Claudio Tamburrino

Samsung, 11 arrestati per furto di tecnologia

Oltre ai brevetti e ai marchi, anche i segreti industriali finiscono al centro del mercato ITC

Roma - Undici persone sono state arrestate con l'accusa di aver trafugato segreti industriali legati agli schermi Samsung.

Secondo l'agenzia di stampa della Corea del Sud Yonhap News, la polizia locale ha arrestato 11 persone a Suwon per aver diffuso informazioni relative agli schermi AMOLED di Samsung e in particolare legate alla tecnologia small mask scanning (SMS) che permette di costruire schermi AMOLED grandi abbastanza per i televisori.

Al vertice del gruppo dei sospettati c'è un 46enne ex ricercatore Samsung a quanto pare deluso per una mancata promozione: secondo l'accusa avrebbe ricevuto poco meno di 123mila euro da avversari dell'azienda coreana interessati ai suoi segreti industriali. (C.T.)
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Samsung, 11 arrestati per furto di tecnologia
Ordina
  • e nessuno avrebbe potuto dire niente. Anzi in maniera più pulita poteva manifestare tranquillamente alla propria azienda la propria delusione e l'intenzioni di andarsene per altre strade Occhiolino a questo punto le possibilità erano due o la propria azienda cambiava rotta o la prendeva in quel posto in maniera pulita: le persone che valgono devono essere apprezzate altrimenti licenziamento dell'azienda con tutte le conseguenze.
    non+autenticato
  • Ma pensi che uno con un ruolo di quel tipo possa licenziarsi da un giorno all'altro da Samsung ed andare a fare un ruolo analogo in un'azienda concorrente? Ma dove vivi? Lo hai mai visto un contratto a questi livelli?
    non+autenticato
  • Me lo dici il ruolo? ... io non l'ho trovato Sorride

    Quelle informazioni le hanno anche gli sviluppatori che devono realizzare tecnicamente le funzionalità del dispositivo ...
    non+autenticato
  • Se pensi che il termine ricercatore definisca il contratto e le funzioni aziendali allora dopo che avrai finito le scuole medie e quelle superiori avrai molto tempo a disposizione prima di avere a che fare con i contratti di lavoro. A bocca aperta
    non+autenticato
  • non si può mica fare...di solito quando firmi il contratto ci sono clausole di non competizione, ovvero non vai in un azienda concorrente a fare la stessa cosa, per un tempo minimo stabilito nel contratto, funziona così da sempre
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > non si può mica fare...di solito quando firmi il
    > contratto ci sono clausole di non competizione,
    > ovvero non vai in un azienda concorrente a fare
    > la stessa cosa, per un tempo minimo stabilito nel
    > contratto, funziona così da
    > sempre

    Non esistono i contratti di non competizione (esistono sollo in trollandia A bocca aperta), esistono al più i contratti di esclusiva nei quali dopo la recessione dal contratto uno ha il vincolo per un determinato numero di anni (concordato con l'azienda) non può eseguire la stessa attività lavorativa in altre aziende (stai tranquillo che questo non lo fanno con i "semplici" ricercatori in quanto costa un putiferio all'anno in più oltre il regolare stipendio). Poi c'è il vincolo di riservatezza valido per qualsiasi contratto anche occasionale per il quale non si può rivelare all'esterno non solo i "segreti" aziendali, ma anche le ordinarie attività. Se non c'è l'esclusiva alla fine del contratto vado a lavorare dove mi pare e piace senza avere alcun altro vincolo, se il prodotto ce l'ho in testa io alla fine me lo porto con me ... e l'azienda lo prende in saccoccia: ognuno DEVE sapere fare il proprio mestiere.
    non+autenticato
  • Comunque a parte gli OT, tu sai che ruolo a questa persona? Se non lo sai stiamo ragionando "sul sesso degli angeli" ...
    non+autenticato
  • Pensa che i progettisti in F1 non hanno contratti in esclusiva ... un anno sono in una scuderia e l'altro in un altra un esempio attuali è nel caso della Ferrari di F1 di quest'anno.
    non+autenticato