Mauro Vecchio

Megaupload e l'amicizia delle major

Nuove rivelazioni del founder Kim Dotcom: l'industria del cinema hollywoodiano avrebbe offerto al cyberlocker contenuti in esclusiva. Mentre soldati e agenzie governative statunitensi avrebbero aperto centinaia di account

Roma - Ha interrotto un lungo periodo di silenzio, in un'intervista esclusiva alla testata online TorrentFreak. Il boss del file hosting Kim Dotcom è così tornato a parlare del suo mega-impero, a più di due mesi dal raid statunitense che ha sigillato il cyberlocker Megaupload e le sue numerose diramazioni digitali.

Ancora una volta, Dotcom ha rispedito al mittente le accuse di associazionismo criminoso e di violazione del copyright su larga scala. Il founder di origini tedesche ha infatti sottolineato come il suo sito abbia sempre rispettato i dettami legislativi del Digital Millennium Copyright Act (DMCA), rimuovendo prontamente i file illeciti.

In particolare, gli Stati Uniti avevano tirato in ballo una canzone del rapper 50 Cent, caricata dallo stesso Dotcom in barba ai legittimi titolari dei diritti. Ma il founder non avrebbe mai predisposto un link pubblico per la canzone, oltretutto frutto di una copia personale acquisita in maniera del tutto legale.
Al di là della questione DMCA, il founder ha svelato come decine di migliaia di soldati statunitensi fossero utenti attivi sul cyberlocker con base a Hong Kong. Alcune tra le principali agenzie governative degli Stati Uniti avrebbero aperto un account sulla piattaforma di file hosting.

Vecchi amici ora diventati acerrimi nemici? Il ragionamento - almeno secondo TorrentFreak - sarebbe valido anche per le grandi major di Hollywood, rappresentate dalla Motion Picture Association of America (MPAA). La redazione della testata ha infatti pubblicato una serie di curiose email inviate al cyberlocker.

Disney, Fox, Warner Bros. Alcuni executive delle grandi case di produzione cinematografica avrebbero così chiesto ai vertici di Megaupload il caricamento di contenuti esclusivi per gli utenti. Si citano ad esempio clip e trailer di film come Il Cavaliere Oscuro e Sex and the City.

"Potreste passare le mie informazioni al vostro content manager?", chiede un dipendente di Warner Bros. La stessa major di celluloide avrebbe offerto ai responsabili del sito uno strumento RSS per la pubblicazione automatica dei contenuti. L'industria del cinema era dunque così ansiosa di collaborare con il grande nemico del copyright?

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàKim Dotcom: Megaupload è come YouTubePrima intervista rilasciata dal boss del file hosting. Il suo cyberlocker avrebbe sempre rimosso i link illeciti. Nessuna differenza con la piattaforma di Google
  • AttualitàKim Dotcom, il sequestro non è validoErrore da parte delle autorità neozelandesi: la polizia ha eseguito un ordine di sequestro definito "nullo e invalido" dall'Alta Corte. Il founder di Megaupload potrebbe ora tornare in possesso dei suoi beni
  • AttualitàMegaupload, scontro sui file degli utentiIl servizio di hosting Carpathia vorrebbe l'eliminazione di tutti i file, per evitare i costi di gestione dei server. MPAA vuole trattenerli per eventuali citazioni legali. C'è chi tenta di truffare gli utenti del cyberlocker
115 Commenti alla Notizia Megaupload e l'amicizia delle major
Ordina
  • Mah, a leggere l'articolo si direbbe che le accuse non reggano, e probabilmente è vero. Ma i giudici sono capaci di qualsiasi acrobazia per far vincere un processo alla parte più forte - da Pinelli che è caduto da una finestra perché preso da un malore attivo sotto gli occhi impotenti di quattro bravi poliziotti, al sasso onnipresente, che compare ovunque un poliziotto usi una pistola deviando il proiettile contro la testa di qualcuno.
    non+autenticato
  • Libertà di rete = abolire il copyright che serve solo alle grandi major e ai videotechini in salsa giurassica.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > CARLO DOVE SEI??????????

    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > CARLO DOVE SEI??????????

    Stara' cedendo i locali ad un extracomunitario musulmano che ci aprira' un kebab.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > CARLO DOVE SEI??????????

    sono immpegnati a fare una letterina di richiesta d'aiuto firmata da gente a caso, da mandare a mari e Monti.. sono già arrivati a ben 200 firme !! urca !!
    non+autenticato
  • megaupload era un bitlocker e soldati e agenzie governative hanno la necessità di leggere/scrivere/scambiarsi file e dati

    certo che questo dettaglio farebbe cadere nel vuoto la caccia alle streghe contro "il cattivo e mafioso" Dotcom, nemico della libertà ( si, quella delle major ) e dell'America

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > megaupload era un bitlocker e soldati e agenzie
    > governative hanno la necessità di
    > leggere/scrivere/scambiarsi file e
    > dati
    >
    > certo che questo dettaglio farebbe cadere nel
    > vuoto la caccia alle streghe contro "il cattivo e
    > mafioso" Dotcom, nemico della libertà ( si,
    > quella delle major ) e dell'America
    >
    >
    > [img]http://images1.fanpop.com/images/image_upload

    American Dad (nella foto che hai postato) è un bel cartoon nello stile dissacrante, "politicamente scorretto" dei Griffin (stesso produttore) che ironizza sui servizi segreti USA.
    non+autenticato
  • Questo è un regolamento di conti interno. Se non hai i governi d'accordo non raggiungi tali dimensioni. Probabilmente qualcuno ha mangiato poco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > megaupload era un bitlocker e soldati e agenzie
    > governative hanno la necessità di
    > leggere/scrivere/scambiarsi file e
    > dati
    >
    > certo che questo dettaglio farebbe cadere nel
    > vuoto la caccia alle streghe contro "il cattivo e
    > mafioso" Dotcom, nemico della libertà ( si,
    > quella delle major ) e dell'America
    >
    >
    > [img]http://images1.fanpop.com/images/image_upload
    L'uso di un file hosting non è illegale come più volte avete ripetuto qui e su questo siamo d'accordo, immettere e condividere file protetti da copyright, si. Quindi chiunque abbia messo le foto della zia non ha infranto nessuna legge, chi, invece file protetti si. Questo vale per militari e civili, il resto chiacchiere e demagogia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: collione
    > > megaupload era un bitlocker e soldati e agenzie
    > > governative hanno la necessità di
    > > leggere/scrivere/scambiarsi file e
    > > dati
    > >
    > > certo che questo dettaglio farebbe cadere nel
    > > vuoto la caccia alle streghe contro "il cattivo
    > e
    > > mafioso" Dotcom, nemico della libertà ( si,
    > > quella delle major ) e dell'America
    > >
    > >
    > >
    > [img]http://images1.fanpop.com/images/image_upload
    > L'uso di un file hosting non è illegale come più
    > volte avete ripetuto qui e su questo siamo
    > d'accordo, immettere e condividere file protetti
    > da copyright, si. Quindi chiunque abbia messo le
    > foto della zia non ha infranto nessuna legge,
    > chi, invece file protetti si. Questo vale per
    > militari e civili, il resto chiacchiere e
    > demagogia.

    Dovevano cercare gli uploader, soprattutto quelli "grandi" (tenedo d'occhio le utenze più attive che caricavano file protetti da diritti) ma non il gestore del servizio che i file comunque li cancellava!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: becker
    > - Scritto da: Allibito
    > > - Scritto da: collione
    > > > megaupload era un bitlocker e soldati e
    > agenzie
    > > > governative hanno la necessità di
    > > > leggere/scrivere/scambiarsi file e
    > > > dati
    > > >
    > > > certo che questo dettaglio farebbe
    > cadere
    > nel
    > > > vuoto la caccia alle streghe contro "il
    > cattivo
    > > e
    > > > mafioso" Dotcom, nemico della libertà (
    > si,
    > > > quella delle major ) e dell'America
    > > >
    > > >
    > > >
    > >
    > [img]http://images1.fanpop.com/images/image_upload
    > > L'uso di un file hosting non è illegale come
    > più
    > > volte avete ripetuto qui e su questo siamo
    > > d'accordo, immettere e condividere file
    > protetti
    > > da copyright, si. Quindi chiunque abbia
    > messo
    > le
    > > foto della zia non ha infranto nessuna legge,
    > > chi, invece file protetti si. Questo vale per
    > > militari e civili, il resto chiacchiere e
    > > demagogia.
    >
    > Dovevano cercare gli uploader, soprattutto quelli
    > "grandi" (tenedo d'occhio le utenze più attive
    > che caricavano file protetti da diritti) ma non
    > il gestore del servizio che i file comunque li
    > cancellava!!
    Cancellava i doppioni forse, non puoi dire a me che cancellava quando il suo catalogo vantava 100.000 titoli protetti, quando pagava chi frodava, non è difendibile e lo sai bene. Un dito non basta per nasconderlo, si vedeva la pancia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: becker
    > > - Scritto da: Allibito
    > > > - Scritto da: collione
    > > > > megaupload era un bitlocker e soldati
    > e
    > > agenzie
    > > > > governative hanno la necessità di
    > > > > leggere/scrivere/scambiarsi file e
    > > > > dati
    > > > >
    > > > > certo che questo dettaglio farebbe
    > > cadere
    > > nel
    > > > > vuoto la caccia alle streghe contro
    > "il
    > > cattivo
    > > > e
    > > > > mafioso" Dotcom, nemico della libertà
    > (
    > > si,
    > > > > quella delle major ) e dell'America
    > > > >
    > > > >
    > > > >
    > > >
    > >
    > [img]http://images1.fanpop.com/images/image_upload
    > > > L'uso di un file hosting non è illegale
    > come
    > > più
    > > > volte avete ripetuto qui e su questo siamo
    > > > d'accordo, immettere e condividere file
    > > protetti
    > > > da copyright, si. Quindi chiunque abbia
    > > messo
    > > le
    > > > foto della zia non ha infranto nessuna
    > legge,
    > > > chi, invece file protetti si. Questo vale
    > per
    > > > militari e civili, il resto chiacchiere e
    > > > demagogia.
    > >
    > > Dovevano cercare gli uploader, soprattutto
    > quelli
    > > "grandi" (tenedo d'occhio le utenze più attive
    > > che caricavano file protetti da diritti) ma non
    > > il gestore del servizio che i file comunque li
    > > cancellava!!
    > Cancellava i doppioni forse, non puoi dire a me
    > che cancellava quando il suo catalogo vantava
    > 100.000 titoli protetti

    MILLLLE, cifre da capogiro!! (cit.)
  • - Scritto da: Allibito

    > Cancellava i doppioni forse, non puoi dire a me
    > che cancellava quando il suo catalogo vantava
    > 100.000 titoli protetti, quando pagava chi
    > frodava, non è difendibile e lo sai bene. Un dito
    > non basta per nasconderlo, si vedeva la
    > pancia.

    Forse tu non sai cosa significa andare a cercare 100.000 file di
    dimensione variabile in mezzo a 28 petabyte di dati.
    Provaci tu, vediamo quanto ci metti.
  • - Scritto da: Voorn

    > Forse tu non sai cosa significa andare a cercare
    > 100.000 file
    > di
    > dimensione variabile in mezzo a 28 petabyte di
    > dati.
    > Provaci tu, vediamo quanto ci metti.

    Aggiungo: quando poi te ne caricano ad un ritmo maggiore di quelli che riesci ad eliminare.

    E' più facile sconfiggere il traffico illegale di stupefacenti.
    FDG
    11001
  • contenuto non disponibile
  • Fra l'altro il DMCA è una legge americana, e non mi risulta che le leggi americane valgano anche in Europa, o in Cina, o in Giappone, o altrove. A meno di non considersarsi feudi degli USA.
    non+autenticato
  • Alle lamentele di alcune videoteche che postano in questo sito lamentandosi della pirateria, dico non hanno capito che ormai il supporto fisico per vedere un film non ha molto mercato!!! La gente è più disposta a pagare servizi con giusto prezzo ondemand, streaming..ecc. E' il vostro business obsoleto!!!

    Ormai tutti sono interessati allo streaming o download!! Le Major più sveglie stanno capendo quale è il sistema di visione del futuro!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: becker
    > Alle lamentele di alcune videoteche che postano
    > in questo sito lamentandosi della pirateria, dico
    > non hanno capito che ormai il supporto fisico per
    > vedere un film non ha molto mercato!!! La gente è
    > più disposta a pagare servizi con giusto prezzo
    > ondemand, streaming..ecc. E' il vostro business
    > obsoleto!!!
    >
    > Ormai tutti sono interessati allo streaming o
    > download!! Le Major più sveglie stanno capendo
    > quale è il sistema di visione del
    > futuro!!
    Chi ti dice che siano così legati al supporto fisico, sono on-line da tempo con una buona offerta, ma il mercato on-line in Italia non supera il 5% del totale. I conti non si fanno con il download illegale ma con quello legale.
    non+autenticato
  • Se lei fa impresa come scrive in questo sito non mi sorprende che nessuno se la fila
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gennarino B
    > Se lei fa impresa come scrive in questo sito non
    > mi sorprende che nessuno se la
    > fila
    Nessuno mi fila è una tua fantasia, non bisognerebbe mai parlare senza sapere e tu lo hai appena fatto. Poi, se riuscissi ad argomentare meglio il tuo pensiero potrei risponderti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: Gennarino B
    > > Se lei fa impresa come scrive in questo sito non
    > > mi sorprende che nessuno se la
    > > fila
    > Nessuno mi fila è una tua fantasia, non
    > bisognerebbe mai parlare senza sapere e tu lo hai
    > appena fatto.

    Ma allora di che ti lamenti, scusa?
    Gli affari ti vanno bene, lasciaci scaricare in pace, no?
  • - Scritto da: Allibito

    > Nessuno mi fila è una tua fantasia, non
    > bisognerebbe mai parlare senza sapere e tu lo hai
    > appena fatto. Poi, se riuscissi ad argomentare
    > meglio il tuo pensiero potrei
    > risponderti...

    Impari a darmi del lei visto che non sono né suo zio né suo nipote, capisco che l’educazione non é di casa tra i videotecari ma non é mai tardi per imparare

    Argomentare? Quando una persona é costretta a piangere miseria su pi 24/7 anziché LAVORARE deduco che costui offre un pessimo servizio e che farebbe meglio a cambiare mestiere..magari dovrebbe passare ad uno di quelli che gli italiani non vogliono piú fare tipo spazzino o raccoglitore di pomodori
    non+autenticato
  • > Chi ti dice che siano così legati al supporto
    > fisico, sono on-line da tempo con una buona
    > offerta, ma il mercato on-line in Italia non
    > supera il 5% del totale.

    Allora l'offerta non è buona, è pessima.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: becker

    > > Ormai tutti sono interessati allo
    > > streaming o download!! Le Major più
    > > sveglie stanno capendo quale è il
    > > sistema di visione del futuro!!

    > Chi ti dice che siano così legati al
    > supporto fisico,

    Nessuno dice questo, l'evidenza pero' e' che voi vorreste fare un guadagno su una cosa che non esiste piu': la distribuzione.

    Dammi una sola ragione perche' dovrei affittare il film dal vostro portale invece che dal detentore dei diritti originale che mi farebbe pagare meno (per forza, e' matematica).

    > sono on-line da tempo con una buona
    > offerta, ma il mercato on-line in
    > Italia non supera il 5% del totale.
    > I conti non si fanno con il download
    > illegale ma con quello legale.

    Nei paesi sviluppati (in italia adsl e' handicappata) i film in streaming costano 50 cent, pensi che in italia la tendenza sia di usare di piu' o di meno internet man mano che si va avanti ? In usa 50cent un film in streaming, questa e' la tendenza che verra' anche qua e con costi minimi per gli attuali distributori usa, basterebbe solo mettere a catalogo i film e aprire una pagina in ita.

    http://punto-informatico.it/3490199/PI/News/usa-so...
    krane
    22544
  • Infatti quando parlo di distribuzione, visione su internet mi riferisco anche all'eliminazione di intermediari per avere un prezzo accettabile.

    GUARDATE QUI:
    http://film-download.dvd.it/?gclid=CLOXhrSOia8CFYE...

    In media 2 euro per lo streaming è caro!!! circa 6 euro per il download di un file (considerando che di un file si ha una disponibilità illimitata, rispetto ha un bene fisico il cui prezzo oscilla in base alla quantità disponibile, la domanda..) ma scherziamo? Poi si lamentano che nessuno acquista!!

    Per questo poi lo streaming legale in Italia non funziona!!!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Allibito
    > > - Scritto da: becker
    >
    > > > Ormai tutti sono interessati allo
    > > > streaming o download!! Le Major più
    > > > sveglie stanno capendo quale è il
    > > > sistema di visione del futuro!!
    >
    > > Chi ti dice che siano così legati al
    > > supporto fisico,
    >
    > Nessuno dice questo, l'evidenza pero' e' che voi
    > vorreste fare un guadagno su una cosa che non
    > esiste piu': la
    > distribuzione.
    >
    > Dammi una sola ragione perche' dovrei affittare
    > il film dal vostro portale invece che dal
    > detentore dei diritti originale che mi farebbe
    > pagare meno (per forza, e'
    > matematica).
    >
    > > sono on-line da tempo con una buona
    > > offerta, ma il mercato on-line in
    > > Italia non supera il 5% del totale.
    > > I conti non si fanno con il download
    > > illegale ma con quello legale.
    >
    > Nei paesi sviluppati (in italia adsl e'
    > handicappata) i film in streaming costano 50
    > cent, pensi che in italia la tendenza sia di
    > usare di piu' o di meno internet man mano che si
    > va avanti ? In usa 50cent un film in streaming,
    > questa e' la tendenza che verra' anche qua e con
    > costi minimi per gli attuali distributori usa,
    > basterebbe solo mettere a catalogo i film e
    > aprire una pagina in
    > ita.
    >
    > http://punto-informatico.it/3490199/PI/News/usa-so
    Posta pure un link dove i film costino 50 cent. anche da noi ci sono a 99 cent ma di certo non trovi le novità. Esistono siti diretti dei distributori dove i film costano 0,9€ in più degli altri. I film in streaming devono avere una sola piattaforma, gli utenti non possono andare sul sito della Warner, poi della Fox e poi su quello di CG per trovare un film, tanto che si sono già ritirate dallo streming diretto sia Warner che Paramount, affidando il servizio a terzi. I prezzi sono molto simili uno dall'altro e non scendono sotto i 3/4€. In Italia i siti legali sono 5 e tutti allineati. Informati sulle percentuali dell'avente diritto, sul costo della banda garantita, la siae, i drm ecc e avrai un'idea più precisa del costo minimo che un film in streaming deve avere.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)