Roberto Pulito

Nvidia riparte da Kepler

GeForce GTX 680 e GT 640M. Ecco le prime GPU Nvidia basate sui core con la nuova architettura Kepler

Roma - Con l'avvento delle schede video GeForce GTX 680 e GT 640M, Nvidia introduce finalmente sul mercato la nuova architettura Kepler a 28 nm, discendente della collaudata linea Fermi, basata su tecnologia a 40 nanometri. La prima GeForce (499 euro) punta al trono delle VGA desktop per il gaming mentre la seconda si mette al servizio degli Ultrabook Intel.

L'azienda californiana dichiara che la GTX 680 assicura prestazioni per watt doppie rispetto alla precedente GTX580 con sistema Fermi, e che la scheda gestisce i videogiochi molto più velocemente (il 40 per cento) dei prodotti concorrenti con caratteristiche tecniche simili.
I primi test spuntati online confermano che ci troviamo di fronte alla VGA singolo chip più veloce del momento, per buona pace della AMD Radeon HD 7970.

La super-scheda utilizza il chip Kepler GK104 con 1536 Cuda Core, 128 Texture Units e 32ROPs. Il bus a 256-bit gestisce 2GB di memoria GDDR5, che a sua volta assicura un bandwidth di 6Gb/s. Il processo produttivo a 28nm ha permesso di progettare una scheda con maggiore efficienza energetica, che richiede solo due connettori di alimentazione PCI Express a 75W e 6 pin.
La GTX 680 riesce a mantenere il TDP massimo a 195W, mentre la frequenza di clock può spaziare da 1006 MHz a 1059 MHz, con l'aiuto del Boost: tecnologia che aggiusta dinamicamente le velocità della GPU per ottimizzare le performance. La card può anche supportare un massimo di quattro display collegati insieme e tre di loro possono essere 3D Ready. Per quanto riguarda la rumorosità, non esistono dati sui decibel ma Nvidia parla di "componenti speciali" pensati per silenziare il tutto.

La GT 640M per la grafica discreta degli Ultrabook è invece la prima GPU ad utilizzare il Kepler da passeggio. L'Acer Aspire Timeline Ultra M3 è il primo portatile a scommettere sulle sue capacità. In questo caso abbiamo 384 Cuda Core, una frequenza base di 625 MHz e la possibilità di lavorare con un 2 GB di RAM, di tipo DDR3 o GDDR5.

Ma nei laboratori Nvidia già si lavora all'architettura che verrà dopo Kepler, chiamata "Maxwell": una GPU a 20 nanometri prevista per il 2013 e capace di prestazioni ancora una volta triplicate rispetto alla generazione appena arrivata sul mercato.

Roberto Pulito
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Nvidia riparte da Kepler
Ordina
  • A chi invece è interessato può trovare online molte informazioni interessanti fra recensioni e approfondimenti. Anandtech ad esempio ha fatto una bella review: http://www.anandtech.com/show/5699/nvidia-geforce-... mentre su Bits and Chips c'è un articolo sulla tecnologia e sulle novità di Kepler: http://www.bitsandchips.it/9-hardware/728-preview-...
    non+autenticato
  • Le schede video fanno tutte cagare oppure sono i videogiochi che fannno cagare
    non+autenticato
  • - Scritto da: Frank
    > Le schede video fanno tutte cagare oppure sono i
    > videogiochi che fannno
    > cagare

    Le schede video in quanto performance non sono male è il contorno che è peggiorato, ovvero consumi, calore, dissipazione dell'aria.

    Uno deve rinunciare ad una buona scheda audio per mettere una scheda video recente, per via dello spazio che occupa e per la dissipazione che gli sereve.
    Sgabbio
    26178
  • Se prendi schede madri da 4 soldi e poi non ti bastano i connettori PCI per la scheda audio, non è colpa di nessuno se non della spilorceria nel non acquistarne una più costosa e con più connettori PCI.

    Una VGA più di 2 slot non occupa, per cui ne rimangono normalmente altri 2 liberi (al massimo uno dei due è coperto parzialmente dalla VGA).
    Per cui uno ne rimane bello e limpido.

    Se poi anche la scheda audio ha bisogno dello spazio di due slot, allora devi pensarci prima di prendere una scheda madre che poi ti creerà problemi!!
    non+autenticato
  • Ma che ce frega a noi di tutte queste innovazioni tecniche che non servono a niente !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: linaro
    > Ma che ce frega a noi di tutte queste innovazioni
    > tecniche che non servono a niente
    > !!!

    Ovvio! Il futuro non vi appartiene.
    non+autenticato
  • "On the same-day as releasing the NVIDIA GeForce GTX 680 as the first GeForce graphics card based upon the new Kepler architecture, there's a binary driver update from NVIDIA that ushers in the official Kepler Linux support."

    Ergo, la scheda e' supportata gia' al giorno dell'uscita sotto linux. Per chi usa wine con i giochi windows sara' una settimana interessante.

    Il tizio a cui rispondi stava trollando e neanche tanto bene.
    non+autenticato
  • - Scritto da: linaro
    > Ma che ce frega a noi di tutte queste innovazioni
    > tecniche che non servono a niente
    > !!!

    Quand'è l'ultima volta che hai giocato ad un videogame veramente di ultima generazione? 2005? 2006? (le console non valgono, un gioco di oggi x console equivale allo stato dell'arte della tecnologia del 2006).

    In ogni caso, le tue osservazioni sono, appunto, solo tue, perché invece c'è gente che ha ancora qualche interesse nel progresso della tecnica e in esperienze videoludiche sempre più realistiche e coinvolgenti. Poi se la cosa non ti interessa ci sono tante cose da fare tipo leggere, guardare film, passeggiare..
  • - Scritto da: Luke1

    >
    > Quand'è l'ultima volta che hai giocato ad un
    > videogame veramente di ultima generazione? 2005?
    > 2006? (le console non valgono, un gioco di oggi x
    > console equivale allo stato dell'arte della
    > tecnologia del 2006).
    >
    >
    > In ogni caso, le tue osservazioni sono, appunto,
    > solo tue, perché invece c'è gente che ha ancora
    > qualche interesse nel progresso della tecnica e
    > in esperienze videoludiche sempre più realistiche
    > e coinvolgenti. Poi se la cosa non ti interessa
    > ci sono tante cose da fare tipo leggere, guardare
    > film,
    > passeggiare..

    A dire il vero nel mondo pc, non è che in termini videoludici ci sono state chi sa che rivoluzioni, a parte giochi che rischiedono mostruosità di HW, che per farli girare bene, ci vuole minimo del HW decente che uscirà fra 3 anni..A bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    > A dire il vero nel mondo pc, non è che in termini
    > videoludici ci sono state chi sa che rivoluzioni,
    > a parte giochi che rischiedono mostruosità di HW,
    > che per farli girare bene, ci vuole minimo del HW
    > decente che uscirà fra 3 anni..
    >A bocca aperta

    Va bene la battuta, ma se devo risponderti seriamente devo anche dire che sento ripetere questo argomento da quando ho iniziato a seguire i videogame, ovvero più di 25 anni fa. Per alcuni non è mai esistita un'innovazione che fosse "di rottura": il passaggio dagli 8 ai 16-bit, dal 64 all'Amiga, dal NES al SNES, l'introduzione della PlayStation e così via, tutto in fondo era un'evoluzione incrementale rispetto a ciò che già esisteva. Perché in fondo non è un'affermazione errata: a seconda delle aspettative ogni miglioramento può essere netto oppure incrementale, ma in ogni caso è evidente che i progressi più rivoluzionari si articolano attraverso lievi ma costanti miglioramenti, basti vedere la strada fatta finora. Un settore nel quale le innovazioni sono tuttora continue è quello delle GPU per PC: che lo si voglia ammettere o meno i videogame per PC *sono* migliorati nel corso degli ultimi 12 mesi. Per esempio il 2011 ha visto l'introduzione di The Witcher 2 e Battlefield 3, che hanno mostrato, sia a livello di concept che di ideazione grafica, novità evidenti che non sarebbero stati concepibili con la precedente generazione di hardware. Personalmente difendo i miglioramenti che sono stati resi possibili solo dalle più recenti GPU (coadiuvate, ovviamente, dal genio di abili programmatori ed artisti) come un progresso tutt'altro che inutile o scartabile. Dato che credo nel progresso in tutte le sue forme, non posso più essere dalla parte di hardware, come le console, che in questo momento tengono al palo l'innovazione tecnica ma anche concettuale dei videogame (perché, anche se spesso viene negato da varie tipologie di luddisti, specifiche tecniche superiori permettono di realizzare idee altrimenti irrealizzabili). Mi piace la novità dei gaming-tablet, perché relativamente a consumi e dimensioni stanno raggiungendo una potenza fino a qualche tempo fa impensabile, ma per quanto riguarda il "top-end" del mercato videoludico, le soluzioni fisse, pur con tutti i loro limiti, mi sembra che AMD e NVIDIA si stiano spendendo di più di attori universalmente conosciuti come Sony e Microsoft (è sufficiente leggere i loro progetti per la "next-gen" per realizzare che sono soluzioni a basso prezzo basate su hardware PC già datato), e questo gli va riconosciuto anche perché gli investimenti nel campo delle GPU avranno molto probabilmente delle ripercussioni importanti nel campo delle soluzioni per il super-computing dei prossimi anni.
  • - Scritto da: linaro
    > Ma che ce frega a noi di tutte queste innovazioni
    > tecniche che non servono a niente
    > !!!

    Trascurando il fatto che sono proprio i linari con openal opencl a sfruttare nella maniiera piu' ampia le GPU, e che sia nvidia che amd rilasciano driver per linux, seppur proprietari.

    Del resto con questo mostriciattolo penso che anche coi driver open, non appena sia supportata (magari lo e' gia', non so, io sto su amd) qualche gioco vola anche a settaggi pieni.
    non+autenticato
  • Una cosa sono i linari ed un altra i bimbiminkia che installano una distro di linux e l'attività preponderante è cronometrare la partenza ... similarmente ai macachi possono dire agli amici "Winzozz è un cesso IO uso linux" ed anche i loro gli amici rispondono in coro "FIGAAAAATAAAAAA" (Lobofone) A bocca aperta
    non+autenticato