Claudio Tamburrino

Motorola, primo round contro Xbox

A suo favore la prima sentenza dell'ITC con al centro brevetti che sostiene siano violati dalla console di Microsoft

Roma - L'International Trade Commission (ITC) ha trovato Xbox in violazione di quattro dei cinque brevetti che Motorola ha chiamato in causa.

Motorola ha denunciato Microsoft per l'utilizzo illecito di tecnologie da essa brevettate in diversi dispositivi tra cui Xbox, così ha ora accolto con favore la sentenza ad essa favorevole. Redmond, che ha dato il via allo scontro legale contestando le condizioni a cui Motorola concede in licenza i suoi brevetti associati a standard tecnologici, ha riferito invece di rimanere ottimista "circa il risultato finale del procedimento e l'obbligo da parte di Motorola di offrire termini ragionevoli per i suoi brevetti legati a standard tecnologici".

Lo scontro tra le due, d'altronde, ha diverse propaggini: l'ultimo capitolo di una certa rilevanza ha visto un giudice distrettuale statunitense stabilire che Motorola Mobility non può chiedere di fermare la vendita di prodotti Microsoft in Germania per la presunta violazione di suoi brevetti concessi con una licenza valida a livello globale.
L'ITC ha il potere, tra l'altro, di bloccare le importazioni dei prodotti incriminati: prima che questo possa accadere, tuttavia, bisogna attendere la revisione della decisione da parte della commissione in formazione plenaria.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia Motorola, primo round contro Xbox
Ordina