Virus? Intasamenti da antivirus

In tanti segnalano la seccatura del dover ricevere, oltre a valangate di virus, anche centinaia di email di servizi antivirus che non centrano il bersaglio, acuiscono il fastidio e persino diffamano

Roma - Spett.le Redazione, vorrei segnalarvi un fatto un po' particolare. Ecco cosa mi è successo oggi grazie al virus Sobig.F. Ho ricevuto circa 500 messaggi tra mail infette, avvisi dei server SMTP in cui il destinatario era inesistente o aveva la mailbox piena (di messaggi con il virus presumo) e avvisi di un servizio antivirus per la posta che mi avvertiva che il messaggio che avevo inviato era infetto e quindi non era stato recapitato. Il tutto sulla casella da cui vi scrivo.

Come quasi tutti i virus che si diffondono via mail, chi è indicato come il mittente del messaggio in realtà non lo è. E il virus stesso che sceglie qualcuno dalla rubrica dell'utente il cui PC è infetto e lo usa come mittente.

Ora posso capire che, se la casella del destinatario risulta piena, il server avvisi il mittente indicato nell'intestazione. Perchè è l'unica persona che puo' avvisare. Ma non riesco a capire come mai un servizio di antivirus per le caselle di posta, quindi gestito da addetti ai lavori, possa mandarmi una ventina di messaggi così:

"Buongiorno dal sistema (omissis) di (omissis).
Il nostro sistema antivirus della posta in entrata ha trovato un virus in un messaggio da voi spedito a: xxxxx@xxxxx.it pertanto il messaggio non è stato recapitato.
Il destinatario è già stato informato".

L'indirizzo indicato come "xxxxx@xxxxx.it" l'ho cancellato io per motivi di privacy ma era indicato nelle mail che mi sono arrivate.
Ora mi chiedo:

1) Dovrebbero saperlo i signori che gestiscono questo servizio che non è stato il mittente indicato nella mail infetta da Sobig a mandare la mail in questione quindi, non essendo stato io, perché mi devono sommergere di mail di questo genere?

2) Perchè dicono al signor xxxxx@xxxxx.it che io gli ho inviato un messaggio infetto da virus quando questo non è vero (screditando eventualmente anche la mia professionalità)

3) Se diffondere virus informatici è un reato, affermando quanto sopra non si rischia di ricadere nel reato di calunnia?:)

Grazie
Ivan S.
TAG: italia
74 Commenti alla Notizia Virus? Intasamenti da antivirus
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)