Claudio Tamburrino

Brevetti Nokia, condanna tedesca

Due suoi dispositivi giÓ fuori commercio violerebbero un brevetto su tecnologia 3G in possesso del patent holder IPCom

Roma - Nokia è stata condannato in Germania dalla Corte distrettuale di Mannheim per la violazione di un brevetto contestatogli dal patent holder tedesco IPCom.

Nokia aveva già incassato, per la stessa questione, una prima sentenza negativa da parte di una Corte britannica a cui aveva chiesto l'invalidazione del brevetto europeo che le contestava IPCom.

In ballo vi è un titolo legato alla tecnologia 3G, che in quella prima sentenza il giudice aveva considerato valido e violato da due dispositivi Nokia già fuori commercio: gli stessi per cui la tedesca ha incassato la nuova sentenza positiva.
Esclusi dalla condanna sembrano invece i dispositivi della finlandese ancora in commercio che "utilizzeranno un metodo differente" rispetto a quelli descritti nei brevetti contestati: tuttavia per sgombrare ogni dubbio su questo punto Espoo ha chiesto alla Corte di Karlsruhe di chiarire la sentenza del tribunale di Mannheim.

Il detentore di proprietà intellettuale IPCom aveva già denunciato anche circa 100 rivenditori tedeschi di smartphone HTC, in quanto questi sarebbero prodotti da ritenere in violazione dei suoi brevetti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate