Claudio Tamburrino

Samsung corre per il primato

Trimestrale da record per la coreana. Secondo le stime degli analisti Samsung batte Nokia

Roma - Samsung Electronics ha mostrato una trimestrale da record: merito soprattutto delle performance dei suoi smartphone che hanno permesso di nascondere la relativa debolezza sul fronte semiconduttori e TV.

Con il trimestre che si è chiuso lo scorso 31 marzo, i profitti netti hanno raggiunto i 3,40 miliardi di euro, una crescita superiore all'80 per cento rispetto all'anno scorso, il reddito operativo è praticamente raddoppiato e le vendite sono cresciute del 22 per cento.

La crescita dell'azienda è costante: il successo di Galaxy S II e di Galaxy Note, in particolare, ma anche della divisione display che cresce del 31 per cento grazie anche alla diffusione della tecnologia OLED, rappresentano i principali fattori di successo che trainano da più di un anno performance sempre più positive.
Proprio le vendite di questi prodotti hanno così permesso di compensare il calo del 13 per cento della divisione semiconduttori e del 17 della vendita di unità di memoria.

Anche se alcuni studi pongono Samsung ancora al secondo posto rispetto al market share mobile, secondo altri la distribuzione di smartphone da parte di Samsung avrebbe superato, 44,5 milioni contro 35 milioni, i numeri di iPhone nel primo trimestre del 2012. Le vendite di suoi cellulari, in generale, batterebbero quelle di Nokia (93 contro 83 milioni).

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessSamsung: Galaxy S II stellareVenduti 3 milioni di dispositivi dello smartphone sudcoreano nei primi 55 giorni. Attesa per l'approdo sul mercato statunitense
  • BusinessTrimestrale Apple, trimestrale di ferrodi D. Galimberti - Nonostante vendite piatte per iPad, iPhone e MacBook tengono la barra più che dritta. Soldi a palate nelle casse di Cupertino: e il centro degli affari è ormai legato a doppio filo a iOS
44 Commenti alla Notizia Samsung corre per il primato
Ordina
  • ... qualche mese fa i vari mactonti erano li a dire che apple era il numero uno degli smartphone e che mai e poi mai Android avrebbe preso piede, che l'apple store aveva un numero di applicativi ineguagliabile ecc... ieri erano li a sostenere che comunque è la prima azienda al mondo nel campo degli smartphone, mentre Android è frammentato fra più produttori e versioni... ora una sola azienda Samsung, vende più smartphone di apple... ma apple ha margini più alti ha software migliore estetica più curata.... e varie altre minchiate... si si come dite voi mactonti, intanto Android in due anni è passato dal 5% o meno del mercato al 60% e la stessa apple mette le mani avanti per i prossimi trimestri, incominciando a prevedere un declino del numero di Iphone piazzabili... insomma Apple come al solito sta buttando via un mercato che Lei stessa aveva creato/rivoluzionato e il tutto solo per aver adottato politiche miopi e vessatorie nei confronti degli utenti... continua pure così, apple!
  • AnnoiatoAnnoiatoAnnoiato Solita noia "Enjoyana", nulla di nuovo sotto il sole.

    C'era un certo Enjoy (detto anche il Nostradamus dei poveri) che prevedeva , nell'ordine, il flop di :

    -iPhone1+2+3+4
    -iPad1+2+3
    -AppStore
    -iPod
    -MBA (diceva che sarebbero usciti netbook a 150 euri)
    -iTunes
    -AppleTV
    -e la Apple stessa

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Prima di tutto, non dimenticatevi che Apple ha più margine e meno concorrenza nella sua nicchia iOS, un walled garden che fa più gola agli sviluppatori rispetto ad android.

    /mode ruppolo off

    Detto questo, chi se ne frega della quota di mercato.
    Dicono del desktop linux che non ha neanche l'uno percento, e io me lo sono installato, su mac prima, su portatilini intel poi, perché mi fa risparmiare un sacco di tempo e grattacapi. Ho detto un sacco? una tonnellata.

    Finchè al mondo ci sono un migliaio di appassionati che continuano a supportare gnu/linux (concetto, non sistema in quanto tale), per quanto mi riguarda la quota di mercato si può ridurre a quel migliaio di PC vecchiotti che usano quei nerd e non mi cambia niente.
    Una volta usare un software che usciva da un migliaio di sviluppatori voleva dire dormire sonni tranquilli. Le quote di mercato interessano chi vuole soldi e/o controllo, se a voi frega piuttosto avere un sistema che fa quello che deve, concentratevi su quello e prendetevi quello che vi va bene, sia android, apple, winphone etc. Magari prima di prendere roba proprietaria chiedetevi a cosa andate incontro a lungo termine (risposta breve, obsolescenza programmata).
    non+autenticato
  • - Scritto da: samsing
    > Prima di tutto, non dimenticatevi che Apple ha
    > più margine e meno concorrenza nella sua nicchia
    > iOS, un walled garden che fa più gola agli
    > sviluppatori rispetto ad
    > android.
    >
    > /mode ruppolo off
    >
    Non serviva tirare fuori la marginalità.
    Sarebbe bastato dire che Apple con 2 modelli (di cui uno è la versione precedente dell'attuale) tiene testa a samsung che a catalogo, tra poco, ci manca solo la pizza e il riso alla cantonese in forma di cellulare.

    Quindi contestualizzare non fa mai male.

    > Detto questo, chi se ne frega della quota di
    > mercato.
    > Dicono del desktop linux che non ha neanche l'uno
    > percento, e io me lo sono installato, su mac
    > prima, su portatilini intel poi, perché mi fa
    > risparmiare un sacco di tempo e grattacapi. Ho
    > detto un sacco? una
    > tonnellata.

    Tutta illusione.

    >
    > Finchè al mondo ci sono un migliaio di
    > appassionati che continuano a supportare
    > gnu/linux (concetto, non sistema in quanto tale),
    > per quanto mi riguarda la quota di mercato si può
    > ridurre a quel migliaio di PC vecchiotti che
    > usano quei nerd e non mi cambia
    > niente.

    Eccolo qua un altro.
    Bello eh, sfruttare il lavoro di appassionati senza muovere un dito e sopratutto senza spendere nulla.

    E poi fare i sapienti.

    > Una volta usare un software che usciva da un
    > migliaio di sviluppatori voleva dire dormire
    > sonni tranquilli.

    Una volta, e anche ora, dormire sonni tranquilli vuol dire fare un software che abbia un analisi corretta in principio, una fomalizzazione e un algoritmo funzionante e stabile, dei risultati costanti e certi alla fine.

    E questo vale per uno e per diecimila sviluppatori.

    > Le quote di mercato interessano
    > chi vuole soldi e/o controllo, se a voi frega
    > piuttosto avere un sistema che fa quello che
    > deve, concentratevi su quello e prendetevi quello
    > che vi va bene, sia android, apple, winphone etc.
    > Magari prima di prendere roba proprietaria
    > chiedetevi a cosa andate incontro a lungo termine
    > (risposta breve, obsolescenza
    > programmata).

    Le quote di mercato interessano a quelli che le muovono per lo stesso motivo per cui interessano a quelli che non le muovono.
    Misurano le performance, e ad oggi, Linux e affini possono tranquillamente andare a nascondersi.

    Ed è giusto così.
    maxsix
    10383
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: samsing
    > > Prima di tutto, non dimenticatevi che Apple
    > ha
    > > più margine e meno concorrenza nella sua
    > nicchia
    > > iOS, un walled garden che fa più gola agli
    > > sviluppatori rispetto ad
    > > android.
    > >
    > > /mode ruppolo off
    > >
    > Non serviva tirare fuori la marginalità.
    > Sarebbe bastato dire che Apple con 2 modelli (di
    > cui uno è la versione precedente dell'attuale)
    > tiene testa a samsung che a catalogo, tra poco,
    > ci manca solo la pizza e il riso alla cantonese
    > in forma di
    > cellulare.
    >

    Eh no la marginalità conta, altrimenti un giorno ti svegli e la casa che ieri produceva otto trilioni di dispositivi in quasi-perdita dice "lasciamo questo segmento, così vuole la banca. Ciao ciao".

    > Quindi contestualizzare non fa mai male.

    Dice il troll nel suo post pieno di discorsi generici.

    > > Detto questo, chi se ne frega della quota di
    > > mercato.
    > > Dicono del desktop linux che non ha neanche
    > l'uno
    > > percento, e io me lo sono installato, su mac
    > > prima, su portatilini intel poi, perché mi fa
    > > risparmiare un sacco di tempo e grattacapi.
    > Ho
    > > detto un sacco? una
    > > tonnellata.
    >
    > Tutta illusione.

    Argomentone.


    > >
    > > Finchè al mondo ci sono un migliaio di
    > > appassionati che continuano a supportare
    > > gnu/linux (concetto, non sistema in quanto
    > tale),
    > > per quanto mi riguarda la quota di mercato
    > si
    > può
    > > ridurre a quel migliaio di PC vecchiotti che
    > > usano quei nerd e non mi cambia
    > > niente.
    >
    > Eccolo qua un altro.
    > Bello eh, sfruttare il lavoro di appassionati
    > senza muovere un dito e sopratutto senza spendere
    > nulla.

    LOL i contributi più apprezzati tra i miei riguardano non la scrittura di codice ma i bug report e la documentazione. Ma, tanto per non chiudere subito il discorso sulla tua trollistica assunzione, facciamo che io non abbia mai rilasciato un bit alla comunità: ne faccio parte comunque e divento attivo nel momento in cui scrivo un email o un post dicendo: "ho un problema, il programma ABC non funziona, mi scrive XYZ, help please"

    La qualità del software è strettamente legata al testing, e quello nel FOSS lo fa la comunità non lo sviluppatore che non può permettersi un team di QA. La comunità investe un minimo di tempo nel fornire feedback invece di investire meno tempo a lamentarsi con una casa software di problemi magari già documentati ancor prima che il prodotto sia sul mercato e perdere molto tempo e soldi a districarsi tra licenze, upgrades e incompatibilità che hanno ragioni commerciali e non tecniche.





    > E poi fare i sapienti.
    >
    > > Una volta usare un software che usciva da un
    > > migliaio di sviluppatori voleva dire dormire
    > > sonni tranquilli.
    >
    > Una volta, e anche ora, dormire sonni tranquilli
    > vuol dire fare un software che abbia un analisi
    > corretta in principio, una fomalizzazione e un
    > algoritmo funzionante e stabile, dei risultati
    > costanti e certi alla
    > fine.

    Ovvio ma stai passando dalla mia parte della discussione.
    NICTA and Open Kernel Labs have announced a joint public release of the formally-verified seL4 microkernel.
    www.cse.unsw.edu.au/~kleing/papers/sosp09.pdf

    Comunque la cosa non ha la portata che implichi con il tuo discorso, visto che la verifica formale non garantisce nulla in pratica, a meno di non avere a disposizione la macchina hardware che non si guasta mai...
    Ecco perché di fronte a questi utili risultati non c'è comunque la fila di gente che adotta tali sistemi.


    > E questo vale per uno e per diecimila
    > sviluppatori.
    >
    > > Le quote di mercato interessano
    > > chi vuole soldi e/o controllo, se a voi frega
    > > piuttosto avere un sistema che fa quello che
    > > deve, concentratevi su quello e prendetevi
    > quello
    > > che vi va bene, sia android, apple, winphone
    > etc.
    > > Magari prima di prendere roba proprietaria
    > > chiedetevi a cosa andate incontro a lungo
    > termine
    > > (risposta breve, obsolescenza
    > > programmata).
    >
    > Le quote di mercato interessano a quelli che le
    > muovono per lo stesso motivo per cui interessano
    > a quelli che non le
    > muovono.
    > Misurano le performance, e ad oggi, Linux e
    > affini possono tranquillamente andare a
    > nascondersi.
    >
    > Ed è giusto così.

    Perdinci hai ragione.
    Aspetta che vado a vendere il porsche, mi compro una yaris.
    non+autenticato
  • - Scritto da: samsing
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: samsing
    > > > Prima di tutto, non dimenticatevi che Apple
    > > ha
    > > > più margine e meno concorrenza nella sua
    > > nicchia
    > > > iOS, un walled garden che fa più gola agli
    > > > sviluppatori rispetto ad
    > > > android.
    > > >
    > > > /mode ruppolo off
    > > >
    > > Non serviva tirare fuori la marginalità.
    > > Sarebbe bastato dire che Apple con 2 modelli (di
    > > cui uno è la versione precedente dell'attuale)
    > > tiene testa a samsung che a catalogo, tra poco,
    > > ci manca solo la pizza e il riso alla cantonese
    > > in forma di
    > > cellulare.
    > >
    >
    > Eh no la marginalità conta, altrimenti un giorno
    > ti svegli e la casa che ieri produceva otto
    > trilioni di dispositivi in quasi-perdita dice
    > "lasciamo questo segmento, così vuole la banca.
    > Ciao
    > ciao".
    >
    Non ho detto che non conta, ma nel discorso di samsungfacciotuttoio non serviva tirarla fuori perché secondo me, poco centrante.

    > > Quindi contestualizzare non fa mai male.
    >
    > Dice il troll nel suo post pieno di discorsi
    > generici.
    >
    Scendiamo nello specifico allora.

    > > > Detto questo, chi se ne frega della quota
    > di
    > > > mercato.
    > > > Dicono del desktop linux che non ha neanche
    > > l'uno
    > > > percento, e io me lo sono installato, su
    > mac
    > > > prima, su portatilini intel poi, perché mi
    > fa
    > > > risparmiare un sacco di tempo e grattacapi.
    > > Ho
    > > > detto un sacco? una
    > > > tonnellata.
    > >
    > > Tutta illusione.
    >
    > Argomentone.
    >

    E' la pura verità.
    E lo sai.

    >
    > > >
    > > > Finchè al mondo ci sono un migliaio di
    > > > appassionati che continuano a supportare
    > > > gnu/linux (concetto, non sistema in quanto
    > > tale),
    > > > per quanto mi riguarda la quota di mercato
    > > si
    > > può
    > > > ridurre a quel migliaio di PC vecchiotti
    > che
    > > > usano quei nerd e non mi cambia
    > > > niente.
    > >
    > > Eccolo qua un altro.
    > > Bello eh, sfruttare il lavoro di appassionati
    > > senza muovere un dito e sopratutto senza
    > spendere
    > > nulla.
    >
    > LOL i contributi più apprezzati tra i miei
    > riguardano non la scrittura di codice ma i bug
    > report e la documentazione. Ma, tanto per non
    > chiudere subito il discorso sulla tua trollistica
    > assunzione, facciamo che io non abbia mai
    > rilasciato un bit alla comunità: ne faccio parte
    > comunque e divento attivo nel momento in cui
    > scrivo un email o un post dicendo: "ho un
    > problema, il programma ABC non funziona, mi
    > scrive XYZ, help please"
    >
    >
    > La qualità del software è strettamente legata al
    > testing, e quello nel FOSS lo fa la comunità non
    > lo sviluppatore che non può permettersi un team
    > di QA. La comunità investe un minimo di tempo nel
    > fornire feedback invece di investire meno tempo a
    > lamentarsi con una casa software di problemi
    > magari già documentati ancor prima che il
    > prodotto sia sul mercato e perdere molto tempo e
    > soldi a districarsi tra licenze, upgrades e
    > incompatibilità che hanno ragioni commerciali e
    > non
    > tecniche.
    >
    >
    Ascolta, coso. Io sviluppo, veramente, dalla mattina alla sera. Tutte le pipate suddette le ho fatte prima di te, e di FOSS non FOSS e community varie me ne sbatto la santa patonza.
    E sai perché?

    Perché lavorare per il ciuffo non esiste.
    Perché fare parte di una community non me ne può fregare di meno.
    Perché si perde un sacco di tempo, e credimi, nella vita c'è di meglio.

    Questi sono i motivi per cui linux è sul viale del tramonto?
    Si, sono proprio questi. Anzi, esattamente questi.

    >
    >
    >
    > > E poi fare i sapienti.
    > >
    > > > Una volta usare un software che usciva da
    > un
    > > > migliaio di sviluppatori voleva dire
    > dormire
    > > > sonni tranquilli.
    > >
    > > Una volta, e anche ora, dormire sonni tranquilli
    > > vuol dire fare un software che abbia un analisi
    > > corretta in principio, una fomalizzazione e un
    > > algoritmo funzionante e stabile, dei risultati
    > > costanti e certi alla
    > > fine.
    >
    > Ovvio ma stai passando dalla mia parte della
    > discussione.
    >
    > NICTA and Open Kernel Labs have announced a joint
    > public release of the formally-verified seL4
    > microkernel.
    > www.cse.unsw.edu.au/~kleing/papers/sosp09.pdf
    >
    > Comunque la cosa non ha la portata che implichi
    > con il tuo discorso, visto che la verifica
    > formale non garantisce nulla in pratica, a meno
    > di non avere a disposizione la macchina hardware
    > che non si guasta
    > mai...
    > Ecco perché di fronte a questi utili risultati
    > non c'è comunque la fila di gente che adotta tali
    > sistemi.
    >
    /Yawn.

    >
    > > E questo vale per uno e per diecimila
    > > sviluppatori.
    > >
    > > > Le quote di mercato interessano
    > > > chi vuole soldi e/o controllo, se a voi
    > frega
    > > > piuttosto avere un sistema che fa quello
    > che
    > > > deve, concentratevi su quello e prendetevi
    > > quello
    > > > che vi va bene, sia android, apple,
    > winphone
    > > etc.
    > > > Magari prima di prendere roba proprietaria
    > > > chiedetevi a cosa andate incontro a lungo
    > > termine
    > > > (risposta breve, obsolescenza
    > > > programmata).
    > >
    > > Le quote di mercato interessano a quelli che le
    > > muovono per lo stesso motivo per cui interessano
    > > a quelli che non le
    > > muovono.
    > > Misurano le performance, e ad oggi, Linux e
    > > affini possono tranquillamente andare a
    > > nascondersi.
    > >
    > > Ed è giusto così.
    >
    > Perdinci hai ragione.
    > Aspetta che vado a vendere il porsche, mi compro
    > una
    > yaris.

    Ecco, vendila, che così non paghi il super bollo.
    maxsix
    10383
  • > Questi sono i motivi per cui linux è sul viale
    > del
    > tramonto?
    > Si, sono proprio questi. Anzi, esattamente questi.

    BUUUUUUUUUMMM!

    considerando le quote di mercato SO nei server, hai detto proprio una caxxata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > Misurano le performance, e ad oggi, Linux e
    > affini possono tranquillamente andare a
    > nascondersi.
    >
    > Ed è giusto così.

    Ubuntu su Mac:

    http://www.macitynet.it/forum/mac-professionale-ma...

    Secondo me chi deve andare a nascondesi sei tu.

    Ubuntu... pensa una distro ottimizzata.
    non+autenticato
  • Ho postato il link sbagliato:

    http://www.expertreviews.co.uk/general/1286485/ubu...

    Qui è meglio. Ma ce he sono a centinaia.

    Besos, ruppolo2Occhiolino
    non+autenticato
  • > Ubuntu su Mac:

    Argh... il risultato è più o meno questo:

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Ubuntu su Mac:
    >
    > Argh... il risultato è più o meno questo:
    >
    > Clicca per vedere le dimensioni originali

    a questo punto ha ragione ruppolo quando dice che è meglio usare macos sui macA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Ubuntu su Mac:
    >
    > Argh... il risultato è più o meno questo:
    >
    con windows invece il risultato è questo

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • A me non è mai accaduto, ne' su PC ne' su Mac.
    Evidentemente o no sei capace o la macchina ha un problema hw.
    Ciauzzz
    non+autenticato
  • ...che ha raggiunto e superato.
    La notizia che pubblicate forse e' vecchia, oggi tutti i giornali dicono che Samsung sia diventata la numero 1.

    Ecco come riporta la stessa notizia Mashable, famoso giornale online che non si puo' certo definire da fandroid:
    http://mashable.com/2012/04/27/samsung-number-one/

    Come ha riportato la stessa notizia il nostro punto-informatico l'avete visto tutti....

    Non capisco perche' sembra che avete sempre la puzza sotto al naso.
    Quello che non e' Apple o fa schifo o non e' vero o va ridimensionato.

    Forse e' solo un'impressione che date a molti vostri lettori, ma un giornale "serio" non dovrebbe dare neanche "questa impressione".

    Perche' continuo a leggervi?
    soltanto per abitudine.
    Lo faccio dal 1999, da quando ho internet.
    Mi dispiace vedere come vi siete ridotti negli ultimi anni.
    Eravate un giornale serio, uno dei pochi posti su internet dove si leggeva, si parlava di informatica in italiano e si conosceva gente.

    Da quando apple ha iniziato a fare anche giocattoli (ho un ipad anche io, bellissimo giocattolo, per carita'!) siete diventati un giornale che parla di giocattoli, uno dei tantissimi, e sicuramente non uno dei migliori.
    non+autenticato
  • Hai espresso il mio pensiero...
    non+autenticato
  • Non ci vedo la malafede di punto informatico. La verità è che in pochi giorni di distanza sono usciti due distinti studi di settore con due distinti risultati diversi. In uno la Apple ha un primato schiacciante nella vendita degli smartphones e nell'altro questo primato viene smentito in favore di Samsung.
    Chi dei due sia quello autentico spetta al buonsenso dei lettori.
    Che la Apple abbia mai avuto il primato mondiale degli smartphones...io faccio difficoltà a crederlo. E' una questione di buonsenso appunto.L'America e il Giappone sono due mondi a parte....li la apple vende i prodotti attraverso i carrier (AT&T e Verizon) e i loro abbonamenti. Nessuno caccia 700 dollari per comprare l'iphone...semplicemente perchè l'americano medio non ha 700 dollari da cacciare per comprarsi l'iphone anche se desidera farlo. In Europa e in Asia..sono molto meno diffusi questi modelli di vendita-comodato...e li la differenza..torna a farla il prezzo. I terminali Samsung..ormai ..per quanto si possa essere sfegatati fan Apple...offrono la stessa qualità, le stesse prestazioni..e la stessa varietà nel software...e costano 1/3 in meno.
    non+autenticato
  • Anche la stessa estetica, sembra.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Anche la stessa estetica, sembra.....

    molto meglio direi
    non+autenticato
  • senti non la penso come te, mi hanno cancellato gia' 4 post
    non+autenticato
  • ovviamente penso il contrario di quello che ho scritto prima, ma se lo dico mi cancellano il post
    non+autenticato
  • Benvenuto nel fantastico mondo di PI A bocca aperta
    non+autenticato
  • mi avranno cancellato 10 post nel giro di un ora
    scrivevo semplicemente che la pensavo come lui
    non+autenticato
  • Spesso la censura di PI é, per cosí dire, incomprensibile.
    non+autenticato
  • Due articoli che analizzano gli stessi dati (Q1 del 2012)
    L'articolo però più limitato (Q1 in USA) è ancora in bella mostra come quinto articolo (nonostante sia di ieri) mentre questo articolo (che è più aggiornato e si basa su dati Q1 GLOBALI) sta in un cantuccio...
    Sarà mica che se guardiamo solo i dati USA la Apple fa figura nettamente migliore rispetto ai dati globali???
    Aspetto che arrivi anche questa volta Annunziata a gridare HAARP, mi raccomando!!
    non+autenticato