Rimandata la brevettabilità del software

La UE decide di spostare il voto sulla proposta McCarthy a fine settembre, una piccola vittoria per le organizzazioni che la contestano che ora hanno tre settimane per spiegare meglio i problemi che pone questa direttiva

Bruxelles - Posticipata a fine mese la riunione della UE che doveva votare sulla brevettabilità del software, secondo il progetto proposto dal parlamentare europeo Arlene McCarthy e osteggiato da molti, a partire dalla Foundation for a Free Information Infrastructure per finire alle varie associazioni pro open source.

Non è stato comunicato il motivo dello slittamento alla settimana tra il 22 e il 26 settembre del voto del Parlamento europeo. Secondo alcuni, avrebbero avuto il loro peso le contestazioni organizzate su internet e nelle strade della capitale belga.

Sarebbero infatti stati almeno in 500, compresi alcuni parlamentari, a manifestare a Bruxelles mentre si ritiene che almeno un migliaio di siti abbiano aderito alla protesta online organizzata per scongiurare l'approvazione della proposta elaborata dalla McCarthy.
Inoltre, un gruppo di 12 economisti europei ha mandato al Parlamento europeo una nota per spiegare come la brevettabilità del software si trasformerebbe in un danno per l'evoluzione tecnologica e per l'industria del software europea.

Benjamin Henrion, uno degli organizzatori della protesta, ha detto che "tre settimane per spiegare i brevetti sul software è una buona cosa per noi. La nostra idea è che quando i politici capiranno i problemi e le implicazioni tecniche che una legge sui brevetti come quella degli USA porta, allora supporteranno la nostra idea".

Questa è la seconda volta che il provvedimento viene rimandato in fase di voto: era già successo nello scorso giugno.
59 Commenti alla Notizia Rimandata la brevettabilità del software
Ordina
  • Basta non votare più i portaborse lobbisti delle Multinazionali che fanno l' esclusivo interesse dei loro padroni e non quello della società.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta non votare più i portaborse lobbisti
    > delle Multinazionali che fanno l' esclusivo
    > interesse dei loro padroni e non quello
    > della società.
    Adesso tutti ti daranno ragione,ma quando sarà ora di andare a votare la gente si farà abbindolare dalle promesse e dai generosi sorrisi..

    Popolo di masochistiArrabbiato

  • - Scritto da: zuglio
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Basta non votare più i portaborse lobbisti
    > > delle Multinazionali che fanno l'
    > esclusivo
    > > interesse dei loro padroni e non quello
    > > della società.
    > Adesso tutti ti daranno ragione,ma quando
    > sarà ora di andare a votare la gente si farà
    > abbindolare dalle promesse e dai generosi
    > sorrisi..

    il problema e' un altro... i politici vengono chiamati a decidere su cose che non sanno. Se sapessero, e fossero del campo, avrebbero del materiale su cui decidere in modo obbiettivo...
    non+autenticato

  • > il problema e' un altro... i politici
    > vengono chiamati a decidere su cose che non
    > sanno. Se sapessero, e fossero del campo,
    > avrebbero del materiale su cui decidere in
    > modo obbiettivo...

    Sì, però in questo caso non occorre essere ingegneri informatici.
    Un minimo di materia grigia ed un po' di logica dovrebbero suggerire la giusta risposta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > il problema e' un altro... i politici
    > > vengono chiamati a decidere su cose che
    > non
    > > sanno. Se sapessero, e fossero del campo,
    > > avrebbero del materiale su cui decidere in
    > > modo obbiettivo...
    >
    > Sì, però in questo caso non occorre essere
    > ingegneri informatici.
    > Un minimo di materia grigia ed un po' di
    > logica dovrebbero suggerire la giusta
    > risposta.

    concordo

    in ogni caso i politici dovrebbero scegliere i loro consulenti tecnici in base a principi indiscutibili di competenza, obiettività e onestà, altrimenti...
    gian_d
    10466


  • > il problema e' un altro... i politici
    > vengono chiamati a decidere su cose che non
    > sanno. Se sapessero, e fossero del campo,
    > avrebbero del materiale su cui decidere in
    > modo obbiettivo...
    sicuro..? o magari sarebbero MENO obiettivi
    nel caso migliore per polemiche tra accademici
    nel peggiore per interessi personali


    non ho molta fiducia nella tecnocrazia....
    i tecnici servono SOLO a supporto....non devono decidere


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta non votare più i portaborse lobbisti
    > delle Multinazionali che fanno l' esclusivo
    > interesse dei loro padroni e non quello
    > della società.
    senti un po' ... mi spieghi chi l'ha votata sta mc carthy ?
    manco e' europea .. e' del partito laburista inglese ...

    Per una volta che i nostri politici non sono colpevoli ......
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta non votare più i portaborse lobbisti
    > delle Multinazionali che fanno l' esclusivo
    > interesse dei loro padroni e non quello
    > della società.

    ROTFL... quindi mi dovrei astenere ancora una volta?Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta non votare più i portaborse lobbisti
    > delle Multinazionali che fanno l' esclusivo
    > interesse dei loro padroni e non quello
    > della società.

    Giusto! non votate i Liberali,non votate i Democristiani
    non votate i Socialdemocratici


    VOTA RIFONDAZIONE
    http://www.ecn.org/bandierarossa
    http://www.erre.info
    non+autenticato
  • anche se un po' 'ammorbidita' nel senso che specificheranno
    che solo le idee 'industrialmente utili' e 'creative e originali'
    sono brevettabili .
    non+autenticato
  • Che l'Europa supera gli USA non seguendoli nel baratro della loro legge sui Brevetti. A bocca aperta
    non+autenticato
  • Con i brevetti sw non e' solo in gioco il settore dell'informatica
    ma per estensione anche quello delle idee.

    I brevetti sw possono solo andare bene a grosse multinazionali
    (e.g. IBM che registra 30 brevetti al giorno) e a studi di avvocatura
    specializzati in "diatribe" sui brevetti.

    Il brevetto sw non "scredita" solo il sw libero, l'open source ma
    anche il sw commerciale e le aziende medio piccole .
    Interessante notare come anche M$ ultimamente ne sia stata
    vittima (il brevetto su "Internet Explorer" ) ..

    Il brevetto sw UCCIDE l'informatica e lo scambio idee, anche se nella relazione presentata nel 2001 al parlamento EU la proposta
    di estensione dei brevetti al sw veniva chiamata "proposta liberista" .. contrapposta alla "proposta conservativa" (no al brevetto sw).
    Un sw inoltre ha gia' la licenza che gli permette di essere protetto
    (cosa che invece una lavatrice non ha) .

    maggiori info qui http://www.linux.it/GNU/nemici/brevetti.shtml
    lasciate perdere la scritta GNU, e' un articolo imparziale e ben fatto scritto da Alessandro Rubini.
    Sul sito del parlamento europeo e' inoltre disponibile il pdf con la relazione presentata nel 2001 da una "terza parte imparziale" con
    i dati del sondaggio del 2000 e alcune "considerazioni imparziali"
    sui brevetti sw... e' un'ottima lettura per capire in che mani siamo in Europa.. (trovate il link al pdf partendo dai link dell'art di Rubini
    e "smanacciando" un po' visto che il pdf e' stato ora "nascosto" )

    Se questa legge passa mi licenzio e vado a fare il muratore...
    samu
    506
  • Grazie per il link.
    Porta ad una serie notevole di informazioni interessanti.
    Sono pienanente d'accordo sulle argomentazioni contro la brevettabilità del software e penso che, con un minimo sforzo mentale, chiunque possa intuire i pericoli verso cui TUTTI andremmo incontro in caso di sua approvazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: samu

    > Se questa legge passa mi licenzio e vado a
    > fare il muratore...

    Bravo.
    non+autenticato
  • non credo che andrai a fare il muratore, è molto più probabile che sarai carne da macello rassegnato ad asservirti ad una "grande", l'unica in grado di offrirti un contratto alle proprie condizioni

    gian_d
    10466
  • ho letto alcuni commenti...che rimproveravano all'UE di non fare gli interessi delle borghesie (vabbe aziende europee)
    ma vogliamo seriamente vedere a quanti ...imprenditori....
    interessa la fine del monopolio MS o USA nel sw?
    come a quanti imprenditori interessa RISPARMIARE comprando petrolio in EURO da Libia,Iran,Venezuela o Brasile (tutti disponibili a venderlo)? in realta il CAPITALISMO europeo dipende da quello usa quindi difficilmente si scontrerebbe frontalmente ..
    ultimamente alcune borghesie nazionali l'han fatto....
    ma sono casi legati alla contingenza di interessi immediati
    (petrolio SOTTOCOSTO in iraq)

    OpenCurcio
    *** I poveri a governare i ricchi a lavorare ***
    non+autenticato
  • Ricordiamoci che nel Mondo, e nella Vita, nessuno ti da niente per niente.
    Gli Stati Uniti sono fortissimi economicamente, ma perche`?
    Loro sono il paese Capitalistico per eccellenza, i Consumismo allo stato puro, e lo so bene visto che mio padre lavora in un Ufficio di Contabilita` li` ed io spesso viaggio per andare anche a dargli una mano.
    Sinceramente in America, sanno tirar fuori soldi da ogni cosa, e non mi sembra tanto il caso di brontolare se anche l'Europa prova d imitarli, perche ti garantisco, li` poi si sta molto meglio, l'unica cosa che trovo estremamente negativa e` il Sistema Sanitario, dove, se non hai una assicurazione, ti fanno slo poche medicazioni di fortuna, ti evitano la morte, ma poi, per il resto, ti lascerebbero anche crepare se non ci guadagnano, ma per il resto, il loro modo di spendere e spandere fa si che l'economia giri, come dice la Pubblicita` tanto contestata in TiVu "L'economia Gira con te" non e` una stupidata, e` che a differenza degli americani, noi abbiamo l'usanza di tenerci da parte dei Soldi, mentre in America, tendenzialmente, la gente spende di piu` di quanto guadagni, in Ufficio da mio Padre e` all'ordine del giorno che a quanlcunoi gli blocchino un conto perche` ha sforato di $5000, o nei ristoranti dove al nostro socio arrivano non meno di una decina di assegni a vuoto alla settimana.
    Questo qui in Europa non capita, mai andrei a fare un assegno a Vuoto, io fin che posso, mi tengo sempre un gruzzoletto da parte, ma cio` non toglie che i Soldi sono quelli che poi fanno andare avanti tutto purtroppo.
    Io sinceramente spero che questa legge sui Brevetti dei SoftWare passi, anche perche`, come ho gia` detto in un Post di qualche giorno fa`, ritengo giusto che chi fa una scoperta, abbia il diritto di guadagnarci fin che vive, poi il brevetto deve decadere, punto e Stop, e lo stesso dovrebbe valere per i Copyright, cio` invoglierebbe a fare nuyove ricerche per fare nuove scoperte su cui poi verrai premiato con i Diritti che ti spettano, basta che questi Diritti vengano anche calmierati in modo che non possano essere eccessivi come ad esempio capita con i CD musicali.
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945


  • > nessuno ti da niente per niente.
    Questa l'ho brevettata io l'altro ieri, aspetta notizioe dai miei avvocati.

    > lo so bene visto che mio padre lavora in un
    , li` poi si
    > sta molto meglio,

    cero se sei bianco e ricco stai da Dio se sei Messicano sei fortunato perché vuol dire che non sono riusciti a spararti quando sei entrato clandestinamente.

    > "L'economia Gira con te" non e` una
    E quì son c@##i tuoi perché questa l'ha brevettata l'UPA

    > punto e Stop, e lo stesso dovrebbe valere
    > per i Copyright, cio` invoglierebbe a fare
    > nuyove ricerche per fare nuove scoperte su
    Sì nuove ricerche negli studi legali di grosse aziende per trovare come inc#@§e il piccolo che ha avuto una idea brillante ma non si è accorto che ha involontariamente anche usato qualcosa di brevettato.
    Svelglia!
    MM
    non+autenticato
  • Perche` entrare clandestinamente?
    E` giusto che vengano rimandati indietro i calndestini, e se perseverano e` anche bene spaventarli con qualche colpo, ma se tu entri negli States e ti trovi un lavoro, sappi che non ti scacciano perche` non fai altro che dare soldi agli USA, molti dei nostri clienti sono Messicani, e ti assicuro che con i loro ristoranti, ne fanno di grana, ed anche a palate, e` ovvio che se entri clandestinamente, ti fanno fuori a fuoco, ma dato che li` non serve, basta armarsi di buona volonta`, ed aprirsi un qualcosa che li` si fa tanto presto, basta trovare il locale ed avere i soldi per prenderlo, con questi presupposti, in 10 anni seia nche cittadino Americano!
    Crazy
    1945

  • > e` ovvio che se
    > entri clandestinamente, ti fanno fuori a
    > fuoco, ma dato che li`

    Caspita io credevo che certe mostruosità le potessero dire solo Bossi e i suoi sgherri per tirare su un po' di voti!
    Se queste sono le conseguenze sul cervello umano dell'"American way of life" allora il modello è veramente indifendibile!
    MM
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > giorno fa`, ritengo giusto che chi fa una
    > scoperta, abbia il diritto di guadagnarci
    > fin che vive, poi il brevetto deve decadere,
    > punto e Stop, e lo stesso dovrebbe valere
    > per i Copyright, cio` invoglierebbe a fare
    > nuyove ricerche per fare nuove scoperte su
    > cui poi verrai premiato con i Diritti che ti
    > spettano

    Tralasciando le mie personali opinioni sulla bonta' del modello di vita USA, su cui dissento totalmente da te, ti faccio notare che quanto scrivi nella fase sopra non e' affatto scontato come tu pensi.

    Ti faccio subito un controesempio.

    La Scienza e' progredita in modo estremamente veloce proprio perche' ogni scienziato ha potuto basarsi (subito e liberamente) sui risultati di chi lo ha preceduto.

    Se, come suggerito da te, i brevetti dovessero durare per tutta la vita dell'inventore, dovrebbe passare una generazione per ogni possibile step di progresso che si basi su di uno step precedente (brevettato).

    Tu dirai che le scoperte scientifiche e le invenzioni sono due cose diverse.

    Ed infatti dovrebbero esserlo, pero' purtroppo vengono brevettati anche algoritmi e software, che io assimilo piu' a scoperte che a invenzioni.

    Prendiamo il campo delle matematica: se qualcuno avesse brevettato, per esempio, il sistema di soluzione di equazioni di secondo grado, oppure i metodi di risoluzione delle equazioni differenziali (sono entrambi algoritmi) la matematica come la usiamo oggi probabilmente non esisterebbe. (Per esempio, non si potrebbe insegnarla a scuola senza pagare royalties a qualcuno.)

    Eppure oggi viene permesso di brevettare gli algoritmi: esempi noti sono LZW per la compressione dei dati e alcuni algoritmi per crittografia.

    Per questi motivi, secondo me i brevetti di durata cosi' lunga non accelerano affatto il progresso scientifico: aumentano solo le entrate di pochi grandi gruppi, e rendono all'Umanita' costoso (se non impossibile) usufruire dei progressi.

    Sarei invece d'accordo su brevetti di durata molto corta (2-5 anni): in questo modo chi fa le scoperte potrebbe avere il vantaggio competitivo dell'essere il primo sul mercato ad usarle, ma allo stesso tempo esse diverrebbero parte del patrimonio comune dell'Umanita' in un tempo ragionevole.

    Capisco pero' che per chi apprezza il modello USA, in cui la misura di tutto e' il denaro, sia difficile comprendere questo tipo di astratto idealismo.

    Ciao

  • - Scritto da: NeutrinoPesante
    i.
    >
    > Ti faccio subito un controesempio.
    >
    > La Scienza e' progredita in modo
    > estremamente veloce proprio perche' ogni
    > scienziato ha potuto basarsi (subito e
    > liberamente) sui risultati di chi lo ha
    > preceduto.

    i brevetti diventano pubblici dopo 18 mesi dal giorno in cui l'inventore fa la domanda.

    > Se, come suggerito da te, i brevetti
    > dovessero durare per tutta la vita
    > dell'inventore, dovrebbe passare una
    > generazione per ogni possibile step di
    > progresso che si basi su di uno step
    > precedente (brevettato).

    se non esistessero i brevetti, molti inventori per proteggere le loro scoperte non avrebbero altro modo che non quello di nasconderlo (non mi sembra che qualcuno smanii dalla voglia di investire per poi dover regalare le proprie scoperte), nessuno verrebbe mai a conoscerle e quindi gli "step" di cui parli non esisterebbero proprio.

    > Tu dirai che le scoperte scientifiche e le
    > invenzioni sono due cose diverse.

    lo dice anche la legge relativa ai brevetti!

    > Ed infatti dovrebbero esserlo, pero'
    > purtroppo vengono brevettati anche algoritmi
    > e software, che io assimilo piu' a scoperte
    > che a invenzioni.
    > Prendiamo il campo delle matematica: se
    > qualcuno avesse brevettato, per esempio, il
    > sistema di soluzione di equazioni di secondo
    > grado, oppure i metodi di risoluzione delle
    > equazioni differenziali (sono entrambi
    > algoritmi) la matematica come la usiamo oggi
    > probabilmente non esisterebbe. (Per esempio,
    > non si potrebbe insegnarla a scuola senza
    > pagare royalties a qualcuno.)

    Appunto: la matematica non e' un invenzione, e' un modo per modellare la realta', e come tale (mi sembra che il termine giuridico sia "presentazione di informazioni") non puo' e non potra' mai essere brevettato, ne in europa ne negli stati uniti

    > Eppure oggi viene permesso di brevettare gli
    > algoritmi: esempi noti sono LZW per la
    > compressione dei dati e alcuni algoritmi per
    > crittografia.

    dimmi: hai mai avuto probelmi a compattare un file?
    controesempio: il formato gif e' stato brevettata, in pochissimo tempo e' stato rilasciato il formato png

    > Per questi motivi, secondo me i brevetti di
    > durata cosi' lunga non accelerano affatto il
    > progresso scientifico: aumentano solo le
    > entrate di pochi grandi gruppi, e rendono
    > all'Umanita' costoso (se non impossibile)
    > usufruire dei progressi.
    >
    > Sarei invece d'accordo su brevetti di durata
    > molto corta (2-5 anni): in questo modo chi
    > fa le scoperte potrebbe avere il vantaggio
    > competitivo dell'essere il primo sul mercato
    > ad usarle, ma allo stesso tempo esse
    > diverrebbero parte del patrimonio comune
    > dell'Umanita' in un tempo ragionevole.

    le royalties da pagare ai vari uffici brevetti aumentano di anno in anno dopo il 7mo (mi sembra): nel settore dell'ict *nessuno* fa brevetti piu' lunghi di 10 anni

    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > Gli Stati Uniti sono fortissimi
    > economicamente, ma perche`?

    perche' non hanno una storia con cui combattere, una chiesa che scassa le palle, ed e' gente i cui bisnonni si guadagnavano da lavorare rubando la terra al deserto.

    > Loro sono il paese Capitalistico per
    > eccellenza, i Consumismo allo stato puro

    gia'... pero' e' un meccanismo che non sempre sta in piedi. Tu stessa dici che la gente spende piu' di quello che guadagna. Come e' ovvio, questa situazione non rende la gente felice ne' le garantisce una tranquillita' emotiva. Credo che il piu' grosso difetto dell'America sia che _nessuno_ e' psicologicamente normale, e questo e' dovuto al loro stile di vita.

    > Sinceramente in America, sanno tirar fuori
    > soldi da ogni cosa, e non mi sembra tanto il
    > caso di brontolare se anche l'Europa prova d
    > imitarli

    chi segue gli altri non arriva mai primo.

    il problema e' che non puoi pretendere di seguire un'entita' che gia' e' piu' avanti di te con la speranza di ottenere i suoi stessi risultati. Noi non abbiamo il loro know-how, le loro tecnologie e le loro risorse. Fotocopiare il loro modello di sviluppo senza avere un'infrastruttura analoga alla loro e' solo perdita di tempo e soldi, nonche' inutile ambizione destinata al fallimento.
    Mi porta a considerare cio' che viene fatto nella scuola italiana per emulare il modello americano, portando i genitori a prendere parte alle discussioni, il pomeriggio e compagnia bella. Non mi risulta che le risorse della scuola italiana siano tali da garantire queste cose, a partire dalla poca plasticita' dei meccanismi burocratici per finire alla mancanza di mense e di un piu' banale armadietto personale in cui mettere la propria roba.

    > all'ordine del giorno che a quanlcunoi gli
    > blocchino un conto perche` ha sforato di
    > $5000, o nei ristoranti dove al nostro socio
    > arrivano non meno di una decina di assegni a
    > vuoto alla settimana.

    il pagare sempre con carta di credito non da' alla gente il controllo del proprio denaro.

    > Io sinceramente spero che questa legge sui
    > Brevetti dei SoftWare passi, anche perche`,
    > come ho gia` detto in un Post di qualche
    > giorno fa`, ritengo giusto che chi fa una
    > scoperta, abbia il diritto di guadagnarci
    > fin che vive

    non facendo piu' un cazzo per il resto della vita. Sinceramente cmq, non credo che brevettare qualcosa sia "a costo zero", e le tue ragioni brevettuali vengono messe da parte facilmente, specie in europa in cui le sentenze precedenti non fanno legge, se il tuo brevetto e' scomodo ad uno grosso. I diritti esclusivi reclamati da Armani per armani.it ne sono un esempio. Io campo di quello che produco, ma non per questo impedisco agli altri di fruirne. Se invento qualcosa che veramente migliora la vita all'umanita', ed e' qualcosa di tecnico, che si consuma che e' materiale e tangibile, se ne puo' anche parlare, ma l'ufficio brevetti deve fare quello che e' deputato a fare, ovvero valutare se fornire un brevetto e' giusto. Nel caso di un algoritmo, non e' molto diverso da una composizione musicale, anzi e' proprio la stessa cosa. La non possibilita' di brevettare una canzone non mi sembra implichi ci sono musicisti che muoiono di fame...

    > poi il brevetto deve decadere,
    > punto e Stop, e lo stesso dovrebbe valere
    > per i Copyright, cio` invoglierebbe a fare
    > nuyove ricerche per fare nuove scoperte su
    > cui poi verrai premiato con i Diritti che ti
    > spettano, basta che questi Diritti vengano
    > anche calmierati in modo che non possano
    > essere eccessivi come ad esempio capita con
    > i CD musicali.

    tralasciando il fatto che copyright e brevetti sono materie differenti, ti rammento che:

    1) il decadere di un brevetto e' un tempo biblico se raffrontato ai tempi con cui cambia la tecnologia informatica. In informatica c'e' una esigenza primaria per la concorrenza che e' la compatibilita'. Brevettare algoritmi implica impedire la compatibilita'. Inventarne uno nuovo non risolve perche' se il tuo software e' una minoranza (come spesso accade) il non essere compatibile implica l'impossibilita' di entrare nel mercato, di fatto impedendo lo sviluppo di un software alternativo che magari potrebbe anche creare nuove e interessanti idee (le buone teste non sono mica solo tra le fila del prodotto di maggioranza).
    2) il lock in che ne consegue su un singolo prodotto implica che chi detiene un dato brevetto non perde piu' tempo ad innovare, ma spreme il brevetto fino all'ultimo minuto, tenendo contemporaneamente fuori i competitor e obbligando l'utenza a riacquistare lo stesso prodotto per mantenere il produttore.
    3) Un esempio per tutti: il brevetto di eolas sui plugin rappresenta un passo indietro nelle funzionalita' del software. Eolas vince la causa, prende i soldi che deve prendere e non produrra' niente di nuovo (probabilmente chiudera' poco dopo, con tutti i dipendenti alle maldive). Microsoft si trova con un prodotto piu' scadente. Se questa per te e' innovazione...
    non+autenticato

  • - Scritto da: munehiro

    > > Gli Stati Uniti sono fortissimi
    > > economicamente, ma perche`?
    >
    > perche' non hanno una storia con cui
    > combattere, una chiesa che scassa le palle,
    > ed e' gente i cui bisnonni si guadagnavano
    > da lavorare rubando la terra al deserto.

    :/s/deserto/indiani/g

    non+autenticato
  • In effetti gli USA sono un bell'esempio di come Democrazia e Libertà si possano usare per giustificare un genocidio. Degli ottimi maestri di pulizia etnica (un po' di secoli dopo Cortes &c)
    non+autenticato
  • - Scritto da: munehiro


    > 3) Un esempio per tutti: il brevetto di
    > eolas sui plugin rappresenta un passo
    > indietro nelle funzionalita' del software.
    > Eolas vince la causa, prende i soldi che
    > deve prendere e non produrra' niente di
    > nuovo (probabilmente chiudera' poco dopo,
    > con tutti i dipendenti alle maldive).
    > Microsoft si trova con un prodotto piu'
    > scadente. Se questa per te e' innovazione...

    Un esempio contrario e il PC-IBM. Quando rilansciò le specifiche liberamente nacquero un mucchio di cloni che fecero esplodere letteralmente il mercato del personal Computer.
    Pensiamo ci bene. Se invece avessero brevettato tutto adesso avremmo un PC a casa? Staremmo scrivendo su PI?
    Ciononostante IBM non è fallita. Nemmeno Intel e AMD falliscono pur investendo milioni su una tecnologia che non è protetta da nessuna royalty?
    2678
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)