorative e se il corriere impiega piu' tempo, la valutazione sui "Tempi di spedizione" comincia a scendere.
    Quel campo, teoricamente dovrebbe indicare il tempo che intercorre tra l'ordine effettuato e la consegna al corriere e non la consegna al destinatario ( perche' io non ho colpa se il corriere ritarda nella consegna ), ma tant'e' che ora mi ritrovo un account "limitato" in quanto E-bay non vuol sentire ragioni ( ho piu' volte richiesto una revisione delle valutazioni in quanto ero in grado di comprovare che le spedizioni partivano tutte nei tempi stabiliti dall'inserzione ) e questo mi ha causato ( e causa tuttora ) una serie di perdite economiche non indifferente....

    Faccio causa ad Ebay? O minaccio i clienti per le prossime inserzioni?
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > - Scritto da: Izio01
    > > Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani
    > > minacciano azioni legali se lasci feedback
    > > negativo, giustificato o meno. Potranno
    > farlo,
    > > non potranno farlo... nel dubbio, uno non
    > lascia
    > > FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto
    > vale
    > > la storia del venditore Pinco Pallino con
    > 10.000
    > > FB positivi,
    > > ormai.
    >
    > Sono un venditore ebay, mai messa la clausola che
    > citi te, perchè ritengo giusto che ognuno possa
    > esprimere liberamente un'opinione serena e che
    > rispecchia la
    > realtà.
    > Sono stato pero' punito da tale comportamento,
    > perche' gli acquirenti, *PRETENDONO* di ricevere
    > il pacco entro 8 ore lavorative e se il corriere
    > impiega piu' tempo, la valutazione sui "Tempi di
    > spedizione" comincia a
    > scendere.
    > Quel campo, teoricamente dovrebbe indicare il
    > tempo che intercorre tra l'ordine effettuato e la
    > consegna al corriere e non la consegna al
    > destinatario ( perche' io non ho colpa se il
    > corriere ritarda nella consegna ), ma tant'e' che
    > ora mi ritrovo un account "limitato" in quanto
    > E-bay non vuol sentire ragioni ( ho piu' volte
    > richiesto una revisione delle valutazioni in
    > quanto ero in grado di comprovare che le
    > spedizioni partivano tutte nei tempi stabiliti
    > dall'inserzione ) e questo mi ha causato ( e
    > causa tuttora ) una serie di perdite economiche
    > non
    > indifferente....
    >
    > Faccio causa ad Ebay? O minaccio i clienti per le
    > prossime
    > inserzioni?

    Il feedback dettagliato (quello con le stelline) è quello su cui non si possono fare minacce, in quanto il venditore non lo conosce, correggimi se sbaglio. Ma riguardo al fatto che ormai le minacce siano al norma, è facile verificare: basta cercare un articolo qualsiasi e leggere le descrizioni d'asta.
    Per quello che mi racconti, che ti devo dire? Mi spiace per la brutta esperienza. Da quando ho saputo di questo tipo di politica da parte di eBay, ho iniziato a lasciare cinque stelle anche quando ne avrei lasciate solo quattro o tre. In pratica, salvo ritardi esagerati, lascio sempre il massimo. Però ormai compro su eBay solo se si tratta di articoli di basso valore o se la differenza di prezzo è molto rilevante, perché altrimenti privilegio canali che mi diano maggiori garanzie.
    Izio01
    4255
  • - Scritto da: Izio01
    > Il feedback dettagliato (quello con le stelline)
    > è quello su cui non si possono fare minacce, in
    > quanto il venditore non lo conosce, correggimi se
    > sbaglio.

    E' possibile tenerne traccia quando il numero di vendite è abbastanza esiguo ( 1-2 feedback ricevuti al giorno ).

    > Per quello che mi racconti, che ti devo dire? Mi
    > spiace per la brutta esperienza. Da quando ho
    > saputo di questo tipo di politica da parte di
    > eBay, ho iniziato a lasciare cinque stelle anche
    > quando ne avrei lasciate solo quattro o tre. In
    > pratica, salvo ritardi esagerati, lascio sempre
    > il massimo.

    Invece c'e' gente che ne lascia intenzionalmente di meno, per cercar di far scendere la valutazione del venditore ( in tal modo gli oggetti vengono visualizzati sempre agli ultimi posti e mai tra quelli "rilevanti" ).
    Sembrerebbe che "i capoccia" di Ebay si siano resi conto di questo aspetto e stiano cercando soluzioni, ma nel frattempo non ti nascondo che le vendite son diminuite di parecchio ( e non sono il solo ).

    > Però ormai compro su eBay solo se si
    > tratta di articoli di basso valore o se la
    > differenza di prezzo è molto rilevante, perché
    > altrimenti privilegio canali che mi diano
    > maggiori
    > garanzie.

    Infatti... Ebay è piu' per cineserie che per oggetti di valore, quelli preferisco cercare su siti di comparazione prezzi e verificarne l'affidabilità del sito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > - Scritto da: Izio01
    > > Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani
    > > minacciano azioni legali se lasci feedback
    > > negativo, giustificato o meno. Potranno
    > farlo,
    > > non potranno farlo... nel dubbio, uno non
    > lascia
    > > FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto
    > vale
    > > la storia del venditore Pinco Pallino con
    > 10.000
    > > FB positivi,
    > > ormai.
    >
    > Sono un venditore ebay, mai messa la clausola che
    > citi te, perchè ritengo giusto che ognuno possa
    > esprimere liberamente un'opinione serena e che
    > rispecchia la
    > realtà.
    > Sono stato pero' punito da tale comportamento,
    > perche' gli acquirenti, *PRETENDONO* di ricevere
    > il pacco entro 8 ore lavorative e se il corriere
    > impiega piu' tempo, la valutazione sui "Tempi di
    > spedizione" comincia a
    > scendere.
    > Quel campo, teoricamente dovrebbe indicare il
    > tempo che intercorre tra l'ordine effettuato e la
    > consegna al corriere e non la consegna al
    > destinatario ( perche' io non ho colpa se il
    > corriere ritarda nella consegna ), ma tant'e' che
    > ora mi ritrovo un account "limitato" in quanto
    > E-bay non vuol sentire ragioni ( ho piu' volte
    > richiesto una revisione delle valutazioni in
    > quanto ero in grado di comprovare che le
    > spedizioni partivano tutte nei tempi stabiliti
    > dall'inserzione ) e questo mi ha causato ( e
    > causa tuttora ) una serie di perdite economiche
    > non
    > indifferente....
    >
    > Faccio causa ad Ebay? O minaccio i clienti per le
    > prossime
    > inserzioni?

    Mi permetto di fare l'avvocato del diavolo: se a causa delle spedizioni il servizio complessivo, dalla messa in vendita alla consegna del bene, è carente sta anche a te cambiare vettore. Perchè altrimenti è come andare al negozio fisico di piatti e consegnare al cliente una scatola tutta schiacciata, sostenendo che è colpa del camionista che te l'ha consegnata. Sarà anche vero che non è colpa tua, ma certo il cliente non può dirsi soddisfatto del servizio.
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    >
    > Mi permetto di fare l'avvocato del diavolo: se a
    > causa delle spedizioni il servizio complessivo,
    > dalla messa in vendita alla consegna del bene, è
    > carente sta anche a te cambiare vettore. Perchè
    > altrimenti è come andare al negozio fisico di
    > piatti e consegnare al cliente una scatola tutta
    > schiacciata, sostenendo che è colpa del
    > camionista che te l'ha consegnata. Sarà anche
    > vero che non è colpa tua, ma certo il cliente non
    > può dirsi soddisfatto del
    > servizio.

    Dato il tipo di articoli che tratto, non posso utilizzare corrieri espressi per la poca affidabilità e per l'elevato costo di trasporto per oggetti pesanti. Per tale motivo utilizzo un corriere NON espresso ( specificato nell'annuncio ), ma la gente NON legge e dopo 1 giorno vuole il collo consegnato...Perplesso
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > - Scritto da: Izio01
    > > Per di più, ormai TUTTI i venditori italiani
    > > minacciano azioni legali se lasci feedback
    > > negativo, giustificato o meno. Potranno
    > farlo,
    > > non potranno farlo... nel dubbio, uno non
    > lascia
    > > FB negativo ed evita guai. Sai quindi quanto
    > vale
    > > la storia del venditore Pinco Pallino con
    > 10.000
    > > FB positivi,
    > > ormai.
    >
    > Sono un venditore ebay, mai messa la clausola che
    > citi te, perchè ritengo giusto che ognuno possa
    > esprimere liberamente un'opinione serena e che
    > rispecchia la
    > realtà.
    > Sono stato pero' punito da tale comportamento,
    > perche' gli acquirenti, *PRETENDONO* di ricevere
    > il pacco entro 8 ore lavorative e se il corriere
    > impiega piu' tempo, la valutazione sui "Tempi di
    > spedizione" comincia a
    > scendere.
    > Quel campo, teoricamente dovrebbe indicare il
    > tempo che intercorre tra l'ordine effettuato e la
    > consegna al corriere e non la consegna al
    > destinatario ( perche' io non ho colpa se il
    > corriere ritarda nella consegna ), ma tant'e' che
    > ora mi ritrovo un account "limitato" in quanto
    > E-bay non vuol sentire ragioni ( ho piu' volte
    > richiesto una revisione delle valutazioni in
    > quanto ero in grado di comprovare che le
    > spedizioni partivano tutte nei tempi stabiliti
    > dall'inserzione ) e questo mi ha causato ( e
    > causa tuttora ) una serie di perdite economiche
    > non
    > indifferente....
    >
    > Faccio causa ad Ebay? O minaccio i clienti per le
    > prossime
    > inserzioni?

    Mah, i venditori di eBay stranieri danno il feedback subito dopo aver ricevuto il pagamento, in Italia invece non lo fa nessuno! Perchè? Perchè molti venditori (sempre italiani) cercano di evitare di pagare le tariffe eBay mettendo spese di spedizione abnormi? In tutta Europa lo fanno solo italiani e spagnoli!! Per non parlare di chi ti obbliga a pagare tramite postepay...
  • - Scritto da: zerobyte

    >
    > Sono un venditore ebay, mai messa la clausola che
    > citi te, perchè ritengo giusto che ognuno possa
    > esprimere liberamente un'opinione serena e che
    > rispecchia la
    > realtà.
    > Sono stato pero' punito da tale comportamento,
    > perche' gli acquirenti, *PRETENDONO* di ricevere
    > il pacco entro 8 ore lavorative e se il corriere
    > impiega piu' tempo, la valutazione sui "Tempi di
    > spedizione" comincia a
    > scendere.

    Che idiozia.
    La velocita' del tempo di spedizione e' il tempo che intercorre tra il pagamento e la spedizione, mica il tempo che ci mette il corriere o la posta!

    > Quel campo, teoricamente dovrebbe indicare il
    > tempo che intercorre tra l'ordine effettuato e la
    > consegna al corriere e non la consegna al
    > destinatario ( perche' io non ho colpa se il
    > corriere ritarda nella consegna ), ma tant'e' che
    > ora mi ritrovo un account "limitato" in quanto
    > E-bay non vuol sentire ragioni ( ho piu' volte
    > richiesto una revisione delle valutazioni in
    > quanto ero in grado di comprovare che le
    > spedizioni partivano tutte nei tempi stabiliti
    > dall'inserzione ) e questo mi ha causato ( e
    > causa tuttora ) una serie di perdite economiche
    > non
    > indifferente....

    Ma pensa te che gente!

    > Faccio causa ad Ebay? O minaccio i clienti per le
    > prossime
    > inserzioni?

    Il cliente ha sempre ragione, e se il cliente e' intelligente, basta un messaggio con scritto "Si garantisce consegna allo spedizioniere entro tot ore, dopodiche' vedetevela con lo spedizioniere."

    Se il cliente non e' intelligente, puoi anche portargli gli oggetti a casa a mano che avra' sempre qualcosa da dire.
  • Come da titolo. Avrà cambiato indirizzo IP?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)